Jump to content
L0rdn40

Come realizzare Grow box “starter pack”?

Recommended Posts

L0rdn40

Grazie ancora della dritta, effettivamente la funzione minimo e massimo è importante per capire ad esempio la notte che temperatura raggiunge! Vado allora! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Se ho capito bene, alimenti tutto a 220V, giusto?

Io ho preso un termostato Inkbird ITC-306T 220V, che può essere programmato abbastanza finemente, anche con temperature diverse per orari diversi (ciclo giorno/notte), tenendo conto anche di isteresi ecc.

Ce ne sono anche altri modelli, con igrometro o con ciclo caldo-freddo (due prese, una che si attiva sotto una certa temperatura e un'altra che si attiva se viene superato un'altro valore, a cui potresti per esempio collegare le ventole/ventilatore).

Ci sono soluzioni più economiche, ma vanno assemblate e cablate.

A quello associo un'altro termometrino digitale tipo quelli da voi segnalati come controllo (ho anche dei vecchi termoigrometri meccanici  che usavo per il rettilario, di cui onestamente mi fido anche di più, che sposto all'occorrenza).

Per le luci utilizzo un comunissimo timer meccanico giornaliero, di quelli a ghiera.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40
5 hours ago, Frenzgyn said:

Io ho preso un termostato Inkbird ITC-306T 220V


Si, era tra quelli che stavo valutando! Precisamente questo

 

719192A3-AE80-4031-9970-CA2B49B19071.jpeg.2d6acb4f3aa890642feac4b6f56e8cb9.jpeg

 

Tu come ti regoli con riscaldamento e raffreddamento? Hai degli estrattori o solo un ventilatore? Il cavo riscaldante invece secondo me alla fine dovrò prenderlo perché a pensarci, a lampade spente senza riscaldamento secondo me scende troppo la temperatura ma avevo due dubbi:

  1. Quale si utilizza quello a 220V impermeabile? O quelli piccoli a 12V?
  2. Messo sul Mylar non rischio di fondere la growbox?

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

In alternativa al cavo stavo vedendo anche qualcosa del genere

 

414C1DA5-B0C3-4D96-BC5B-57815BC1A6EE.jpeg.e2ee35a81aaf39134ab697b34e7a15f7.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

Vorrei poi iniziare a vedere anche qualcosa per far germinare i semi in alternativa al modem! :D A differenza della growbox, in questo caso l’idea che mi piace di più é il set tappetino+portaminuterie+termostato a sonda. Quello che però mi lascia il dubbio é che io ho sempre forato il coperchio del contenitore dove far germinare i semi, devo forare anche il portaminuterie? O mi conviene anche in questo caso prendere un sistema già pronto (che altro non é che tappetino+termostato+serretta)? Voglio vedere tutto adesso perché vorrei tornare dalle vacanze con già tutto pronto ed iniziare una coltivazione perpetua già da settembre se é il caso! :lol2:

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

Allora, sta prendendo forma anche l'idea per il germbox. Prendo spunto da questo topic di Joefish.

 

 

L'idea è quella di procurarmi una scatola in polistirolo come questa https://amzn.to/2DhJ4lX (ovviamente senza comprarla, piuttosto prendo 1 kg di mozzarelle in confezione da viaggio con quei soldi e me la regalano).

 

Poi  piuttosto che giocare con le resistenze metterei dentro un tappetino o un cavo riscaldante coperto da sabbia e la classica scatoletta portaminuterie per far gestire il tutto da un termostato come questo https://amzn.to/30isonA così da avere tutto ordinato. Cosa ne pensate?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

@kapto queste luci sono mostruose! Ho attaccato l’alimentatore e non si era accesa (ha un leggero ritardo) quindi ho messo la faccia sopra per guardare cosa succedeva ed all’improvviso mi ha accecato che ancora vedo a puntini! :lol2:

 

4868F89E-8D57-467E-B18C-12DD44BCE4A1.jpeg.fefe9db28637d5bcadbbdbc3d9e15a58.jpeg

 

05A4DED8-41AF-446F-ABB3-B4DCEAAFF0FB.jpeg.a60db03e828a1d5aa079c079067eab5c.jpeg

 

Il luxometro non affidabile del telefono ad una distanza compresa tra il mezzo metro e il metro registrava questo valore per 1 lampada

 

