Jump to content
Sign in to follow this  
stefanet

Compostiera

Recommended Posts

stefanet

Ho da poco fatto una compostiera da mettere nell'orto e visto che oggi ho tagliato parte delle piante che c'erano, mi domandavo se le potevo mettere nella compostiera.

Il dubbio è che se ci fosse qualche patologia sulle piante facendole diventare compost c'è il rischio che poi vengano propagate anche alle piante che saranno ospitate nell'orto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxi

ma ,la cosa importante è non mettere piante che si sa che siano malate :rolleyes:

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nick_89

Ciao Stefanet,

quello che dice Maxi è giusto, se metti piante malate nella compostiera è possibile che la malattia si diffonda nel cumulo, ed una volta distribuito il compost, vada ad infettare le nuove piante.

Se è una compostiera "appena messa in esercizio" ti consiglio di mettere uno strato drenante alla base formato da rametti o da altro materiale grossolano, in modo che il cumulo rimanga areato e non si formino marciumi.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Da quel che ho capito al Congresso dalla relazione della Dr.ssa Tomassoli, ma che posso aver tranquillamente capito male,

la trasmissione di alcuni virus avviene solo attraverso punture di tripidi o altre bestiacce.

Infatti lei ha chiaramente detto di mettere i resti della pianta infettata chiusi in un sacchetto, per il tempo che i rami e le foglie 

perdessero di turgidita' in modo che gli insetti non fossero piu' interessati alla merce. Dopodiche' si poteva buttare 

i resti nell'umido.

 

Ora da qui ad utilizzarli come compost anche io non lo farei. Pero' non sono sicuro che possa provocare infezioni alle 

piante concimate con il compost prodotto.

 

In ogni caso e' una buona domanda chiarificatrice da porre alla Dr.ssa Tomassoli o al Prof. Colla.

@Umberm ci pensi tu?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Umberm

La risposta non è certamente di facile. Se è vero che la maggior parte di virus si trasmette solo per punture di insetto è vero anche che esistono virus che si trasmettono per contatto. Tuttavia a logica il processo di compostaggio dovrebbe, con adeguato tempo, uccidere tutti i virus "cattivi", essendo che gli stessi sono, di fatto, parassiti delle piante... sono non ci sono più piante che si parassitizzano? Comunque giro la domanda a Laura, anzi le mando il link di questo topic...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Laura

Carissimi, il problema non sussiste per la maggior parte dei virus che sono poco longevi e quindi non vitali al momento dell'utilizzo del compost. Solo il tobamovirus PMMoV ha capacità di persistenza nei residui vegetali e quindi nuovamente veicolato dal compost alle piante che cresceranno su di esso. Considerato che come ho verificato nel tempo i sintomi di PMMoV su alcune varietà sono non così facilmente riconoscibili o addirittura latenti sopratutto nei frutti, starei attenta.

Il rischio di malattie poi è ben più alto in caso di malattie fungine, sia della parte aree e ancor di più quelle del colletto o radicali/vascolari. I propagoli del fungo rimangono nel compost e poi li diffondiamo nell'area di coltivazione. 

Quindi occhio a cosa utilizzate e, ripeto a volte le malattie in varietà wild e altre sono latenti quindi inconsciamente le diffondiamo poi nell'ambiente causando i danni sulle varietà addomesticate, più sensibili e che hanno il loro costo per l'impegno messo nella selezione.

Buona coltivazione

 

  • Like 2
  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×