Jump to content
Frenzgyn

Frenzgyn 2021: Il Secondo album è sempre il più difficile.

Recommended Posts

Frenzgyn

Aggiornamento nascite ecc:

Germinato un ciliatum (che però ha una radichetta davvero sottilissima, ho qualche dubbio ce la faccia), comincianto a germinare qualche chinensis, più altri rocoto e qualche cabai (ma nessuno della prima semina, per la quale credo di essere riuscito a scegliere casualmente 4 semi non vitali). Dichiarato ufficialmente morto un Lemon Drop, del quale non sono riuscito nemmeno a rinvenire il seme nel terriccio del vasetto: che la terra ti sia lieve piccolo baccatum ( :D ).

image.png.184e6c1dc6589085671e300ab00c5156.png

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40
1 hour ago, Frenzgyn said:

Germinato un ciliatum (che però ha una radichetta davvero sottilissima


Wow, su 2 semi di cui non ero nemmeno sicuro (erano dei primi frutti) é un ottimo risultato! Credo sia normale che la radichetta è piccola, come per i lanceolatum il seme é piccolo dopo tutto. Non disperare e dagli tempo, ne vuole un po’ per cacciare l’archetto (pare che i primi 10-15 giorni vada lentissimo)!

 

1 hour ago, Frenzgyn said:

chinensis


Mi sono perso qualcosa o ha provveduto il correttore a modificare chinense? :rolleyes:

 

1 hour ago, Frenzgyn said:

non sono riuscito nemmeno a rinvenire il seme nel terriccio del vasetto


Mi é capitato anche a me con alcuni semi, secondo me marciscono e diventano neri confondendosi con il terriccio... Gli altri stanno bene giusto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Devo avere qualche sinapsi problematica, non è che non lo sappia, è che indipendentemente da come lo penso 1 volta ogni 4 lo scrivo comunque errato. 

Comunque sì, gli altri due stanno bene. Tra tutte le piante spuntate (a parte il flex che è minuscolo e fa sempre un precario effetto) gli unici che non sono in formissima sono Odham e Cappuccino che hanno avuto diverse difficoltà a libersarsi dal tegumento (i due Tucson sono già il doppio). 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Oggi giornata così così.

Se da un lato c'è di positivo che è germinato il quarto Cabai Burung Ungu e pure il 100% (3 su 3) dei Black Habanero (3 su 3) e dei Vanuatu (3 su 3) mentre ancora si fanno attendere i CGN21500 e i Bih Jolokia #1, d'altro canto ci sono state un paio di morti che mi son dispiaciute un po': cotiledoni incastrati di alcuni rocoto e di un cappuccino, purtroppo sia al Chiltepin Cappuccino che ad un Rocoto De Seda è andata male male, metre agli altri (spero) bene. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Giusto per rimarcare il concetto già espresso più e più volte dai veterani che i wild fanno un po' come gli pare:

3 semi di Chiltepin Tucson:

I primi due germinati a 7 e 8 giorni dalla posa su rockwool.
Il terzo, oggi, a ben 32 giorni.
@Buffus: Nemmeno a farlo di proposito, è un seme un po' annerito verso cui non nutrivo più speranze.

Domenica se riesco aggiorno per bene e metto qualche foto.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Giorno pessimo. Ho preso atto di una ecatombe di Rocoto 😔.

Dei Rocoto de Seda sono vive solo due piante (#1 e #4).
Le piante #5 e #9 si sono autodecapitate, mi pare di intravedere un puntino verde in entrambe, ma forse è più speranza che altro. Le terrò in LB per scrupolo finché non avvizzisce il fusticino. Di  #6, #7,#8 non ho nemmeno rinvenuto traccia del seme nel terriccio mentre #3 è ammuffita e #2 già era morta durante l'operazione giorni fa. Restano due semi in germbox.

Del Chocolate Rocoto X PS è defunta la #4 (seme ammuffito in terriccio) e mi preoccupa #3, che non spunta. Rimasto un seme in germbox, perché dei 7 messi in posa due hanno sviluppato muffa e li ho eliminati per evitare contaminazione.

