Jump to content
Toolshed

Toolshed 2019

Recommended Posts

Toolshed
19 hours ago, RocotoD said:

Perché intruso? Ha foglie non scure?

 

 

beh, no. in linea teorica no (il "black" è riferito al colore scuro del frutto).

 

19 hours ago, chocolatorang said:

 

È nata dai i miei semi?

 

la mia dell'anno scorso era un po differente. Probabile che non sia ancora stabile, anche questo è un'incrocio che Vladan donò all'associazione.

 

 

certo caro è nata dai semi tuoi.

io ancora non mi fascio la testa, considera che quasi tutte le piantine son venute su con i cotiledoni scuretti. Secondo me dipende dal fatto che ho montato i LED nuovi, pur tenendoli più lontani dalle piantine rispetto ai vecchi neon, mi si stanno abbronzando tutte.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish
10 hours ago, Toolshed said:

LED nuovi

nuovi perche' sono diversi dai precedenti o solo perche' sono led non utilizzati ancora?

quali sono?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guitarman

Gran belle piante Dario, e molte varietà interessanti! 

Seguirò con attenzione il Big Jolokia Lemon e il Naga Cappuccino, sia mai che non finiscano nella mia lista 2020... ;)

Grande, continua così!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed
10 hours ago, joefish said:

nuovi perche' sono diversi dai precedenti o solo perche' sono led non utilizzati ancora?

quali sono?

 

sono dei led acquistati quest'anno, fino alla scorsa stagione avevo utilizzato sempre gli stessi neon, sostituendone qualcuno di stagione in stagione.

 

ti metto una foto sotto delle specifiche, foto rubata a @lautodidatta al quale ho anche rubato l'idea del modello da utilizzare, dopo aver osservato gli ottimi risultati conseguiti.

 

 

post-5218-0-63712400-1486220821.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
lautodidatta
33 minutes ago, Toolshed said:

dopo aver osservato gli ottimi risultati conseguiti.

 

Beh, in quanto a risultati tu non scherzi affatto. :)

 

P.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed

Piccolo aggiornamento,

Purtroppo non positivo! 

 

Le piantine stentano a crescere ed in particolare a mettere su la seconda/terza coppia di foglie. 

 

Ho confrontato lo stato attuale con foto dello stesso periodo dello scorso anno e la differenza è evidente. Noto anche un certo ritardo nel radicamento; ricordo invece tutti gli anni, proprio nelle primissime fasi, uno sviluppo velocissimo nell'invadere il fondo del bicchierino da caffè prima, e quello da 0,2 l poi. 

 

Purtroppo negli ultimissimi giorni ho notato segnali inequivocabili quali principi di ingiallimento e caduta di cotiledoni, cosa inusuale in questa fase.

 

Ora, considerando che:

 

- temperatura, spazio, umidità, irrigazione, non possono differire significativamente dagli anni passati;

 

- il terriccio è sempre quello (specifico da semina carestosissimo) degli altri anni, e lavorandoci non ho avuto minimamente l'impressione di un cattivo stato del medesimo;

 

- l'unica cosa che ho cambiato sono state le lampade, ma ben funzionanti (o perlomeno le piantine non hanno minimamente filato), con caratteristiche uguali ai neon degli altri anni, nonché testate con successo da altri pepperfriends;

 

Quello che sembra rimanere fuori è l'acqua di irrigazione. Possibile che per qualche motivo l'aciditá sia significativamente diversa, tale da causare questi problemi?

Ricordo che varie volte nelle passate stagioni ho dovuto intervenire correggendo l'aciditá con del succo di limone, molto ad minchiam devo dire ma anche con buoni risultati. Quel che è certo è che mai era successa una cosa del genere così all'inizio della coltivazione.

 

Per chi ha avuto il coraggio di sorbirsi tutto il siluro, ditemi che ne pensate! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
kapto
53 minutes ago, Toolshed said:

Per chi ha avuto il coraggio di sorbirsi tutto il siluro, ditemi che ne pensate! 

 

Ho un problema simile dall'inizio della coltivazione di quest'anno :rolleyes: 

Non ho notato problemi nello sviluppo delle radici, ma caduta di cotiledoni e ingiallimenti precoci.

