Jump to content
Chinensino

Le mie primissime coltivazioni

Recommended Posts

Chinensino

Dopo essermi presentato, passo subito a presentarvi le mie creature. 

Breve excursus storico: sono ormai diversi anni che a casa dei miei genitori (a Messina) mia mamma coltiva sul balcone con moderato successo delle piante di Habanero Chocolate (di cui amo follemente il sapore). Quest'estate, invece, siccome la semina è stata fatta troppo tardi e ancora a giugno le piantine erano ancora parecchio piccole, abbiamo optato per delle piante prese in un vivaio. Tra queste un Carolina Reaper e uno Scorpion (dei quali dubito la purezza), un habanero orange, un acrata (viagra del Cile) e due piantine di cui non era riportato il nome. Quest'anno però per la prima volta mi sono dedicato soltanto io alla cura di queste piantine, cosa che mi ha fatto appassionare non poco. 

Per questo ho deciso di raccogliere alcuni semi di queste piante e seminarli, partendo per la prima volta da zero. Per forza di cose, la semina è stata fatta in tempi che sicuramente faranno storcere il naso a tutti voi (19 luglio), però avevo davvero troppa voglia di provare questa nuova esperienza che non ho saputo resistere fino a febbraio/marzo 2021. 

 

Dopo aver fatto mille ricerche su internet ho fatto quanto segue: osmopriming con acqua distillata e sale x24-48h, semina in un piccolo strato di terra (3cm) dentro una miniserra fatta in casa (con un contenitore di plastica di rucola), mantenuta calda da un vecchio modem e coperta con pellicola da cucina forata. Le tipologie seminate sono habanero chocolate, carolina reaper (della pianta dalla dubbia purezza) e le altre due piante di cui non conosco la tipologia. Dopo appena una settimana le due tipologie sconosciute hanno cominciato a germogliare, regalandomi delle emozioni inaspettate essendo la mia prima volta, seguite a distanza di 4-5 giorni dal chocolate e dal reaper.

Dopo qualche giorno le ho subito trapiantate in dei bicchieri da cucina forati sul fondo e coperti di uno strato di argilla espansa e il 18 agosto me le sono portate tutte a Roma, dove studio e vivo. 

Dopo averle abituate gradualmente all'esposizione solare diretta, mettendole giorno dopo giorno la mattina fuori sul terrazino e la sera dentro riparate dal vento troppo forte, il 14 settembre le ho trapiantate in dei vasetti da 13cm, all'interno dei quali hanno continuato a crescere, cominciando a fare i primi fiori e anche frutti (le 2 varietà sconosciute in particolare). Contemporaneamente ho preso un'altra pianta già abbastanza grande da un vivaio, comprata come scorpion, ma che di scorpion non ha neanche l'ombra e che, ahimè, ha solo portato un'infestazione di afidi, tenuta in parte sotto controllo grazie all'aiuto di 2 amiche coccinelle che sono venute a farmi visita e sono rimaste sulla pianta per oltre una settimana. 

A fine ottobre, date le temperature e il poco sole, ho deciso di mettere le piante dentro casa, facendole crescere con due faretti led da esterno comprati appositamente (50W, 6500K, 5.000 lumen ciascuno). A metà novembre ho trapiantato alcune di queste (non tutte per mancanza di spazio) nei vasi quadrati da 30cm (18L), perché già avevano le radici abbastanza sviluppate nello strato di argilla espansa. Nel frattempo ho usato 3 volte l'olio di neem e il sapone molle di potassio per ridurre gli afidi, ormai quasi del tutto eliminati. Le piante, oggi sono così (foto): 

 

Panoramica.thumb.jpg.422a9c10be191f62856814785ea737b2.jpg

 

In dettaglio: Habanero Chocolate (si sono aperti i primi fiori il cui polline, però, fa fatica a maturare) 

2024000726_Chocolate2.jpg.cac8db8b0cabc42b2c3aae39c584fffb.jpg1869470454_Chocolate1.jpg.42575f1adc22dd92fbf97f0c0f2679ce.jpg

 

2 piante di Carolina Reaper (di dubbia purezza), una non cimata (prime 2 foto) e l'altra cimata 1 mesetto fa (foto 3 e 4). Queste piante, soprattutto quella non cimata, circa 1 settimana dopo averle messe dentro con i faretti hanno cominciato a ripiegare i margini delle foglie più alte, probabilmente perché esposte a troppa luce, infatti ho provveduto ad allontanare i faretti.