Qualche buona notizia c'è: I Vanuatu e i Black Haba son spuntati tutti e 3 e c'è stata un'altra germinazione di Cabai e di uno dei tre O'Odham che ho riseminato.


image.png.cb06c6a37a14129fe132d816a969da4e.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Piccola curiosità, una pianta di Chiltepin Cappuccino ha una strana colorazione scura, vedremò se mi riserverà qualche "sorpresa" crescendo.
Cappuccino.jpg.c0cb13a06ad0a1a1b5783af4840c9115.jpg

Lemond Drop, Chiltepin Tucson, Madre de Rios e Filiform

photo_2021-02-01_00-02-34.jpg.d6e97a04de858d9041a4136a887fd136.jpgphoto_2021-02-01_00-02-31.jpg.720af14075091cbdcc849a2ef5ee8454.jpgphoto_2021-02-01_00-02-29.jpg.db276182dd944ee1886461641e434c87.jpgphoto_2021-02-01_00-02-37.jpg.3a6faaee9f3b136cd292a8534e798290.jpg

Chocolate Rocosto X PS

417681420_ChocoRocoto.jpg.d9e0c00c4f63bf86ffb357b564fe5da4.jpg

Chiudo con la foto di un Cabai che forse ha il geotropismo un po' confuso, ho dovuto rimetterla sulla retta via che a momenti si sfilava pure il tegumento a gambe all'aria, vedremo se si riprenderà:

Cabai.jpg.43cf84e677249274fa6b116c22f4582a.jpg

  • Like 3
  • Confused 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Germinato 1/3 di Bih Jolokia #1, domani lo interro. Cominciavo a perdere le speranze (16 giorni!), resto invece preoccupatissimo su CGN21500: su 4 semi non si è mosso nulla. Se per il 15, quando comincerò a seminare gli annuum, non ci saranno stati sviluppi, proverò a seminare i rimanenti e ad incrociare le dita.

Spuntato l'Odham germinato qualche hanno fa: niente da fare, anche questo cotiledoni incastrati e pianticella esilissima, ho provato senza insistere e non si sfila. Attenderò. Dovessi seminarne altri, proverò a fare un minimo di scarificazione meccanica con la carta vetrata.

Tralasciando il ciliatum (che non spunta, ma vabbe') che non fa statistica (erano solo due semi) e tralasciando per ovvie ragioni i flexuosum, la cui scarsa germinabilità è nota, per il momento traggo queste conclusioni:

- Mi sfugge qualcosa con i rocoto, in generale. Forse mi conviene fare un pretrattamento più lungo? Aspettare che la radichetta si allunghi molto prima di interrare? Anche l'anno scorso ho avuto un numero importante di morti tra semi che non spuntano e decapitazioni.
- I semi di Cabai non hanno avuto, per me, una buona germinabilità: su 14 semi, 5 germinazioni. Qualcuno che li ha coltivati può confermare o smentire tale tendenza della varietà?
- CGN21500 mi suscita un po' di ansia. Ho altri semi, ma ho visto che Semillas ha tolto la varietà dal catalogo, spero lo abbia fatto perché terminati, non perché ha riscontrato problemi.

Riguardo le sei-sette varietà di annuum che andrò a seminare, non mi aspetto sorprese in fase di germinazione.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte
17 hours ago, Frenzgyn said:

Germinato 1/3 di Bih Jolokia #1, domani lo interro.

In assoluto uno dei miei preferiti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

image.png.96ac8bf2f90292c20d19d86d616aa51d.png

 

Veloce aggiornamento, germinato il quarto O'Odham, ho dovuto operare il terzo (tegumento durissimo) e l'operazione non è andata bene, i cotiledoni sono solo un po' ammaccati, ma potrei aver danneggiato la radichetta, vedremo.

Il primo dei Cabai ha cacciato la prima coppie di foglie vere con le screziature scure :).

Confermo che uno dei Chiltepin Cappuccino ha il fenotipo delle foglie scure. Vi risulta che sia presente tale tratto nel pool della varietà o ho beccato il seme figlio di padre ignoto?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40
22 minutes ago, Frenzgyn said:

 Vi risulta che sia presente tale tratto nel pool della varietà o ho beccato il seme figlio di padre ignoto?


É sicuramente un Hijo de puta madre altro che Chiltepin Cappuccino...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Preferisco non tirare in mezzo le mamme :D.

photo_2021-02-05_23-30-38.jpg.32883ad1bdef302b5746b954dac02c79.jpg
Non posso ancora escludere che sia solo un accumulo di antocianine transitorio o una orribile patologia a me sconosciuta :D, quindi toccherà comunque aspettare lo sviluppo ulteriore della pianta e vedere anche eventuali frutti e fiori, ma se fosse confermato sarebbe un caso interessante, perché sono semi Esasem 2016, quindi anche se non impossibile, sarebbe molto improbabile una impollinazione crociata.

