Jump to content
Oban

Oban 2020

Recommended Posts

Oban

Sono alla settima stagione documentata sul forum PF, sebbene veda questi anni trascorsi come un lungo percorso fatto di fianco a voi, un unico periodo trascorso assieme, senza soluzione di continuità. :friends:

 

Nemmeno il tempo di archiviare la stagione appena conclusasi, più lunga che mai, di estrarre gli ultimi semi dai frutti ottenuti in autunno, che sono partito con la nuova semina 2020.
Al solito il periodo propizio per la posa su Rockwool dei primi semi è, per me, quello natalizio.

 

Vi illustrerò man mano le prime piantine ottenute, in attesa che arrivino altri semi dall'Associazione PF, ho seminato quelli autoprodotti o semi commerciali particolarmente vecchi con l'intenzione di replicarli in purezza.

Per stilare una lista definitiva quindi ci vorrà del tempo, se non dovessero nascere radichette dai pochi semi, quelli più datati, inserirò altre varietà per collimare la lista con miei gusti e necessità.
Sono soddisfatto di quanto finora ottenuto ma attendo con ansia le nuove nascite, sebbene confido di avere tempo fino ad inizio Maggio per far nascere nuove piantine e raccogliere i frutti a fine stagione.

 

Coltiverò una pianta per varietà per quanto riguarda le cultivar classiche, più di un individuo nei casi di incroci che meritano un'attenta valutazione, sebbene lo spazio a disposizione sia sempre limitato.
Ho solamente una pianta a svernare in casa e qualche altro Wild Capsicum, dovranno sopravvivere a temperature prossime allo zero, sebbene siano al coperto.

 

Per gli obiettivi stagionali, oltre a quelli che mi hanno sempre contraddistinto, mi basta migliorare le tecniche di coltivazione ed arrivare a fine anno osservando lo stesso entusiasmo che si respira in questo periodo di fermento per il forum, fatto di piccoli sogni e grandi speranze per la stagione che verrà.

 

Day Zero!

Oban 2020 - 0001.jpg

  • Like 19

Share this post


Link to post
Share on other sites
Squawk

Buona coltivazione! Si impara sempre qualcosa di nuovo leggendo i tuoi post, seguirò con attenzione :)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vincer

Ciao Daniele...buona coltivazione 2020!!!

 

Ciao

Vincenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
RocotoD

Buon inizio Daniele!

Dario

Share this post


Link to post
Share on other sites
MatteoPetrioli

Ciao Daniele, fremo nel leggere la tua coltivazione è sempre ricca di informazioni e consigli utili :D 

Share this post


Link to post
Share on other sites
leo72

Buona coltivazione!

Share this post


Link to post
Share on other sites
chocolatorang

Buona coltivazione

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frenzgyn

Buon inizio e che l'entusiasmo non ti abbandoni mai!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rapace

In bocca al lupo per la coltivazione 2020 !

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

che dire?????

 

image.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pr0digal_son

in-bocca-al-lupo-3.jpg

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
DaMNeD

buona coltivazione 2020!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed

in bocca al pepper per questa stagione Daniele!

Share this post


Link to post
Share on other sites
lautodidatta

Non hai certo bisogno degli auguri per la nuova stagione

Sai perfettamente dove sei, dove vuoi andare e soprattutto come arrivarci.

Un thread da seguire per svariati motivi.

 

Un saluto.

P.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Solerosso

Ciao Obam, Buona coltivazione.

Un paio di domande, parli di semi datati.  Per quanto tempo i nostri semi messi da parte in precedenza possono risultare ancora attivi? 

Poi, hai notato differenze nella semina su substrato ( scottex o Rockwool) rispetto al terriccio?? Parlo di tempi di germinazione.

Grazie  Roberto

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf
28 minutes ago, Solerosso said:

Per quanto tempo i nostri semi messi da parte in precedenza possono risultare ancora attivi?