743188239_CarolinaReapernoncimato2.jpg.51b00ca9bed44f8b165903341c69f958.jpg455576068_CarolinaReapernoncimato1.jpg.86bad1f4636a4f78cad6861bb4c1a212.jpg287407556_CarolinaReapercimato2.jpg.de89113bff1b23b791709eeccc283cd7.jpg1018045253_CarolinaReapercimato1.jpg.2f69eb529f49546aa3864749f6ba8a51.jpg

 

In dettaglio: le due varianti sconosciute. Credo che quella con i peperoncini appuntiti sia un fuoco della prateria (ma non ne sono affatto sicuro), mentre quella con i peperoncini a palline non ne ho idea, voi che ne pensate?

802216721_Fuocodellaprateria.jpg.62837eb8bc6fc3cd8a50dafd8bf29412.jpg

1485867993_Varietsconosciuta.jpg.51b694e822efa45a97508afc252ce633.jpg

 

 

In dettaglio: la pianta acquistata dal vivaio come scorpion (l'unica che non ho piantato io). Dai frutti somiglia molto di più ad un Habanero Red, solo che in quanto a piccantezza è nettamente più forte di un banale habanero. Voi che tipologia credete possa essere?

508544774_Fintoscorpion3.jpg.474679accc2c59be384734e26a382e0a.jpg693702291_FintoScorpion2.jpg.e91668234176f4c7fe74af6db1b8aa5f.jpg

 

 

Grazie a tutti in anticipo per la pazienza e scusate la lunghezza del post! So bene di aver commesso parecchi errori nei vari processi che hanno inevitabilmente rallentato la crescita delle povere piantine, come il fatto di spostarle in continuazione senza preoccuparmi di mantenere un orientamento fisso. Ho comunque imparato tante cose che mi aiuteranno nella coltivazione del prossimo anno (che farò nei giusti tempi eh eh).

Secondo voi com'è la sistemazione attuale? Ho allontanato i faretti e cerco di mantenere una temperatura superiore ai 20 gradi. Avete qualche consiglio? Grazie ancora a tutti ❤️🌶️

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Innanzitutto complimenti, per essere alla prima esperienza hai le idee molto chiare ed hai allestito un bel lightbox.

 

Le piante sono in forma, come hai giustamente notato introdurre gli afidi indoor tramite piante adulte può essere una vera e propria rogna.

 

Riguardo la non conformità del Trinidad Scorpion, magari sono frutti di fine stagione, se dovessero rimanere così anche l'anno prossimo non vale nemmeno la pena pensare con cosa possono essersi incrociati per generare frutti di quelle forme, se ti piacciono i frutti di sapore prova a svernarla.

 

Le due piante in vaso rotondo mi sembrano compatibili con il il Fuoco della prateria (Prae Fire), come hai giustamente notato.

 

Le ultime due invece, vedi se somigliano al CAP 1546, quest'ultima cultivar è abbastanza diffusa con il nome commerciale di fantasia "Hot Daisy".

Forse il fogliame della tua è un po' più chiaro ed i frutti più rotondeggianti, magari mi sbaglio.

Al momento non mi sovviene alcuna altra varietà simile, sebbene esistano decine di varietà ornamentali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban
49 minutes ago, Chinensino said:

Breve excursus storico

Tanto breve no, hai aperto il topic della coltivazione nella sezione della stagione 2017 eheheheh.😁

 

Un moderatore lo sposterà a quella 2021.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino

Ho seguito il link ricevuto nella mail ahaha 🤷‍♂️

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban
2 minutes ago, Chinensino said:

Ho seguito il link ricevuto nella mail ahaha 🤷‍♂️

Un altro punto a tuo favore, già è tanto che l'hai letta la mail di benvenuto, non tutti lo fanno, bravo.:lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino
3 minutes ago, Oban said:

Un altro punto a tuo favore, già è tanto che l'hai letta la mail di benvenuto, non tutti lo fanno, bravo.:lol:

Il minimo direi 😜

 

Comunque, ho letto ora l'altra risposta scusa (prima mi era sfuggita ahah). Grazie mille per la pazienza e sì, effettivamente somiglia parecchio a quello che hai citato tu! 