Ho letto sulla scheda dell' O'Odham che presenta macchie scure più o meno pronunciate sulle foglie, per questo mi chiedevo se tale caratteristica potesse essere presente anche nel Chiltepin Cappuccino (per il quale non c'è scheda descrittiva in database), che in alcune foto mi sembra avere a volte i fusticini piuttosto scuri.

@Oban: che tu sappia, l'allele della pigmentazione scura delle foglie è SEMPRE dominante o esiste qualche rara combinazione poligenica che determina un fenotipo del genere?

@Lonewolf: Claudio c'è modo di ricostruire se in serra antinsetto nel 2016 c'erano piante a foglie scure insieme a W6008PF6?


 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban
1 hour ago, Frenzgyn said:

Non posso ancora escludere che sia solo un accumulo di antocianine transitorio

A guardare lo stato di salute delle piccole foglie e dei cotiledoni, è la prima ipotesi che prenderei in considerazione.

 

Mi è successo con un C.chinense che non riusciva a radicare bene e le foglie tendevano ad abbronzarsi.

 

La pianta è bloccata nello sviluppo o cresce regolarmente?

 

1 hour ago, Frenzgyn said:

Ho letto sulla scheda dell' O'Odham che presenta macchie scure più o meno pronunciate sulle foglie, per questo mi chiedevo se tale caratteristica potesse essere presente anche nel Chiltepin Cappuccino (per il quale non c'è scheda descrittiva in database), che in alcune foto mi sembra avere a volte i fusticini piuttosto scuri.

Il fusto è francamente scuro, una volta portata la pianta all'esterno.

https://www.pepperfriends.org/dbpf/chiltepin-capp_002.asp

 

In piena estate, nelle giornate più torride, più di una foglia si è abbronzata, da questa foto si vedono che sono viola.

chiltepin-capp_002_9_832958556_Peperonci

 

1 hour ago, Frenzgyn said:


@Oban: che tu sappia, l'allele della pigmentazione scura delle foglie è SEMPRE dominante o esiste qualche rara combinazione poligenica che determina un fenotipo del genere?

Non ho certezze a riguardo ma ipotizzo che sia un carattere poligenico quantitativo, si presenta sempre nella progenie ma il grado di pigmentazione è variabile, in quanto è un carattere che dipende da due o più loci.

Ipotesi tutta da verificare.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban
1 hour ago, Frenzgyn said:

ma se fosse confermato sarebbe un caso interessante, perché sono semi Esasem 2016, quindi anche se non impossibile, sarebbe molto improbabile una impollinazione crociata.

Che io sappia sarebbe il primo caso di impollinazione incrociata nella serra antiinsetto, gestita da professionisti peraltro.

Ipotesi più che remota a mio avviso.

 

Le poche piante non conformi ottenute da semi puri prodotti in serra, in tutti questi anni li abbiamo ottenute da varietà instabili o varietà stabili ma nate da semi precedentemente non isolati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn
9 minutes ago, Oban said:

La pianta è bloccata nello sviluppo o cresce regolarmente?


Non saprei dirlo oggettivamente, sono tutte e tre più o meno lente, ma l'impressione è che questa potrebbe essere leggermente in ritardo. Toccherà aspettare qualche settimana per dirlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40
10 minutes ago, Frenzgyn said:


Non saprei dirlo oggettivamente, sono tutte e tre più o meno lente, ma l'impressione è che questa potrebbe essere leggermente in ritardo. Toccherà aspettare qualche settimana per dirlo.


Se vedi che stenta ancora a crescere cambiagli il terriccio. Sembra strano ma a volte capita che per qualche motivo si compatta troppo, forse per un’eccessiva pressione nel riempire il vaso, eccessiva irrigazione o semplicemente un vaso sfortunato dove sono capitati meno inerti e la pianta si blocca. Inoltre, se posso permettermi, tempo fa mi diedero un consiglio quantomai valido e cioè quello di non tenere piantine così piccole in un vaso perché l’umidità che assorbono è pochissima e rischiano asfissia radicale o peggio ancora marciume perché la maggior parte del vaso rimane zuppa per molto tempo. Da quando le tengo un bicchierino almeno fino alle prime 2-3 fila di foglie vere ho molti meno problemi e quando le passo in vaso esplodono letteralmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rapace
8 hours ago, Frenzgyn said:

Preferisco non tirare in mezzo le mamme :D.

