Jump to content
Sign in to follow this  
stefanet

SelfWatering

Recommended Posts

stefanet

Quest'anno sto pensando di adottare un nuovo sistema di irrigazione delle piante almeno per la prima fase di coltivazione. Valuterò poi se è il caso di proseguire con questo sistema che viene denominato self watering. Questo sistema consiste nell'innaffiare per capillarità tramite uno cordoncino.

 

A tal fine e per creare uno spessore tra 2 bicchieri da 200cc ho stampato con la stampante 3d un cilindro separatore

 

image.png.1e4239cc60f5e1b7901e039af89522e6.png

 

Ho provato il sistema che sembra funzionare:

 

SelfWatering.jpg.4c66b6cb7a68399b6430a771e99c4f1d.jpg2138990373_SelfWatering_Umidit.jpg.99118afd21d510177491052ffa03f769.jpg

 

1187078719_SelfWatering_Umidit2.jpg.1787a53d233566bc8f75df4db581b8b4.jpgSelfWatering_Funzionamenti.jpg.4d94631961d5d27e96e764eca532125b.jpg

 

Che ne dite potrebbe essere adatto? In teoria offre l'umidità necessaria al terriccio in modo costante ma non ha ristagno.

 

Attendo vostre idee e consigli in merito.

 

Ciao

SelfWatering.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Ingegnoso!

Faro' qualche prova simile anch'io.

Conviene provare "prima", senza piantine, per verificare se il terriccio rimane sempre adeguatamente umido.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanet
52 minutes ago, Lonewolf said:

Ingegnoso!

Faro' qualche prova simile anch'io.

Conviene provare "prima", senza piantine, per verificare se il terriccio rimane sempre adeguatamente umido.

 

E' quello che sto verificando in questo momento, ma da quello che vedo dovrebbe essere la sua peculiarità. Considera che il terriccio iniziale era leggermente umido in quanto era fuori in balcone.

Ogni tanto vado a vedere il livello dell'acqua all'interno del bicchiere base. Da valutare se conviene lasciarlo svuotare completamente o rabboccare a prescindere. 

 

Credo che la discriminante maggiore sia la lunghezza del cordoncino: io l'ho lasciato uscire dal bicchiere e quindi arriva facilmente fino all'apice del terriccio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Epsilon

Ti dirò di più: ho sperimentato il sistema per vedere se era possibile adottarlo per irrigare le piante sul balcone durante le vacanze estive.

Gli esperimenti erano andati anche bene ma il costo in cordoncino di cotone e la quantità d'acqua necessaria da stoccare alla fine mi hanno fatto propendere per il sistema di microirrigazione automatico che, alla fin della fiera, mi sarà costato una settantina di € contando che il 36% poi lo recupero in dichiarazione dei redditi (saranno solo una ventina di € ma fan sempre comodo e non vedo perché buttarli via).

Per i bicchierini dovrebbe andare molto bene ma l'unico rischio che potrebbe esserci è quello che si secchi la parte del terriccio più lontana dal cordoncino che in questo caso equivale a quella centrale in cui ci sono la maggior parte delle radici della piantina col rischio anche che diventi idrofoba... la parte di terriccio, non la piantina 😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
Epsilon
1 hour ago, stefanet said:

Considera che il terriccio iniziale era leggermente umido in quanto era fuori in balcone.

 

Il terriccio inizialmente DEVE essere umido se non intriso; altrimenti corri il rischio, come dicevo, che si vengano a creare zone idrofobe.

 

2 hours ago, Lonewolf said:

Conviene provare "prima", senza piantine, per verificare se il terriccio rimane sempre adeguatamente umido.

 

Mah... in realtà la piantina contribuisce in modo prevalente al prosciugamento del terreno per cui una prova senza piantina non mi sembra molto utile.