Per quanto riguarda il fantomatico scorpion avevo pensato anche io di svernarlo, però ha ricominciato a gettare parecchie gemme, quindi finché vedo che produce credo di lasciarlo in pace.
Per la prossima stagione invece mi sono attrezzato per bene! Ho acquistato online i semi di circa 30 specie diverse, avendo tanto spazio a disposizione in cortile. Spero solo che il sito da cui li ho presi (non so se posso dire il nome senza violare le regole del forum) abbia semi quanto più puri possibili. Gli unici che mi mancano da reperire sono i semi del Pink Tiger (che non ho mai assaggiato, ma amo sia il sapore del pimenta de neyde che la piccantezza del ghost pepper, oltre alla bellezza innegabile del frutto) e dell'Aji Charapita. 

Spero un giorno di diventare un esperto come voi 😍😍

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf
54 minutes ago, Chinensino said:

Ho seguito il link ricevuto nella mail

 

Magari la aggiorniamo ... :rolleyes:

 

Belle piante.

Per i dubbi sulle varietà, come al solito è difficile dire cosa sono se non vengono da semi puri di varietà stabili.

La cosa più probabile è che siano incroci.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vincer

Bella presentazione, belle piante...bel setup e buona coltivazione!!!

 

Ciao

Vincenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino

Grazie ancora a tutti! è un onore per me far parte di una community con tanti veterani come voi! Ho dato un'occhiata ai vostri archivi e sono rimasto sbalordito, grandi!! 💪

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

Ciao e ben venuto! Concordo con quanto ti hanno detto, per essere la prima esperienza stai procedendo alla grande e tutte le cose che hai detto sono giuste. Aggiungerei solo un paio di cose.

 

Se hai intenzione di usare le lampade puoi seminare anche tra gennaio e febbraio così da anticipare la fioritura delle piante. Quando lo farai controlla bene lo stato di quelle che hai svernato, eventuali infestazioni innocue per piante mature possono essere fatali per piante neonate.
 

4 hours ago, Chinensino said:

Ho acquistato online i semi di circa 30 specie diverse, avendo tanto spazio a disposizione in cortile. Spero solo che il sito da cui li ho presi (non so se posso dire il nome senza violare le regole del forum) abbia semi quanto più puri possibili. Gli unici che mi mancano da reperire sono i semi del Pink Tiger (che non ho mai assaggiato, ma amo sia il sapore del pimenta de neyde che la piccantezza del ghost pepper, oltre alla bellezza innegabile del frutto) e dell'Aji Charapita.

 

Riguardo i semi, ti do una dritta a titolo informativo. Per il futuro o se vuoi per quelli che ti mancano, l’associazione collegata a questo forum distribuisce semi prodotti in isolamento e quindi puri a fronte di una piccola donazione utile a portare avanti vari lavori sul mondo dei Capsicum ed a sostenere questo forum. Maggiori informazioni le trovi qui, i pro sono risparmiare qualcosa (in media costano di più altrove), avere garanzia del fatto che siano semi puri (preservare le varietà e diffonderle fa parte degli scopi sociali) ed ultimo ma non per importanza sosterrai l’associazione.

 

Spero di esserti stato di aiuto, buona serata e buona coltivazione! :)

 

P.S. Puoi scrivere nomi di altri siti, forum ecc basta non dare giudizi sugli stessi, sopratutto se negativi e non fare pubblicità esplicita.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino
41 minutes ago, L0rdn40 said:

Quando lo farai controlla bene lo stato di quelle che hai svernato, eventuali infestazioni innocue per piante mature possono essere fatali per piante neonate.

Grazie infinite per la dritta, effettivamente era una cosa che non avevo considerato! 

 

Per quanto riguarda i semi, ho scoperto solo dopo averli già presi che potevano essere presi anche da qui, però per quelli che mancano e per i prossimi anni mi rifornirò certamente da qui! 💪

Quelli che ho menzionato li ho presi da Assopepper ed è la prima volta che ordino dei semi quindi anche volendo non potrei nemmeno esprimermi a riguardo. Sarà il tempo a dimostrarne la purezza 😜 Essendo la prima volta ho preso tutte le varietà che aveva a disposizione (31 per l'appunto) in modo da piantarli tutti e fare una selezione per gli anni successivi. 

Attualmente, i miei preferiti come sapore sono l'habanero chocolate, il pimenta de neyde e il carolina reaper. Però ne ho ancora parecchi da assaggiare, per cui mi aspetta un bel viaggio alla scoperta del meraviglioso mondo dei Capsicum! 