 

Hai misurato il PH dell'acqua che ti esce dal rubinetto?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
RocotoD

Anch'io quest'anno stò avendo alcune piantine che arrivano bene fino alla seconda coppia di foglie poi si bloccano, ingiallendo un pò cotiledoni e foglie; in alcune (in bicchierini da caffè) ho aggiunto un pò di concime pellettato sbriciolato e si stanno rinverdendo e sviluppando, ma penso che non sia dovuto del tutto al concime; comunque verificherò in seguito, ad alcune piantine bloccate non ho aggiunto nulla; ho scritto sui bicchierini dove ho concimato. Potrebbe essere che debbano sviluppare ancora bene le radici per nutrire quella quantità di foglie? Sono curioso del risultato, starò a vedere. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Una mia amica, quando eravamo giovani, coltivava lenticchie e ogni tanto le trovava inspiegabilmente 

morte. Alla fine si scopri' che il fratello ogni tanto versava acquaragia nella vaschetta :diablo:

 

 

Scherzi a parte, e' una cosa veramente curiosa. A meno che non ti stiano propinando acqua a pH 8 o peggio,

ma te ne dovresti anche accorgere lavandoti o bevendola, e' strano che l'imputato sia l'acqua.

Io ogni tanto acidifico ma in genere uso acqua del rubinetto che e' sicuramente a pH compreso tra 7 e 8, in media

7.4-7.5.

E grossi problemi non ne sto avendo. Il terriccio credo sia lo stesso, Plagron Lightmix, giusto?

 

In realta' per citare un nostro caro PF "si fa presto a dire led"

per quanto siano uguali a quelle viste in giro qui sul forum la certezza non ce l'hai finche' non si misurano, le etichette 

poi ... 

 

Cmq anche li' non vedo possibili cause cosi' devastanti.

 

Magari ..., forse ..., ehm ehm la prima idea e' quella giusta :lol2::lol2::lol2::lol2:

 

vediamo come va, manda qualche foto forse si sentono trascurate

 

 

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed

grazie intanto per le risposte.

 

11 hours ago, kapto said:

 

Ho un problema simile dall'inizio della coltivazione di quest'anno :rolleyes: 

Non ho notato problemi nello sviluppo delle radici, ma caduta di cotiledoni e ingiallimenti precoci.

 

Hai misurato il PH dell'acqua che ti esce dal rubinetto?

 

no non ho ancora misurato. tu lo hai fatto? come? hai poi risolto il tuo problema?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed
10 hours ago, joefish said:

 

Io ogni tanto acidifico ma in genere uso acqua del rubinetto che e' sicuramente a pH compreso tra 7 e 8, in media

7.4-7.5.

E grossi problemi non ne sto avendo. Il terriccio credo sia lo stesso, Plagron Lightmix, giusto?

 

In realta' per citare un nostro caro PF "si fa presto a dire led"

per quanto siano uguali a quelle viste in giro qui sul forum la certezza non ce l'hai finche' non si misurano, le etichette 

poi ... 

 

 

 

 

 

 

 

si il terriccio è sempre quello, usato sempre con ottimi risultati in passato.

per le lampade...se il problema fosse quello, non doveva palesarsi subito? all'inizio non ho notato niente di strano, le piante non hanno minimamente filato anzi erano tutte belle abbronzate.

 

quale dovrebbe essere un ph "giusto" per l'acqua di irrigazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban
58 minutes ago, Toolshed said:

quale dovrebbe essere un ph "giusto" per l'acqua di irrigazione?

Il ph del substrato e quindi dell'acqua di irrigazione dovrebbe essere subacido per far assimilare bene tutti i nutrienti dalla maggiorparte delle orticole, diciamo 6 ma considerando l'effetto tampone del terriccio puoi somministrare acqua con un range di ph che va da 5,5 a 6,5.

 

Credo che questa non sia la causa della crescita rallentata, semmai è una concausa, ma nemmeno così importante, a maggior ragione se le piante non mostrano segni di carenza o altre fisiopatie:

http://www.pepperfriends.com/forum/topic/14274-come-inserire-foto-nei-post/

 

 

Se sicuro di poter scartare così tanto facilmente la temperatura?

Le luci a LED non producono lo stesso calore dei tuoi vecchi tubi e a parità di temperatura ambientale, possono esserci anche 3-5 °C di differenza di temperatura sugli apici vegetativi, tutto questo si traduce in una crescita rallentata, anche se le piante sono in perfetta salute.

Questa eventualità l'ho testata personalmente in questi anni, quando la temperatura ambientale non era sufficientemente alta da poter osservare una crescita rapida.

 

Al di la dello spettro luminoso delle nuove lampade, hai provveduto a rimuovere le copertura di plastica che copre i LED?

