Jump to content
L0rdn40

Mantenimento valori di zinco e ferro con rimedio fai da te

Recommended Posts

L0rdn40

Buongiorno. Scrivo per sfatare o confermare un altro mito riguardante una pratica “antica”. Mia nonna mi ha raccontato che oltre l’immancabile fondo del caffè un tempo era usanza predisporre un secchio con dell’acqua in cui venivano gettati scarti metallici di ogni tipo e, quando l’acqua diventava marrone, veniva utilizzata per innaffiare. Da qui é partita la mia ricerca online e da quanto ho capito questa usanza serviva ad apportare zinco e ferro alle piante quando i concimi non erano ancora diffusi o comunque poco utilizzati per questioni economiche. Oggi ovviamente un’integrazione di zinco e/o ferro si può fare a poco prezzo, tuttavia nelle mie ricerche mi sono imbattuto in persone che ritengono di aver eliminato il problema delle foglie gialle inserendo nel terreno sin dall’inizio qualche chiodo di ferro e uno galvanizzato. Insomma, pare che non sia una soluzione a carenze di questi macronutrienti ma che possa prevenirle. La domanda é questa: secondo voi è possibile che questo rimedio possa mantenere stabili i livelli di ferro e zinco nel terreno? Ancora, non mi pronuncio sullo zinco, ma l’ossido di ferro pensate possa essere assorbito dalle piante? Io sapevo che era necessario fosse sotto forma di chelato... Insomma, i nostri nonni perdevano tempo con il secchio dei ferri vecchi o davvero si possono apportare anche in questo modo ferro e zinco? E potrebbe funzionare anche la più pratica soluzione chiodo come prima descritta?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×