L'unica cosa di cui mi pento è di aver preso praticamente solo Chinense (6 tipi di carolina reaper, 5 tipi di scorpion, 7 tipi di habanero, 7 pot primo orange, borg 9 chocolate, fatalii jigsaw gourmet, bhut jolokia, jay's ghost scorpion peach, 4 tipi di big mama, sepia serpent e pimenta de neyde), e di aver tralasciato le altre specie. Rimedierò nelle stagioni successive! 😇

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40
12 minutes ago, Chinensino said:

Essendo la prima volta ho preso tutte le varietà che aveva a disposizione (31 per l'appunto)

 

13 minutes ago, Chinensino said:

L'unica cosa di cui mi pento è di aver preso praticamente solo Chinense (6 tipi di carolina reaper, 5 tipi di scorpion, 7 tipi di habanero, 7 pot primo orange, borg 9 chocolate, fatalii jigsaw gourmet, bhut jolokia, jay's ghost scorpion peach, 4 tipi di big mama, sepia serpent e pimenta de neyde), e di aver tralasciato le altre specie.


Beh, queste due affermazioni ti rendono un ottimo candidato a diventare un frequentatore del forum in maniera stabile e continuativa! :D

 

P.S. Per il secondo “quote” aggiungo dal palato “delicato”! :lol2:

 

Battute a parte, ottima selezione ma se ami così tanto i chinense ti manca il fatalii normale da assaggiare e se pensi di essere un vero duro con il piccante, sicuramente merita un assaggio anche il primo super super super hot indiano di cui si hanno notizie, il Bih Jolokia #1!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino
5 minutes ago, L0rdn40 said:

Beh, queste due affermazioni ti rendono un ottimo candidato a diventare un frequentatore del forum in maniera stabile e continuativa!

Lo spero proprio! Magari tra qualche anno rileggeremo questi messaggi e tu potrai dire "Te l'avevo detto" 😜

 

 

11 minutes ago, L0rdn40 said:

dal palato “delicato”!

Non me li mangio di certo in un sol boccone i super hot (come alcuni signori su youtube 🤣), però li abbino a qualunque piatto e per sentirne al meglio il gusto li taglio a parte e ne mangio un pezzetto da solo prima di ogni boccone. In passato mi sono cimentato in oli santi vari (con peperoncini coltivati da parenti), però per me il fresco rimane impareggiabile ed è per questo che spero di far produrre le piante attuali il più possibile anche d'inverno! 

 

Per quanto riguarda il Fatalii normale e il Bih Jolokia 1 ora che prendo i semi del pink tiger e dell'aji charapita ne approfitto e prendo tutto insieme! Grazie per il consiglio 😍

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rapace

In bocca al lupo per la coltivazione.

 

Ti faccio i complimenti per come sei ordinato - te lo invidio questo.

Per la varietà è molto una questione di gusti. 

Certamente se si parla di Habanero Orange, Habanero Chocolate e Goat's Weed (o Acrata se preferisci, sono sinonimi per la stessa cultivar) sono classici che non possono essere messi in discussione.
Per il resto..... come dicevo..... questione di gusti.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino

Aggiornamento situazione. Dalle foto messe nel primo post effettivamente non si vedevano alcuni dettagli che potrebbero meritare attenzione. Inoltre, sono subentrate un paio di cose strane. Scrivo con ordine i miei dubbi allegando le foto subito dopo. Mi scuso in anticipo per la bassa qualità delle foto, ma purtroppo ho un cellulare molto vecchio che non mette più bene a fuoco. Grazie in anticipo a tutti ❤️

 

 

1. Le due piante di Carolina Reaper (probabilmente ibride) e in particolare quella non cimata (forse perché più alta), oltre ad avere i bordi delle foglie ripiegati (come avevo già menzionato nel primo post), presenta quasi tutte le foglie in alto alterate. Nella foto la situazione sembra meno marcata, ma ci sono foglie completamente ripiegate, con le nervature tutte raggrinzite e comunque nessuna delle fogliolione nuove sembra avere una forma normale (mentre quelle degli strati più bassi non presentano gli stessi problemi). Hanno anche la punta bruciata (marrone/nera) e sono piene di macchie nere/viola. 