Non posso ancora escludere che sia solo un accumulo di antocianine transitorio o una orribile patologia a me sconosciuta :D, quindi toccherà comunque aspettare lo sviluppo ulteriore della pianta e vedere anche eventuali frutti e fiori, ma se fosse confermato sarebbe un caso interessante, perché sono semi Esasem 2016, quindi anche se non impossibile, sarebbe molto improbabile una impollinazione crociata.

Ho letto sulla scheda dell' O'Odham che presenta macchie scure più o meno pronunciate sulle foglie, per questo mi chiedevo se tale caratteristica potesse essere presente anche nel Chiltepin Cappuccino (per il quale non c'è scheda descrittiva in database), che in alcune foto mi sembra avere a volte i fusticini piuttosto scuri.

 

 

Il colore marrone del frutto....... non esiste...... nel senso che.... il gene del colore dei frutti marroni è il rosso...... al quale si aggiunge il 'contributo' di un altro gene che accumula clorofilla nel frutto.

Cosi' quello che 'appare' ai nostri occhi è il risultato del rosso+verde che ci da il marrone.
Questo è cio' che succede nel frutto del Tepin Capuccino o Tepin brown...... da quel che risulta non è il risultato di un incrocio artificiale, ma cresce in natura 'naturalmente'.

Se notate molte di queste cultivar 'tendono' non di rado ad avere frutti molto piu' rossi all' interno - se si aprono.

 

Per quanto riguarda la scheda del Database....... penso ce ne siano due in fase di completamento una di @Oban ed una di John.

 

Per quanto riguarda il Tepin Thono O'Odham....... ho qualche 'dubbio' sulle differenze con il Tepin Sonorah 'classico'......... la tribu' da cui prende il nome vive esattamente nel Sonorah....... ovvero da dove arriva il Tepino 'Classico'........ magari chi li ha coltivati tutti e due e messi a confronto puo' spiegare le differenze che vi sono..... perché altrimenti si tratta della stessa varietà...... solo proveniente da set di semi differenti (forse, dato che potrebbe anche essere che i primi semi di Tepin che sono stati poi replicati e messi in giro magari li ha portati qualcuno dal Sonorah prendendoli dagli O'Odham senza che poi si facesse riferimento ad essi ma alla zona di provenienza...... poi qualcun altro è andato li' li ha presi ancora dagli O'Odham ed ha dato stavolta il nome di chi glieli ha dati invece che della zona)

 

Ed arriviamo al colore scuro delle foglie.


Ho avuto qualche anno fa una piantina che presentava - per lo meno da un punto di vista visivo dalla tua foto - lo stesso 'disegno' sulle foglioline.
Non ricordo - ora lo ricerco - di che varietà era, ma quella piantina ebbe diversi problemi di crescita e poi mori', non so se in relazione con il colore delle foglie o ad altro.

Di sicuro fu l' unica a presentare quelle caratteristiche - nessun' altra pianta della coltivazione.

Io credo sia da escludere l' ipotesi 'incrocio', non solo per la provenienza dei semi - infatti anche se sono semi Esasem, il problema 'incrocio' potrebbe derivare da prima... ovvero dalla provenienza originaria dei semi' - ma proprio per come appaiono le foglioline.
Potrebbe invece secondo me essere una 'abbronzatura', un' altra ipotesi potrebbe essere che ci sia stato un problema nella preparazione dei semi, magari un seme di altra varietà si è mischiato..... puo' capitare. A me capita sempre su qualche centinaio di semi a stagione che qualche 'sorpresa' venga fuori semplicemente per un 'errore' di marcatura etc.etc.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn
2 hours ago, Rapace said:

 

Il colore marrone del frutto... [OMISSIS]

 

 

Per quanto riguarda il Tepin Thono O'Odham....... ho qualche 'dubbio' sulle differenze con il Tepin Sonorah 'classico'... [OMISSIS]

 

Ed arriviamo al colore scuro delle foglie. [OMISSIS] Io credo sia da escludere l' ipotesi 'incrocio', non solo per la provenienza dei semi - infatti anche se sono semi Esasem, il problema 'incrocio' potrebbe derivare da prima... ovvero dalla provenienza originaria dei semi' - ma proprio per come appaiono le foglioline.
 