FD471DED-AB86-4B1D-A3DE-9D78C504A703.jpeg.867595128b6b61fd343fffbd6fcb5e19.jpeg

 

 

Certo che Amazon é paurosa, ho ordinato ieri e già iniziano ad arrivare i pezzi.. A volte mi rammarico di utilizzarlo perché mi rendo conto che un commerciante con negozio non potrà mai competere, è impossibile. Io dal mio divano posso avere un catalogo infinito, confrontarmi con chi mi pare sulla scelta nelle ore in cui sono libero, ordinare e ricevere il prodotto il giorno dopo. Non solo, se non mi piace o non funziona se lo vengono a riprendere a casa e mi rimborsano senza fare troppe storie. Temo che in un vicinissimo futuro le cose saranno definitivamente capovolte rispetto a qualche decina di anni fa e cioè saranno le botteghe ahimè a diventare un modello economico di “nicchia” perché davvero, Amazon fa prima di me a procurarmi il prodotto, quindi non tanto per i prezzi ma perché se io avessi dovuto trovare il tempo di andare al negozio, cercare quello che ha il prodotto adatto, vedere cosa offre, chiedere pareri, tornare e acquistarlo beh, altro che un giorno, ci sarebbe voluto un mese! Amazon in definitiva, ha davvero avuto l’idea giusta al momento giusto, proprio quando le giornate della persona media diventavano sempre più frenetiche e le persone sempre più fraccomode nel tempo libero, ha inventato un modello di vendita perfetto. Scusate l’offtopic ma lavorando in proprio ed essendo laureato in economia, quando noto queste cose mi viene sempre da pensare. In questo caso specifico mi chiedo cosa dovranno inventarsi i negozianti per andare avanti. E non mi dite l’e-commerce perché in parte funziona pure ma entrare in quel settore vuol dire competere in maniera diretta con colossi come Amazon (anche sulla customer satisfaction, a mio avviso il punto di Amazon che con gli anni é diventato insuperabile).

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

No, non avevo approntato nessun sistema di ventole. Volevo attrezzarmi con un paio di ventole da PC, ma alla fine ho desistito, perché avrei dovuto prendere un alimentatore dedicato. Forse se trovo un modo decente per fissarlo compro un piccolo ventilatore, ma dipende sempre da che temperature riesco a reggere, perché il flusso d'aria mi ruba parecchi gradi.

Io ho utilizzato un cavetto da 80W  (220W) disposto a serpentina nella bentonite in un sottovaso rettangolare grosso più o meno come l'acquario, e poi sopra ne ho disposto un'altro con le piantine (con i dovuti spessori in base alla crescita delle piante, ecc, ma è un macello disporlo in maniera omogenea senza che si muova, non mi ha soddisfatto

La prossima volta pensavo di comprare un pezzo di rete delle giuste dimensioni con maglie di 2-3 centimetri e intrecciarci il cavetto dentro, in modo che sia tutto più ordinato, fisso e il metallo dovrebbe facilitare anche la difussione del calore. Sempre coperto con un inerte (la bentonite fa pure da "tampone" per l'umidità, se mi scappa dell'acqua con le innaffiature).

Non so se opterò per il mylar diamantato per rivestire i pannelli laterali, dipende dal budget, ma penso proprio che comprerò un panello di materiale termoriflettente da mettere sul fondo (seppure il polistirolo estruso su vetro comunque dia un buon isolamento).

Poi quando mi moriranno i faretti LED, magari cambierò approccio, ma visto che li avevo, devo sfruttarli.

Consigli per qualche ventilatore? Io ho bisogno di qualcosa di molto compatto, lo spazio è "limitato", circa 1m x 0.5m x 0.65m (altezza).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40
2 hours ago, Frenzgyn said:

Consigli per qualche ventilatore? Io ho bisogno di qualcosa di molto compatto, lo spazio è "limitato", circa 1m x 0.5m x 0.65m (altezza).