E' vero che se il terriccio secca senza piantina ovviamente lo farà anche con essa ma, secondo me, do quasi per certo che senza piantina il terriccio risulterà adeguatamente idratato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

per avere piu' uniformita' si potrebbero usare delle fettucce al posto dello spago oppure mettere il terriccio

in un cuoppetiello di cotone la cui punta finisce nel bicchiere sottostante.

 

L'idea e' ingegnosa, ma...

 

non si e' sempre detto meglio poca acqua che troppa?? Cosi' il terriccio sarebbe sempre molto umido.

 

Inoltre non si va troppo nella direzione del troppo automatismo? Stile before1971 (che e' ahime' sparito).

Capisco per i momenti di assenza ma dare acqua alle piantine e' sempre un momento di grande relax :) :pardon:

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanet
2 hours ago, joefish said:

per avere piu' uniformita' si potrebbero usare delle fettucce al posto dello spago oppure mettere il terriccio

in un cuoppetiello di cotone la cui punta finisce nel bicchiere sottostante.

 

L'idea e' ingegnosa, ma...

 

non si e' sempre detto meglio poca acqua che troppa?? Cosi' il terriccio sarebbe sempre molto umido.

 

Inoltre non si va troppo nella direzione del troppo automatismo? Stile before1971 (che e' ahime' sparito).

Capisco per i momenti di assenza ma dare acqua alle piantine e' sempre un momento di grande relax :) :pardon:

 

 

 

Si è vero che il momento di innaffiare le piante è un momento di relax, ma è anche vero che se si trova il giusto equilibrio (per evitare l'eventuale eccesso d'acqua) è di una facilità estrema e ti lascia maggiore tempo per la loro contemplazione e magari - come nel mio caso - maggiore tempo per fare le foto e altro.

 

Se si valuta che l'acqua sia troppa, anche io ho questa paura, si potrebbe pensare di mettere l'acqua ed aspettare che questa si asciughi completamente per metterla di nuovo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanet

Ho appena smosso la terra e direi che il terriccio è abbastanza umido ma non "fradicio". Secondo me è il giusto compromesso

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf
11 hours ago, Epsilon said:

in realtà la piantina contribuisce in modo prevalente al prosciugamento del terreno per cui una prova senza piantina non mi sembra molto utile

 

Circa due mesi fa ho prodotto 3 talee di una specie selvatica.

Hanno messo radici, ora sono in vasetto da 10 cm.

Putroppo una si è seccata nella parte aerea, ma non dispero che possa spuntare qualcosa dalla base del fusto o dalle radici (già successo) e quindi continuo ad innaffiarla.

Poiché in questo periodo bevono poco e ho una bilancia a poca distanza, ogni altro giorno semplicemente peso i vasetti e innaffio fino a ripristinare il livello ottimale.

Sembrerà strano, ma il vasetto con la pianta secca si asciuga esattamente come gli altri due, 25-30 ml ogni due giorni.

Trovo tutti e tre i vasetti a 170-175 ml e li riporto a 200 ...

 

Conclusione: la perdita di acqua dalla superficie fogliare di piantine PICCOLE incide poco sulla perdita di acqua complessiva di un vasetto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Epsilon
6 minutes ago, Lonewolf said:

Conclusione: la perdita di acqua dalla superficie fogliare di piantine PICCOLE incide poco sulla perdita di acqua complessiva di un vasetto.

 

Mah... io a dire il vero proprio in questo periodo constato il contrario.

Ho una piantina con un mezzo cotiledone che tengo per pietà e che irrigo una volta ogni 5/6 giorni mentre le altre piantine tutti i giorni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Probabilmente dipende dal tipo di piantina, dal suo sviluppo e dalla velocità con cui sta crescendo (le mie sono talee wild che hanno una crescita molto lenta all'inizio)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanet

A metà novembre doveri/vorrei partire con i baccatum (Aji Amarillo e Hot Lemon) magari posso fare il confronto tra irrigazione normale e self watering per vedere le differenze...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×