è possibile che sia semplicemente troppa luce o magari una luce sbagliata? Vi metto il link dei 2 faretti che sto usando (quello nel link è da 30W e 3.000 lumen, ma quelli che ho preso io sono da 50W e 5.000 lumen, solo che per qualche motivo non ci sono più su amazon): https://www.amazon.it/gp/product/B07KRBK5VP/ref=ppx_yo_dt_b_asin_title_o07_s00?ie=UTF8&th=1 

1336506714_WhatsAppImage2020-12-13at11_37_25.jpeg.9999eca6e7561628a88faae3dfb3e6f9.jpeg

 

 

2. Le due varietà ornamentali, oltre ad aver arrestato completamente la crescita (strano soprattutto per quella trapiantata nel vaso grande), hanno la lamina inferiore di quasi tutte le piena di macchie violacee e anche parecchie macchie puntiformi nere/viola su steli e gambi dei frutti. Ho anche notato che dove sono più presenti queste macchie i frutti tendono ad appassire e in alcuni casi addirittura a cadere. 

Inoltre, sono successe altre 2 cose strane a queste piante: la prima è che 4 giorni fa, la mattina dopo aver nebulizzato olio di neem e sapone molle di potassio, ho trovato un peperoncino della pianta vicina (che si affaccia su quella ornamentale nel vaso grande) come appare in foto, con una specie di filo bianco/trasparente della consistenza di un germoglio di soia che pendeva dal frutto (al quale si attaccava tramite una sostanza nera gelatinosa e alquanto disgustosa) fino ad arrivare al terriccio della pianta sottostante (non sembrava un residuo di olio di neem perché non era assolutamente appiccicoso e inoltre troppo filiforme). 
La seconda è che stamattina ho ritrovato quelli che sembrano essere 3 funghetti sui bordi di questo stesso vaso. 

Cosa mi consigliate di fare con queste 2 piante ornamentali? Allontanarle / farle tornare al creatore? 

1123975226_WhatsAppImage2020-12-13at11_51_49.jpeg.8776b40870a1c32ec776f53f07201489.jpeg1898155840_WhatsAppImage2020-12-13at11_51_50.jpeg.1bdc714a9fe5b3b095cc285744ee96ae.jpeg269982044_WhatsAppImage2020-12-13at11_05_28.jpeg.f1ffbc64de4f2ec870d4570844ae0ddb.jpeg

437554013_WhatsAppImage2020-12-13at11_05_26.jpeg.eef64d5bf453f29fb1e76d28f2d1778e.jpeg

 

 

Cosa mi consigliate di fare? Potete essere sinceri, mi sono preparato psicologicamente anche alle eventualità più drastiche (ahimè 😱), anche perché mi sono ritrovato anche con una bella infestazione di sciaridi che svolazzano un po' ovunque, di cui sono diventato un feroce cacciatore. 

 

 

p.s. Ora qualche bella notizia almeno: vi metto una foto del mini raccolto fatto prima di spruzzare neem e sapone. I frutti grandi (teoricamente scorpion) erano fantastici, cosa che mi spinge a non gettare la spugna su queste piantine ancora 😋

266519609_WhatsAppImage2020-12-13at11_05.28(2).jpeg.da1bc412ff7fe044fd753c68c54d0943.jpeg

1796753728_WhatsAppImage2020-12-13at11_05.28(3).jpeg.c1993aa82afce78db37f3014276f61f4.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40
42 minutes ago, Chinensino said:

La seconda è che stamattina ho ritrovato quelli che sembrano essere 3 funghetti sui bordi di questo stesso vaso. 

Cosa mi consigliate di fare con queste 2 piante ornamentali? Allontanarle / farle tornare al creatore


Ti rispondo subito per i funghi che sono una sciocchezza, poi guardo meglio il resto. Togli la pacciamatura con argilla espansa e fai asciugare bene il terriccio tra un‘irrigazione e l’altra, non dare acqua almeno fin quando facendo sprofondare il dito 1-2 cm non senti tutto asciutto. Non sono un gran problema i funghi nel vaso ma sono un campanello dall’arme che ti dice che c’è troppa umidità nel vaso. Facendo così risolverai in poco tempo, la pacciamatura é un’ottima cosa in estate sotto il sole cocente ma all’interno rende difficile valutare quando é il momento di irrigare rischiando di bagnare troppo o troppo poco il terriccio. Nel tuo caso troppo. Da un primo sguardo le altre problematiche potrebbero avere la stessa causa ma guardo meglio dopo e ti dico. Perdonami, la donna mi ha chiesto di accendere il barbecue...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino
19 minutes ago, L0rdn40 said:

Perdonami, la donna mi ha chiesto di accendere il barbecue...