Potrebbe invece secondo me essere una 'abbronzatura', un' altra ipotesi potrebbe essere che ci sia stato un problema nella preparazione dei semi, magari un seme di altra varietà si è mischiato..... puo' capitare. A me capita sempre su qualche centinaio di semi a stagione che qualche 'sorpresa' venga fuori semplicemente per un 'errore' di marcatura etc.etc.



Ciao, Carlo. Per "attendere eventuale frutto" pensavo più alla forma in realtà, ma vale pure il colore, come fai notare: se dovesse fare frutti dalla forma o dal colore non conforme, sarebbe probabilmente un incrocio.

Anche io ho forti dubbi sulle differenze tra vari Tepin in commercio, questo è il motivo per cui ne sto coltivando 3 quest'anno (se non smettono di decapitarsi le piantine con seme incastrato...): Sonorah "cappuccino", O'Odham e Tucson. Sono abbastanza fiducioso che "Tucson" e "Sonorah" siano due accessioni diverse della stessa roba, ho qualche dubbio in più sull' O'Odham perché da quello che ho letto in giro ha un fenotipo con caratteristiche un po' diverse, ma potrebbe essere benissimo variabilità intrinseca di una specie "wild", che ha sicuramente un pool genetico molto più ampio rispetto a varietà coltivate. Vedremo (spero).

Sulle foglie scure, ammesso che la caratteristica venga mantenuta e la pianta non abbia evidenti problemi, anche io credo sia altamente improbabile un incrocio nell'ultima generazione, verificando che non ci fossero specie a foglie scura in serra anti-insetto quell'anno taglierebbe la testa al toro completamente. Per la stessa ragione avevo chieso lumi ad Oban, ipotizzando qualche combinazione di geni "latente" venuta fuori solo adesso che possa determinare quella colorazione.

Riguardo errore di marcatura, ci ho riflettuto, ma posso eslcuderlo per tre ragioni:

1) I semi di Tepin sono visibilmente piccoli, non mi sarei potuto confondere facilmente.
2) Non ho ancora seminato varietà a foglie scure (alcuni annuum, ce li ho ancora imbustati chiusi).
3) Ho seminato i Cappuccino il giorno dopo aver seminato le altre due varietà di Tepin (proprio per evitare confusioni) ed in numero diverso, proprio per non confondermi eventualmente nel germbox se avessi dovuto perdere i riferimenti.

Credo che per il momento l'ipotesi più gettonata resti "pianta abbronzata con problemi". Chi vivrà (di loro), ci mostrerà :D.

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Nella coltivazione non documentata (tranne che per le schede nella sezione incroci) dell'anno scorso nelle prime fasi avevo i bicchierini

sotto un pannello di strisce led coolwhite 8520, quindi stessa luce per tutte le piantine.

Ebbene due di loro tra cui un Chiltepin Cappuccino x Bhut Jolokia Mulatto si sono pigmentate in maniera esagerata rispetto alle altre che invece erano "regolari". Purtroppo non c'e' stato nulla da fare si sono bloccate e ho dovuto eliminarle. Mentre le altre erano diventate di una trentina di centimetri quelle due poverelle sono rimaste di pochi cm. Anche il cambio del terriccio non ha giovato.

 

Probabilmente sono delle casualità' per cui alcune piante sono piu' sensibili di altre alla luce blu presente nelle nostre sorgenti col risultato di avere una pigmentazione piu' o meno pronunciata.

 

Sara' interessante capire se le tue si bloccano nella crescita o meno.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rapace

Secondo me la parte 'nera' di quelle foglie non riesce ad utilizzare la luce...... e quindi la piantina è un po' handicappata.
Diverso è per alcune varietà a foglie nere, dove anche quando la luce fa diventare pianta e foglie anche proprio nere.
Nel 2013  avevo un Pimenta da Neyde ed un Pimenta Puma completamente nere.... solo le nuove foglioline nascevano verdi e poi si annerivano quasi subito.

Potete vedere delle foto qua http://www.pepperfriends.com/forum/topic/8959-rapaces-2013-reloaded-questanno-piu-piante/?page=7

 

Da notare che quell' annata ho usato una plafoniera da acquario che aveva dei tubi fluorescenti da acquario di color blu.