Io ho preso questo

 

https://www.amazon.it/dp/B01E5IS66M/ref=cm_sw_r_cp_api_i_hhkjFbDV0V7CX

 

ma per il tuo spazio ci vedrei meglio questo

 

https://www.amazon.it/dp/B086L41FQ3/ref=cm_sw_r_cp_api_i_IekjFbRNZXVZS

 

Meglio ancora una ventola da pc montata al contrario o con i poli invertiti, così prende aria da fuori e facilità anche un minimo di ricambio. Ottima opzione quella di prendere una ventola 12V e montarla a 5V per farla girare lentamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

Allora, per il riscaldamento credo di aver trovato una soluzione che massimizza praticità ed efficacia. L’idea é di prendere una ventola tipo questa

 

908C1C71-CB9A-46B0-A0D0-FE2DE0FB7B89.jpeg.1081050ce2fd9ec656203ade7a396363.jpeg

 

Montarla su di una scatoletta elettrica ermetica e siliconare dietro la scatoletta un tubo in PVC da 100mm. Questa “complicazione” nasce dal fatto che, benché a 24v, non vorrei mettere una ventola riscaldante elettrica nella growbox. Quindi utilizzando questo arrangiamento potrei mettere la ventola esternamente sulla scatola elettrica ed incanalare il flusso di aria calda all’interno tramite un tubo in PVC. Il bello di questa ventola é che ha due alimentazioni diverse per il movimento della ventola e per la piastra riscaldante. Con l’aggiunta di un interruttore sulla linea della piastra potrei creare una sorta di modalità “inverno” ed “estate”. Cosa ne pensate? Essendo leggerissima, soli 150g, se dovesse essere poco potente potrei montarne anche 2 su di una scatola elettrica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

La mia idea sta evolvendo, piuttosto che su di una scatola elettrica la monterei su questi tappi siliconati al tubo! Infatti la ventola é 6x6 e se la memoria non mi inganna dovrebbe essere possibile inscriverla nella circonferenza di un cerchio raggio 5cm (il tubo é da 10cm). Lo confermerebbe anche la distanza dei fori, 8 cm in diagonale rispetto al diametro del tubo di 10 cm (c’è anche margine di errore).

 

1698AC60-6D58-4BBD-AEC6-27D23E59C3D4.jpeg.7b662c28778edf6aaf6c37f00198e46d.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

Allora l’idea al momento é questa. 2 tubi leggeri diametro 100mm lunghezza 25mm, 2 tappi, 1 ventola riscaldamento ed 1 ventola da pc, entrambe da 60mm. Assemblo entrambi come sopra. Per sicurezza metterò una guarnizione termica a quella a caldo. Collego al foro in basso quella riscaldante (il caldo sale) ed al foro sopra quella del pc (con flusso di aria in ingresso così spara sulle lampade in caso di necessità). Ora l’unico dubbio é che fondamentalmente sono tutti aggeggi poco potenti, perciò voglio un attimo prima rendermi conto delle dimensioni della growbox e poi ordino. Il tutto controllato da un termostato caldo/freddo. Per ora bypasserò l’umidità perché dopo varie letture non lo ritengo un aspetto fondamentale nelle nostre coltivazioni, concordate? In alternativa potrei realizzare lo stesso sistema in estrazione collegato ad un igrometro..

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40

Tutto il materiale base per la grow box é arrivato. Ci sono state evoluzioni per quanto riguarda il riscaldamento, eviterò la ventola e opterò per un cavo 100w da 6 metri Impermeabile interposto tra due tappetini di gomma forati come questo

 

FA95E3FA-6587-4C75-B4C6-9AB95AA5EA52.jpeg.5506de4cde7aaae2b06786deb0843fbb.jpeg

 

Per ora non credo che prevederò sistemi di estrazione e ventilazione, mi limiterò al piccolo ventilatore a clip ed una finestrella aperta. Ho fatto diverse ricerche e la configurazione attuale della growbox non dovrebbe necessitare di null’altro. Tuttavia ho già un paio di idee in caldo nel caso dovesse servire. Il riscaldamento ha importanza relativa e serve solo dal momento che ho intenzione di coltivare tutto l’anno, l’obiettivo é ottenere frutti per dicembre-gennaio indoor, sopratutto un paio di esperimenti che voglio portare avanti tra cui l’incrocio chiltepin x cheiro roxa che conto di coltivare in F2 la prossima estate, il mutante ed incroci che farò con esso per studiare come e se si trasmette questo gene. Che dire, ho la grow box da ieri e la sento già stretta per tutte le idee che ho, mi sa che urge portare avanti il discorso grow room per il prossimo futuro (ricordo che ho una stanza già predisposta per l’areazione, devo solo convincere la mia compagna che quello non sarà un bagno a servizio della tavernetta, il quarto bagno in casa tra l’altro, ma la mia grow room).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×