Aiuterebbe a diffondere meglio la luce.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed

ciao Daniele e grazie per l'intervento.

 

no non credo sia la temperatura, alla fine è sempre tutto dentro casa, ma non è il rallentamento, di cui non mi sarei preoccupato, è l'ingiallimento a imparanoiarmi.

 

la plastichetta dai LED l'ho tolta, così come ho controllato i parametri (in particolare la temperatura di colore); a meno che quelli riportati non siano farlocchi.....

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish
4 minutes ago, Toolshed said:

alla fine è sempre tutto dentro casa

 

si questo e' vero, ma considera che anche io ho la lb (in legno) dentro casa e se hai la consorte freddolosa o se lo sei tu, bene che vada sei a 20-21 gradi.

Quando le luci sono spente la temperatura interna ed esterna coincidono. 

Quando usavo i tubi fluorescenti o le CFL dovevo usare le ventole per tenere la temperatura a livello piante sotto i 28-30 gradi.

Ora con il led (strisce led 8520 montate su lamiera) ho dovuto fare il contrario, ho messo due ventoline sottoalimentate per farle andare lente che prelevano l'aria calda

generata dalla dissipazione della lamiera e la buttano verso il basso. Cosi' sono riuscito a salire di temperatura ed avere 26-27 gradi in genere e 24-25 in questi giorni di vento freddo e spifferi in casa.

 

Senza queste ventoline avrei uno o due gradi in piu' rispetto alla temperatura ambientale, ma giusto perche' ho la LB in legno.

Tu che la hai di plastica resti li.

 

Capisco che tu dici che gli anni trascorsi hai avuto la stessa situazione, ma senza i led. 

Direi che ha ragione (manco a dirlo) @Oban , prova a misurare la temperatura interno/esterno e vediamo.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Epsilon
10 minutes ago, joefish said:

Ora con il led (strisce led 8520 montate su lamiera) ho dovuto fare il contrario, ho messo due ventoline sottoalimentate per farle andare lente che prelevano l'aria calda

generata dalla dissipazione della lamiera e la buttano verso il basso.

 

E' ovviamente soltanto un "pour parler" ma, giusto perché ne parlavo prima, chissà se consumerebbe meno un filo riscaldante? Visto che il delta di temperatura da raggiungere è molto basso, stiamo penso parlando di 6/7°C sarebbe probabilmente una bella lotta tra le due ventole sempre accese anche se sottoalimentate (4/5 W complessivi?!?) ed un piccolo filo riscaldante da 8/10 W collegato ad un termostato che interverrebbe, una volta portato in temperatura il sistema, solo ogni tanto per ripristinare lo status quo.

Sto però veramente discutendo del sesso degli angeli 😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
lautodidatta

Ciao Dario,

mi sento chiamato in causa e, per dovere di cronaca, espongo la mia esperienza.

Non sono molto meticoloso con attrezzature e misurazioni varie per portare tutti i parametri di coltivazione ai valori ottimali.

Dopo il primo anno dove ero varamente baraccato sotto una panca con le lampade sospese con il nastro adesivo e schermate con teglie da forno, ho montato quelle plafoniere a LED sullo scaffale che vedi nei miei thread per comodità e semplicità d'uso. Non ho fatto ragionamenti sullo spettro luminoso, troppo mentale per le mie esigenze. Ho controllato solo la temperatura di calore e la potenza. Mi sembrava andassero bene e che facessero al caso mio, dovevo solo aggiungere una spina (cosa alla mia portata :) ) e fissarle sullo scaffale.

La struttura è aperta. Un lato corto (45 cm) è fronte muro e uno lungo (60 cm) è appoggito a una libreria/scrivania, semi-aperto.

Non ho tolto la protezione di plastica alle applique, mi vanno bene così e non voglio rovinarle.

In casa la temperatura è di circa 21/21,5 gradi più o meno sempre.

Le applique non scaldano molto, ma quest'anno ho coperto i ripianii, che sono griglie, con le apposite protezioni di plastica sia per sicurezza (acqua che cade sulle lampade) che per stabilità dei vasi e vaschette. Questa cosa ha sicuramente fatto innalzare, seppur di poco, la temperatura sulle piante e nelle immediate vicinanze della struttura rispetto a quella dell'anno precedente quando avevo lasciato solo le griglie.

L'umidità... non saprei, non mi sono ancora attrezzato con un termoigrometro (lo farò prima o poi...). Metto una spugna intrisa d'acqua per ogni ripiano e la ribagno quando innaffio.

