Jump to content
gianni48

Anno 2020

Recommended Posts

gianni48

DSC00812.JPG.3ec70b6a622c8ddd49a37f2b9f020998.JPG

Questi sono i frutti dei tre Capsicum baccatum che ho coltivato per farcirli.

A sinistra l'Aji Rojo PF  pochissimo piccante, con pericarpo spesso, croccante, dall'ottimo sapore da crudo e facile da farcire.

Al centro un Bishop Crown (cappello del vescovo) che crudo è come il precedente ma meno adatto ad essere farcito; due anni fa avevo coltivato questa varietà e i frutti erano più regolari, cioè con protrusioni meno accentuate, pià piccanti e più facili da farcire.

A destra uno Starfish Jellow che nella forma assomiglia all'Aji Rojo PF anche se più piccolo e con pericarpo più sottile; il pericarpo è dolce ma i semi e la placenta sono piccanti (troppo per me); è difficile da farcire perchè non c'è molto da scavare al suo interno.

Concludendo, secondo me l'Aji rojo PF vince su tutti i fronti :)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

Aji Ayuyo, un C. baccatum ornamentale piccante.

1604498909_AjiAyuyo.jpg.30d5488935fd5a1f881b0efc3c1ad107.jpg

 

1685598744_AjiAyuyo2.jpg.20f9f4ef72e67798324ae3583b1fbf25.jpg

2034024508_AjiAyuyo1.jpg.48c641e8b99de453953321e8e1826ec7.jpg

34829199_AjiAyuyo4.jpg.879b4b06241772a4b86257352285281a.jpg

57288068_AjiAyuyo3.jpg.2d931426bbb1d25a258b8e19d2ff96bc.jpg

1228375332_AjiAyuyo5.jpg.0f8821fc1ea1947d8f32388a4fb4f647.jpg

752449416_AjiAyuyo6.jpg.4e35ad1d7eb73c33124212dac834d856.jpg

Possono essere farciti ma risultano molto piccanti.

637542463_AjiAyuyo9a.jpg.e43fa2782a1d0da016bf4882c7071596.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

Ho allevato due C. lanceolatum "ad alberello", e i rami presentano un numero maggiore di fiori e più allegagioni rispetto ai lanceolatum che ho lasciato crescere in modo spontaneo.

596115164_1alberello.jpg.853e6cdf0a7ee366300b6127b66815da.jpg

2.jpg.3924c8b406b016c57c60c305617f04a1.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

 Nello scorso anno ho coltivato in idroponica un Capsicum lanceolatum, che è ritenuta una pianta difficile soprattutto per quanto riguarda fioriture e allegagioni.

In questo video ho spiegato la tecnica e si nota che già nella bottiglia il lanceolatum presentava fiori e allegagioni:

 

Nella bottiglia si è sviluppato un apparato radicale molto abbondante come avviene nelle piante coltivate in DWC. 

3333.jpg.20a87f7fe9deb6808935157e9caa70e4.jpg

... e come si può notare sia dal video che da questa foto, la pianta ha prodotto fiori e frutti.

 

44444.jpg.4b02ae9af083de5e19c161dca5e71687.jpg

Ho tolto la bottiglia e ho trasferito tutto in un recipiente di maggiore capacità per vedere se il lanceolatum cresceva più rapidamente.

5555b.jpg.bf4248263c25b48526c3dd9edf74f313.jpg

 

6666.jpg.17993df8b2f9f7f2051fbe56e72bb1fa.jpg

 

7777a.jpg.5a203d0a570a3ed78353be014caab9ad.jpg

Dopo qualche tempo mi sono stancato della coltivazione in idro e ho voluto vedere se la pianta poteva essere trasferita in terriccio immergendo le radici in sospensione del terriccio in acqua e togliendo quindi l'acqua in eccesso.

La pianta ha sopportato benissimo il trasferimento, è nuovamente fiorita ed ha allegato:

8888a.jpg.b6b5e844a09f15ccfb35f94f4bbd62eb.jpg

 

 

Cresce bene anche se qualche foglia ingiallisce e cade (questo è normale nei lanceolatum coltivati in terra.

10-10-2020b-.JPG.557743b4276411fd0cb9a0f1060b5f45.JPG

Ecco alcuni stadi di sviluppo del fiore e un frutto.

Concludendo, questa esperienza dimostra che si può trasferire una pianta di lanceolatum da una soluzione idroponica DWC in terriccio. Sarebbe interessante vedere se questo vale anche per altre piante e se dà dei vantaggi.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
antoz
19 hours ago, gianni48 said:

 Nello scorso anno ho coltivato in idroponica un Capsicum lanceolatum, che è ritenuta una pianta difficile soprattutto per quanto riguarda fioriture e allegagioni.

