Jump to content
Oban

Lazzaretto Abruzzese X Naga Myanmar (Caspicum annuum x Capsicum chinense)

Recommended Posts

Oban

Creatore dell' incrocio (Breeder): Oban

 

Capsicum annuum LCapsicum chinense Jacq.

Lazzaretto Abruzzese X Naga Myanmar o nome da definire in futuro. 

Incrocio interspecifico tra 2 varietà di specie domesticate distinte effettuato da @Oban nel corso della stagione 2019.

 


Varietà madre (P1): Lazzaretto Abruzzese

La pianta madre coinvolta nell'incrocio è nata da semi puri di questa cultivar stabile, caratterizzata da frutti lunghi, talvolta contorti, croccanti e abbastanza succosi, di piccantezza media:

 

     

    Varietà padre (P2): Naga Myanmar

    La pianta padre dal quale si è prelevato il polline è un SuperHot indiano caratterizzato da frutti a forma di cuneo, rugosi, con una colorazione Light Green dei frutti acerbi e rossa a maturazione avvenuta, di piccantezza estrema.

    La pianta è nata da semi puri prodotti nel 2018, ulteriori informazioni sulla varietà sono disponibili qui:

     

     

    Creazione dell' incrocio

    Per eseguire l'incrocio ho applicato il "metodo di Pixie".

    Sulla pianta madre (P1) ho selezionato più di un bocciolo ben sviluppato ma non ancora aperto, rimosso con l'ausilio delle pinzette prima i petali che costituivano il bocciolo, poi ho operato una emasculazione manuale del fiore, rimuovendo le antere e facendo particolare attenzione che non avessero già prodotto del polline.

    Prelevato il polline dai fiori della pianta padre (P2), precedentemente isolati con organza per evitare che gli insetti impollinatori potessero apporre e mescolare polline proveniente da altre piante adiacenti.

    Ho impollinato i fiori demascolinizzati di P1, trasferendo il polline raccolto dai fiori di P2 sullo stigma dei fiori di P1.

    Ho isolato i boccioli appena impollinati di P1 con un ulteriore sacchetto di organza per escludere qualsiasi ulteriore impollinazione futura da parte degli insetti pronubi.

    Ad ogni modo la progenie mostra inequivocabilmente la riuscita dell'incrocio con la presenza nelle piante F1 di caratteri intermedi tra le piante P1 e P2 di due distinte specie di Capsicum appartenenti alla stessa clade, come il portamento della pianta, più eretto e meno compatto del C.chinense che lo ha generato, unito ad altre caratteristiche intermedie fra le due specie.

     

    Ulteriori approfondimenti qui:

    • Aniel Kumar, O., Panda, R.C. & Raja Rao, K.G. Cytogenetic studies of the F1 hybrids of Capsicum annuum with C. chinense and C. baccatum . Theoret. Appl. Genetics 74, 242–246 (1987). https://doi.org/10.1007/BF00289975
    • Lanteri, S., Pickersgill, B. Chromosomal structural changes in Capsicum annuum L. and C. chinense Jacq.. Euphytica 67, 155–160 (1993). https://doi.org/10.1007/BF00022739

     

     

    Obiettivi dell' incrocio (criteri di selezione per le generazioni successive fino alla stabilizzazione)

    Ottenere in futuro un frutto dalle caratteristiche tipiche del Lazzaretto ma con note aromatiche ed organolettiche tipiche dei SuperHot indiani e una piccantezza superiore a quella del C.annuum.

    La prima prerogativa è quindi quella di selezionare frutti dotati di buone caratteristiche organolettiche, possibilmente croccanti e di piccantezza molto alta, di forma allungata e con un minimo di rugosità dell'esocarpo.

    La colorazione dei frutti è necessariamente di colore Rosso, in F1 come nelle prossime generazioni filiali che verranno ottenute per replicazione in purezza dei semi.

    Da valutare invece il colore dei frutti acerbi che è sensibilmente diverso in P1 e P2, rispettivamente verde e "Light Green". 

     

    Verificare empiricamente se gli incroci reciproci tra gli stessi individui delle due linee parentali P1 e P2, generano risultati identici e siano compatibili fra loro, essendo specie di Capsicum distinte sebbene appartengano alla stessa clade, la Annuum clade.

    In questo caso l'incrocio reciproco è rappresentato dal Naga Myanmar X Lazzaretto Abruzzese che è stato generato con le medesime linee parentali (P1 e P2) ma ha generato risultati sensibilmente differenti nella progenie F1 con piante dall'aspetto rachitico, con foglie filiformi ed una crescita stentata.

     

    Storia della selezione finora operata

    Nel 2020 sono state coltivate e documentate x piante:

    Share this post


    Link to post
    Share on other sites

    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

    ×