 

L'anno scorso mi sono germinati semi (di C.annuum) del 2008, conservati in frigo solo a partire dal 2015 circa.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
eleonora

Che dirti Daniele? Posso solo leggere e imparare da te. Quindi buonissima coltivazione.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
eleonora

Ecco cosa volevo chiederti,  io ho comprato i cubi di lana di roccia,  vanno messi a bagno per 24 h o è una leggenda metropolitana?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Grazie a tutti, ragazzacci!

Coltivare quella solita mezza dozzina di piante è molto più stimolante per me, se le documento su questo forum, con voi!

 

4 hours ago, Solerosso said:

Un paio di domande, parli di semi datati. 

Ne parlerò sicuramente nei prossimi post di presentazione delle varietà coltivate, il tempo di riorganizzare foto, dati e pensieri.

Vi anticipo che ci sono state delle sorprese positive da semi che consideravo ormai poco vitali, per come li avevo conservati senza alcuna precauzione per 5 anni, in casa in estate ed inverno a temperatura ed umidità ambientale variabile.

 

4 hours ago, Solerosso said:

Per quanto tempo i nostri semi messi da parte in precedenza possono risultare ancora attivi? 

Sicuramente dipende dalla qualità dei semi prodotti ma sopratutto da come vengono conservati, tuttavia le variabili che influenzano la germinazione del seme sono molte.

Basti pensare a quelli ascrivibili al setup, alcuni parametri sono rilevabili da noi coltivatori amatoriali e possono essere modificati, come la temperatura e l'umidità, altri no o non sono rilevabili i dati, come la presenza di luce o ossigeno, così come le sostanze ormonali che ne regolano la dormienza.

 

Aggiungi la variabilità tra un seme e un altro, quelle tra una varietà e un'altra ed infine quelle tra una specie di Caspicum e l'altra e la risposta è tutt'altro che banale ed univoca.

 

Ogni caso è a se quindi, ma di sicuro non considero vecchi, semi prodotti 3 anni prima e conservati a temperatura ambiente, generalizzando li definirei come tali, dopo i 5 anni e si può assistere un decremento della germinabilità.

Talvolta germinano dopo più giorni ed hanno una spinta vegetativa più bassa, non resta che provare.

 

Se invece mi riferisco ai NOSTRI semi, intesi quelli disponibili presso l'Associazione Pepperfriends e che sono conservati in un frigorifero dedicato proprio per questo motivo, a temperatura e umidità controllata, la vitalità può essere anche più alta.

 

Ad ogni modo, basta provare a farli germinare adottando le pratiche più consone per le proprie abilità e disponibilità...e sperare!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban
5 hours ago, Solerosso said:

Poi, hai notato differenze nella semina su substrato ( scottex o Rockwool) rispetto al terriccio?? Parlo di tempi di germinazione.

Per una serie di vantaggi non indifferenti, ho preferito di gran lunga la semina su scottex prima e su lana di roccia (Rockwool) negli ultimi anni, non ho dati per fare un confronto o altre valutazioni.

 

Di sicuro prima di cestinare i semi non germinati nel giro di qualche settimana, si possono provare ad interrare.

Per alcune specie di Capsicum wild può essere utile provare ad interrarli subito ed aspettare una sorpresa, tuttavia non ho mai coltivato specie così difficili e nella maggiorparte dei casi avevo semi di ottima qualità, provenienza PF, non è mai stato necessario tentare questa strada finora.

 

2 hours ago, eleonora said:

Ecco cosa volevo chiederti,  io ho comprato i cubi di lana di roccia,  vanno messi a bagno per 24 h o è una leggenda metropolitana?

Il Rockwool è un materiale inerte che noi impieghiamo esclusivamente come supporto per la germinazione dei semi, proprio per la capacità di imbibirsi immediatamente e non marcire nel tempo come fa la carta.