Ahahaha grande! Buon pranzo allora! Rispondi se e quando hai tempo 😜

 

Nel frattempo ti rispondo a quello che hai detto. Ho innaffiato le piante nei vasi grandi solo una volta, ovvero il giorno in cui le ho trapiantate (17 novembre), bagnandole interamente per far distribuire bene il terriccio nuovo con quello vecchio e favorire un migliore attecchimento (forse ho sbagliato, ma comunque non è uscita acqua da sotto il vaso). Da quel giorno non ho messo più completamente acqua, anche perché 10 giorni dopo lo strato superficiale era ancora umido e cominciava a formarsi in alcuni punti del muschio. è stato quello il momento in ciu ho deciso di mettere l'argilla espansa, sperando che assorbisse un po' di acqua dallo strato superficiale (ancora una volta, forse ho sbagliato). 

L'unica altra fonte di acqua ricevuta dalle piante è stata purtroppo in 2 occasioni (30 novembre e 8 dicembre) quando ho dovuto spruzzare neem e sapone molle che inevitabilmente cade dalla foglie sul terriccio, ma comunque non le ho innaffiate. Ho addirittura messo un ventilatore 2-3 ore al giorno per aiutarle ad asciugarsi, ma niente

Io le piante tendenzialmente ho imparato ad innaffiarle sulla base della consistenza delle foglie. Quando sento che non sono più robuste e cominciano ad essere flosce (senza esagerare ovviamente) le bagno. Non so se questa è una strategia valida, però proprio per evitare di innaffiare troppo ho scelto di non basarmi solo sullo stato del terriccio, che spesso sembra asciutto in superficie ma è zuppo in profondità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

La tua strategia di basarti sulle foglie é valida. Quella di inzuppare il terriccio al rinvaso un po’ meno, lo facevo anche io ma ho capito col tempo che così facendo finché le radici non esplorano il nuovo terriccio l’acqua ristagna e crea problemi. In più le radici tendono ad espandersi cercando fonti di umidità quindi con tutto il terriccio zuppo tarderanno ad espandersi. É per questo che hai trovato muschio sullo strato superficiale ma a mio avviso con l’argilla espansa hai solo “nascosto” il problema perché si utilizza proprio per evitare che evapora l’acqua in estate sotto il sole cocente. Ritengo che dovresti togliere l’argilla espansa e smuovere anche con una forchetta il terriccio superficiale nei vasi, le piante apprezzeranno! Il problema non é solo “quanta acqua dai” ma anche “per quanto tempo ristagna nel vaso”, nel tuo caso decisamente troppo, tanto da essere in estremo rischio di marciumi radicali o del colletto. Fosse la mia coltivazione, provvederei al più presto a rimuovere l’argilla e smuovere il terriccio ma se non sei convinto, aspetta altri pareri...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino

No, ma lo faccio subito! Non volevo assolutamente metter in dubbio il tuo parere, ci mancherebbe altro! Stavo solo spiegando meglio la situazione (anche un po' per giustificarmi forse ihihih). 
Quindi, rimuovo l'argilla, rimuovo i funghetti, smuovo il terriccio superficiale con una forchetta e cerco di coprire quanto possibile quando spruzzo la prossima volta neem e sapone molle! 

Grazie!

 

10 minutes ago, L0rdn40 said:

con l’argilla espansa hai solo “nascosto” il problema

Del resto occhio non vede cuore non duole! Almeno finché non si vedono risultati nefasti 🤣🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

Non c’è bisogno di coprire quando dai il neem, basta che fai asciugare bene e poi irrighi il giusto come hai fatto già! Comunque non per dire, ma faresti benissimo a mettere in dubbio la mia opinione come quella di chiunque altro qui, dicevo davvero se hai dubbi aspetta altri pareri, qui su nessuno é un professionista ma siamo tanti appassionati tutti alla pari, chi con più chi con meno esperienza ma io non sono nemmeno lontanamente tra i più esperti, sono solo uno che ha fatto tanti casini con le piante per “sperimentare” e quindi ha capito un po’ di cose! :yes:

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

Per il resto... Forse il ristagno di acqua e/o l’umidità ambientale (che a tal proposito sarebbe meglio misurare) hanno già fatto qualche danno... Le macchie che vedi sulle foglie potrebbero essere un inizio di batteriosi o patologia fungina non necessariamente grave. La buona notizia é che la soluzione é semplice ed universale: procurati del rame, possibilmente “ossicloruro tetraramico”, e cospargi per bene le foglie diluendolo con acqua in uno spruzzino, anche quelli tipo sgrassatore. E fai arieggiare il più possibile (il ricambio d’aria é fondamentale)! :thumbsup:

 

La deformazione delle foglie potrebbe avere la stessa causa ma in qualsiasi caso indoor è un problema trascurabile che capita.