 

Ho coltivato ancora negli anni successivi quelle due varietà.... il Pimenta da Neyde diverse altre volte, ma non ho mai avuto piante cosi' nere......

 

La colorazione invece di quel Tepin mi sembra piu' legata ad altro....... anche se sicuramente l'illuminazione avrà il suo ruolo nella colorazione.....

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Esatto, la  colorazione scura e' una sorta di difesa della pianta contro l'eccessiva illuminazione, generale o spettralmente selettiva.

Analogamente alla nostra abbronzatura.

 

Il perche' alcune piante a foglia scura vegetino normalmente e altre invece no, non saprei spiegarlo.

Posso immaginare che sia qualcosa di simile a ciò che avviene per gli esseri umani. Ma e' solo osservare lo stesso comportamento in altri essere  viventi non una spiegazione :pardon:

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Interessante! Staremo a vedere se si bloccherà  completamente o in qualche modo vegeterà (che per le piante è un complimento! :D).
C'è da notare che io uso spot led a "spettro completo": blu, rossa, bianca calda e bianca fredda. Probabilmente non è b
ilanciata lo stesso, ma non dovrebbe essere "tanto" spostata sul blu quanto le cool white. Attenderò sperando che la piantina veda (o non veda?) la luce in fondo al tunnel...

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

beh, cosi' senza data sheet e soprattutto senza misure (non mi fido ancora dei data sheet dei led a meno che non siano di aziende serie) non si puo' dire lo spettro risultante quale sia. 

Sta di fatto che led bianchi freddi e caldi hanno entrambi un bel picco a 450 nm, se pure i tuoi blu stanno li' non fanno altro che sommarsi.

Infatti credo che siano proprio inutili. O si usa solo rosso e blu per risparmiare energia (circa 35% in meno) oppure il blu contenuto nei led bianchi basta e avanza, in questi sia caldi che freddi quello che manca e' proprio il rosso.

 

E questa e' la teoria, a sentir dire gli agronomi con i led bianchi non dovrebbero proprio crescere. La pratica ci dice tutt'altro, prima o poi si riuscirà' a condurre un esperimento comparativo come si deve e potremo mettere un punto a questo dilemma (mai dire mai :D). 

 

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rapace
59 minutes ago, joefish said:

beh, cosi' senza data sheet e soprattutto senza misure (non mi fido ancora dei data sheet dei led a meno che non siano di aziende serie) non si puo' dire lo spettro risultante quale sia. 

Sta di fatto che led bianchi freddi e caldi hanno entrambi un bel picco a 450 nm, se pure i tuoi blu stanno li' non fanno altro che sommarsi.

Infatti credo che siano proprio inutili. O si usa solo rosso e blu per risparmiare energia (circa 35% in meno) oppure il blu contenuto nei led bianchi basta e avanza, in questi sia caldi che freddi quello che manca e' proprio il rosso.

 

E questa e' la teoria, a sentir dire gli agronomi con i led bianchi non dovrebbero proprio crescere. La pratica ci dice tutt'altro, prima o poi si riuscirà' a condurre un esperimento comparativo come si deve e potremo mettere un punto a questo dilemma (mai dire mai :D). 

 

 

Beh, finora i test comparativi sono sicuramente stati limitati, pero'....... di sicuro l' unica cosa che ho capito è che nessuno è riuscito a dimostrare che lampade professionali da 300 euro diano risultati migliori di 'semplici' strisce led bianche fredde......

 

 

Non so quali agronomi sostengano cio', ma basta che qualcuno venga a vedere una delle nostre coltivazioni indoor e farebbe una 'scoperta sconvolgente'.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Fermo restando che hai ragione e basarsi sulle caratteristiche dichiarate (quando ci sono) per cinesate del genere è inutile, il mio commento era riferito solo al fatto che ha la componente rossa numericamente predominante, quindi immaginavo che rispetto ad una "bianca fredda", avesse meno picco blu, ma è una considerazione che lascia il tempo che trova.

Giusto per dovere di cronaca, illumino con due lampade composte da tre faretti ognuna. Ogni tris è fatto dalla seguente combinazione di led 5730 SMD:

74 Red
34 Blue
10 White (5 freddi, 5 caldi)
6 IR e 6 UV (che secondo me sono tra l'inutile e il marketing, ma sono presenti sul faretto più grande, che ovviamente non ho preso per quella caratteristica).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×