Jump to content
Sign in to follow this  
RocotoD

RocotoD 2019

Recommended Posts

RocotoD

Benvenuti nel mio nuovo post di coltivazione 2019!

Anche quest’anno per la coltivazione utilizzerò una lightbox ma di dimensioni maggiori rispetto la scorsa stagione per accogliere più piante ed avere la possibilità di farle crescere di più (trovate mio post nella sezione “Progetti”). La utilizzerò non solo per simulare condizioni ambientali ottimali per la crescita durante l’inverno ma anche come germbox vista la necessità di accogliere man mano i vasetti con i semi appena germinati. Al suo interno ho previsto una trappola cromotropica a fondo giallo per combattere eventuali insetti presenti.

Come ho potuto sperimentare nella scorsa stagione proteggerò le piante una volta outdoor dai primi raggi solari con del telo ombreggiante disposto verticalmente sul lato frontale della serra esposta a sud-sudest. In questo modo le piante ricevono luce diffusa dall’alto mentre quella diretta che impatta sul telo conferisce calore lateralmente (questo perché in primavera l’incidenza dei raggi solari non è ancora molto forte).

All’arrivo dell’estate e comunque quando le giovani piante si saranno abituate gradualmente ai raggi solari toglierò il telo verticale e lo disporrò sulla copertura della serra coprendola parzialmente per evitare un eccessivo surriscaldamento delle piante nelle ore più calde (l'incidenza solare sarà aumentata). In questo modo nella scorsa stagione le piante non hanno avuto forti carenze idriche né forte cascola. Inoltre, la serra sarà sempre protetta in copertura e frontalmente da rete antigrandine visto che dalle mie parti non mancano forti grandinate.

Per quest’anno ho provveduto alla progettazione dell’impianto d’irrigazione automatico per evitare l’onerosa innaffiatura manuale (basti pensare all’impermeabilità del terriccio una volta secco) ed avere umidità costante garantendo una crescita più omogenea senza scompensi.

In questa stagione coltiverò più o meno lo stesso numero di varietà rispetto al 2018 e ci saranno alcune piante svernate, di 1 anno o più che ho deciso di tenere per la loro bellezza e per fare qualche ibridazione. La nuova lista di coltivazione, in bozza già da qualche mese ed oggetto di alcune variazioni, l’ho stilata in base alla colorazione dei frutti ed alla particolarità della pianta; sempre e comunque in base a nuove varietà mai coltivate prima.

A breve proseguirò quì con le pubblicazioni della coltivazione del Rocoto manzano red già menzionato a fine coltivazione 2018 e successivamente posterò la mia lista 2019 contenente anche le specie “non pubescens”.

Buon inizio di coltivazione a tutti! ;)

Dario

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rapace

In bocca al lupo per la coltivazione 2019 !

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
lautodidatta

Utilizzando termini più adatti al vino, ti auguro un'ottima annata!

 

P.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
kapto

Complimenti Dario. Tutto ben organizzato fino ad Agosto  :)
Buona Coltivazione 2019 ;) 

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed

ottimi propositi, in bocca al pepper!

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Uno dei pochi che si attrezza preventivamente contro i danni causati da un'eventuale grandinata, encomiabile.

 

In bocca al lupo per la stagione 2019.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
RocotoD

Aggiornamento sulla nuova coltivazione, per ora concentrata sul Rocoto manzano red. Dai primi di gennaio darò il via alle restanti 22 varietà da seminare formate dalle specie C. annuum, C. baccatumC. chinense. In coda alla lista ci saranno 5 varietà da svernare.

Questa la prima nata che ha avuto il problema del disseccamento dei cotiledoni, causata probabilmente dalla troppa vicinanza al cavetto riscaldante (<10 cm), infatti erano anche alla stessa altezza e per irraggiamento c'è stata la "cottura" dei cotiledoni. Per il resto la plantula risulta ben ancorata al terriccio con visibili le prime piccolissime foglie vere che ahimè crescono lentissime (sembrano quasi bloccate).

100_2306.JPG.e9587e7d1722bd9118f5a28df369e870.JPG

 

Altra storia invece per seconda nata, in ottima forma in quanto allontanata preventivamente dal cavetto prima dell'insorgere dello stesso problema della prima (questo dimostra la soluzione al problema); essa presenta un accenno delle prime foglioline.

100_2305.JPG.265b5fe4b545743412cba8eab74bc50f.JPG

 

Per distinguere le piante utilizzo delle etichette in plastica ruvida sulle quali scrivo il nome a matita (indelebile alle intemperie) che arriveranno fino al vaso definitivo da 11L.

Le trovo molto comode dal fatto che non sbiadiscono e sono a bordo vaso senza doverle appendere alla pianta (impossibile nelle prime fasi di crescita).

Nella fase della semina utilizzo invece delle piccole targhette in plastica sulle quali annoto la varietà (sempre in codice per motivi di spazio) e il giorno di posa su scottex:

100_2269.thumb.JPG.d241c5a1e9eefaf81c616f805bdbc83f.JPG

 

Saluti!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
scotti

Ottima organizzazione,

buona coltivazione 2019

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
chocolatorang

Buona coltivazione.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hellas

Buona coltivazione!

 

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lucapsico

Buona coltivazione!

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alexrm

Buona coltivazione

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×