 

Lo bagni immediatamente prima della posa dei semi, semmai sono questi ultimi che possono essere messi in ammollo in acqua per alcune ore, dopo un'accurata disinfezione con metodi chimici, non con l'ultimo rimedio della nonna, come può essere la camomilla.

Quest'ultima si, che è una leggenda metropolitana, una metodica priva di fondamento scientifico.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Sebbene fossero quasi tutti semi autoprodotti, estratti da frutti nati su piante sane che ho coltivato per mesi, una semina con così poche varietà mi ha permesso di fare un'accurata disinfezione dei semi, pratica ben più impegnativa e a rischio errori di mescolamento, se si seminano assieme decine di cultivar distinte.

 

Tuttavia un'accurata disinfezione è sempre consigliata, anzi imprescindibile, considerando il tempo e le le risorse che dedichiamo successivamente alle nostre piante.

 

Ho optato per la procedura con TSP, il Sodio Fosfato Tribasico:

On 2/5/2018 at 2:47 PM, joefish said:

Come per le altre prime piante e' stato fatto il trattamento il 31/12/2017, con la procedura di disinfezione indicata al congresso dalla Dr.ssa Tomassoli,

ovvero prima disinfezione in TSP 10% peso/volume,  (TSP: Sodio Fosfato Tribasico, Na3PO4) per 30 minuti, risciascquo in acqua e nuova 

disinfezione per due ore con successivo lavaggio e ammollo in acqua per 24 ore.

 

Ulteriori informazioni preziose le trovate in Trattamenti dei semi Pre-Semina / Pre-Germinazione.

Un articolo molto interessate in riferimento ad alcune metodiche che adottiamo è quello pubblicato dall' AVRDC, lo allego:

 

AVRDC - Suggested Cultural Practices for Chili Pepper.pdf

  • Like 3
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Day 4!

A distanza di 93 ore dalla semina iniziano a spuntare le prime radichette.

In posizione 2 semi di C.annuum, 4 e 5 due diversi incroci interspecifici tra specie coltivate appena prodotti, nel 2019.

Anche quelli in posizione 6 e 7 sono stati estratti sul finire del 2019, sono semi di C.pubescens prelevati da frutti raccolti totalmente acerbi e poi maturati in casa, nel giro di qualche settimana, ottima vitalità e tempistiche in linea con i semi estratti da frutti ben maturi, ovvero la quasi totalità di quelli che estraggo normalmente.

 

In posizione 3, i semi malformati, sottili e certamente poco vitali, sono di Shabu Shabu X Lazzaretto Abruzzese (F1) devo aver una maledizione con questo incrocio che tento di effettuare e coltivare da almeno 3 anni, sempre senza successo.

L'ultimo a destra è occupato da un Rocopica, qui avevo messo pochi semi, colto da ansia capsica ho aggiunto anche gli ultimi che avevo prodotto.

 

Non coltiverò C.baccatum quest'anno, ottengo sempre piante troppo grandi e produttive per le mie attuali esigenze.

Oban 2020 - 0002.jpg

  • Like 8

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alexrm

Buona coltivazione :friends:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Solerosso

Grazie per le risposte Lonewolf e Oban. 

A dire il vero avevo provato alcune settimane fa a mettere dei vecchi semi su scottex, ma forse perchè sono imbranato o non sò.. come risultato avevo sempre lo scottex secco pur bagnando anche 2 volte al giorno. Probabilmente ho messo poco scottex e per questo si asciugava frequentemente, la temperatura era di 29 gradi.

Probabilmente con la lana di roccia si ottengono risultati migliori visto lo spessore più alto..

Comunque alla fine ho buttato tutto perchè dopo 2 settimane non era germinato nulla... 

Roberto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf
9 hours ago, Solerosso said:

Probabilmente con la lana di roccia si ottengono risultati migliori

 

:yes: perché non si asciuga ...

 

9 hours ago, Solerosso said:

ho buttato tutto perchè dopo 2 settimane non era germinato nulla

 

Due settimane sono un tempo troppo breve per semi vecchi.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×