In questo video ho spiegato la tecnica e si nota che già nella bottiglia il lanceolatum presentava fiori e allegagioni:

 

Nella bottiglia si è sviluppato un apparato radicale molto abbondante come avviene nelle piante coltivate in DWC. 

3333.jpg.20a87f7fe9deb6808935157e9caa70e4.jpg

... e come si può notare sia dal video che da questa foto, la pianta ha prodotto fiori e frutti.

 

44444.jpg.4b02ae9af083de5e19c161dca5e71687.jpg

Ho tolto la bottiglia e ho trasferito tutto in un recipiente di maggiore capacità per vedere se il lanceolatum cresceva più rapidamente.

5555b.jpg.bf4248263c25b48526c3dd9edf74f313.jpg

 

6666.jpg.17993df8b2f9f7f2051fbe56e72bb1fa.jpg

 

7777a.jpg.5a203d0a570a3ed78353be014caab9ad.jpg

Dopo qualche tempo mi sono stancato della coltivazione in idro e ho voluto vedere se la pianta poteva essere trasferita in terriccio immergendo le radici in sospensione del terriccio in acqua e togliendo quindi l'acqua in eccesso.

La pianta ha sopportato benissimo il trasferimento, è nuovamente fiorita ed ha allegato:

8888a.jpg.b6b5e844a09f15ccfb35f94f4bbd62eb.jpg

 

 

Cresce bene anche se qualche foglia ingiallisce e cade (questo è normale nei lanceolatum coltivati in terra.

10-10-2020b-.JPG.557743b4276411fd0cb9a0f1060b5f45.JPG

Ecco alcuni stadi di sviluppo del fiore e un frutto.

Concludendo, questa esperienza dimostra che si può trasferire una pianta di lanceolatum da una soluzione idroponica DWC in terriccio. Sarebbe interessante vedere se questo vale anche per altre piante e se dà dei vantaggi.


Provato anche io con C.pubescens, C.annuum, C.frutescens e C.baccatum, tutte hanno sopportato bene lo stress da rinvaso.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

Proverò con un carolina reaper e con qualche annuum, in bottiglia e poi in terriccio, senza passare per il recipiente più grande.

Share this post


Link to post
Share on other sites
nipotastro

Ero indeciso sul riprovare l'idro...

 

M'hai convinto!

 

Unica domanda: che nutrienti hai usato?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48
On 10/15/2020 at 7:31 PM, nipotastro said:

Ero indeciso sul riprovare l'idro...

 

M'hai convinto!

 

Unica domanda: che nutrienti hai usato?

 

 

Ho usato i nutrienti della linea Flora Series, secondo la seguente tabella, seguendo le indicazioni per la coltivazione SIMPLE.

 

13808430_tabellaidro.jpg.5d25176fb65385d7bce3a081428a0122.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

L’acqua deve essere priva di agenti patogeni o metalli pesanti.
Altro fattore da controllare è la durezza, che è principalmente dovuta alla quantità di calcio e magnesio disciolti. i L’EC di partenza dell’acqua non dovrebbe superare i 300 microsiemens/cm o 0,3 ms/cm.
Se il valore di EC fosse maggiore è consigliato l’uso di un sistema ad osmosi inversa, capace di filtrare l’acqua dai sali minerali presenti riducendo
notevolmente questo valore.

I livelli di EC in un sistema DWC, soprattutto all’inizio, devono essere mantenuti più bassi, questo eviterà il rischio di un blocco nell’assorbimento, eventuali stress all’apparato radicale con il conseguente rallentamento della crescita.

In generale si consiglia un dosaggio più basso del 30 o 50% rispetto a quelli indicato sulla scheda dei fertilizzanti che vedete qui sopra e all’inizio della coltivazione l’EC è bene che non superi di più di 500 microsiemens/cm quello dell’acqua utilizzata.

Il pH deve essere contenuto all’interno di un range che va da 5.5 a 6.5.

Share this post


Link to post
Share on other sites
nipotastro

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

Ho passato una manciata di chiltepin nell'estrattore ho condito della pasta con del sugo di pomodoro al quale ho mescolato una goccia della parte liquida e dell'altra con sugo di pomodoro mescolato con un cucchiaino della parte solida.

estrattore.jpg.985c285cae858270281ea4bae1d65f6c.jpg

 

La parte liquida è piccantissima e ne basta una goccia per rendere piccante il sugo per due piatti di pasta; la parte solida che contiene i semi e le fibre, contrariamente a quanto pensavo, non è molto piccante ed da' al sugo un sapore più gradevole.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×