Non sarò certo a livelli di umidità ottimali, ma non ho spazio per altri strumenti.

Uso per il secondo anno lo stesso terrriccio da semina che stai usando tu, il Plagron Light Mix.

Irrigo con l'acqua del sindaco che, come potete vedere, ha un pH di 7,2.

1767517465_AnalisiacquaNovara.jpg.ed31e4093d7164940430ca635ef16578.jpg

 

La scorsa stagione avevo preso ad acidificarla con succo di limone per portare il pH a 6 circa. Non ho percepito questa grande differenza sulla crescita delle painte e "analizzando costi e benefici", per usare un'espressione d'attualità, quest'anno non l'ho più fatto.

 

A onor del vero, qualche ingiallimento fogliare l'ho anch'io, ma solo su poche piantine che soggiornano nei bicchieri da 200cc da quasi 2 mesi e che avrei già dovuto rinvasare. Sto tergiversando. Per queste me lo spiego così.

 

Per quel che mi rigurda, e con tutti i miei limiti, credo che lampade facciano il loro dovere, magari non sono il top, ma si difendono.

Tengo le piantine molto vicine alla fonte luminosa, 2 o 3 cm, quando non attaccate se non mi accorgo della crescita tra un'irrigazione e l'altra.

 

Sono sicuro di non essere stato di grande/alcun aiuto, come sono altrettanto sicuro che riuscirai a risolvere la situazione.

 

P.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed

nono invece sei stato di aiuto eccome, sono sempre più convinto si tratti di un problema di capacità di assorbire i nutrienti (dovuta al terriccio piuttosto che all'acqua di irrigazione) piuttosto che alle lampade, che secondo me funzionano alla grande.

 

entro questo fine settimana prenderò i primi provvedimenti, vi aggiornerò sui risultati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
luca1973

A me capitò una delle prime stagioni perchè le bagnavo troppo... non credo sia il tuo caso, non sei un coltivatore di primo pelo, quindi si qualche difficoltà nel assorbire tutti i nutrimenti è la causa più plausibile.... prova ad irrigare con un concime liquido "universale" completo in acqua con ph prossimo a 6.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed

fatto spesa.....

limoni a go go, bio grow e root juice della biobizz.

 

è davvero deprimente vedere (per la prima volta) le piantine in quello stato.

  • Sad 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
MatteoPetrioli
24 minutes ago, Toolshed said:

fatto spesa.....

limoni a go go, bio grow e root juice della biobizz.

 

è davvero deprimente vedere (per la prima volta) le piantine in quello stato.

Perdona la domanda, ma il root juice non si dovrebbe usare solo nelle prime 2 settimane di crescita?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed
1 hour ago, MatteoPetrioli said:

Perdona la domanda, ma il root juice non si dovrebbe usare solo nelle prime 2 settimane di crescita?

 

ma infatti le mie piantine pur essendo di quasi un mese, non dimostrano più di tanto....

Share this post


Link to post
Share on other sites
kapto
21 hours ago, Toolshed said:

fatto spesa.....

limoni a go go, bio grow e root juice della biobizz.

 

è davvero deprimente vedere (per la prima volta) le piantine in quello stato.

 

A titolo informativo, quelli della Biobizz consigliano di non acidificare l'acqua con i loro prodotti, ma di miscelare il prodotto e lasciarlo riposare una o due ore prima di annaffiare.

Il loro prodotti sono concepiti per lavorare con acqua  ph7/8, che poi viene stabilizzata dal prodotto stesso.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed

un'immagine vale più di mille parole

 

IMG_5421.JPG.af662599f9d31a9c2c0d27584a80c163.JPG

  • Sad 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

qui, pero' mi sembrano problemi ben piu' seri di quelli riconducibili a temperatura, terriccio o luce.

 

sono tutte cosi'???

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed

Foto della situa attuale.

 

A malincuore ho tirato fuori le piantine dalla light box e ho spostato tutto in ufficio.

 

20190302_114759.jpg.6f7e2dde919397bdeeb65afaaa05b6ab.jpg

 

In quella posizione prendono luce solare diretta per un'ora di prima mattina e dalle 11.30 fino al tramonto. Speriamo sia sufficiente, di più al momento non posso fare anzi mi sembra già tanto.

 

Ho dato insieme all'acqua di irrigazione un po' di root juice, se non ci restano secche prima ripeterò il trattamento i prossimi giorni aggiungendo anche dosi minime di bio grow. 

 

Sto incrociando non solo le dita ma tutto il possibile! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×