 

Per il resto, non demoralizzarti, bellissimi i frutti e la tua coltivazione é comunque al di sopra della media del forum, per esperienza so che non é facile portare avanti una coltivazione indoor nel modo in cui lo stai facendo tu, le tue problematiche sono il minimo. Complimenti davvero @Chinensino!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino
57 minutes ago, L0rdn40 said:

basta che fai asciugare bene e poi irrighi il giusto

Il problema è proprio che non riesco a far asciugare il terriccio, per cui non so proprio quando mettere neem, ecc (e per questo avevo pensato di coprirlo, per non peggiorare ulteriormente la situazione). Per ora sto usando sia il condizionatore (con aria calda a 27°C), perché comunque la stanza è piccolina quindi basta poco per alzare la temperatura, sia un ventilatore a torre che butta aria su tutte le piante. Apro la finestra almeno una volta al giorno per il ricambio dell'aria, cercando di non esagerare per evitare che si abbassi troppo la temperatura.

Pensa che rimaneva talmente umido il terriccio che le foglie e i fiori caduti dopo qualche giorno cominciavano a fare la muffa (soprattutto per questo ho messo l'argilla nelle piante più soggette a caduta di foglie e fiori).

Un giorno in cui c'era particolarmente sole ho anche messo i due vasi senza argilla al sole sperando che un po' di acqua evaporasse, ma la manovra mi è servita solo a causare qualche scottatura alle foglie (non più tanto abituate al sole diretto) 🤣


Una cosa che avrei potuto provare sarebbe stata quella di irrigare dai sottovasi forse, però ho messo uno strato di 3 cm di argilla anche sotto, quindi non credo si possa fare. 

 

1 hour ago, L0rdn40 said:

sono solo uno che ha fatto tanti casini con le piante per “sperimentare” e quindi ha capito un po’ di cose

Penso che sia proprio questa la chiave per imparare, ma anche per mantenere alta la passione!  Non sai quanto mi è dispiaciuto cimare una delle due piantine di Carolina Reaper (anche perché cominciavano a vedersi le prime gemme), però ora ho due piante in partenza identiche che sono diventate completamente diverse, quindi 2 ottimi soggetti di studio. 

Ho anche provato a impollinare i fiori manualmente con vari metodi, dal dito, al cotton fioc, addirittura con una pinzetta, sia per aumentare i frutti, ma anche per incrociarli. Quasi tutto miseramente fallito 🤣 però l'importante è far tesoro dei propri errori proprio come hai detto tu! 

 

Per il resto, mi procurerò sicuramente il rame, cercando sempre di stare attento a non sovraccaricare il terriccio di acqua. 

 

Grazie per il supporto comunque 😍

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

Un’ultima cosa. Non sono necessari 27º, se riesci a mantenere nella growbox una temperatura minima di 14º-18º o meglio ancora quella ideale

di 20º - 23º di solito va più che bene.. Ma questa, é una tua scelta! Basta non andare sotto i 14º e sopra i 30º: nel primo caso si fermano fino a morire verso gli 0º, nel secondo crescono male fino a morire superati i 35º.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino

No ma infatti non la tengo tutto il giorno a 27°. La accendo 3-4 ore al giorno (soprattutto prima le ultime 2 ore prima che si stacchino le luci per la notte) in modo da mantenere la temperatura media intorno ai 20°, perché senza niente le temperature in casa purtroppo sono basse (12-13°) anche tenendo tutto chiuso. Qui a Roma l'ultima settimana ha fatto delle minime di 4-5° la notte, con un'umidità spaventosa in zona mia! 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
eleonora

Caspita,  mi sono persa il tuo topic, notevole per essere agli inizi,  poi hai nominato il peperoncino che amo più di tutti e questo ti fa salire di punteggio. 😍

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×