Jump to content
joefish

Salse e salsette da congelare

Recommended Posts

joefish

Il primo anno di coltivazione mi ha dato polveri per il prossimo decennio,

forse se non avessi coltivato piu' sarebbero bastate per due tre anni, ma con i nuovi raccolti

il consumo di polveri si e' molto ridotto.

Sto congelando e usando molti frutti interi, alcuni conservati con vino e aceto.

Uno scambio di messaggi con stefanet e toolshed mi ha aperto un mondo :lol::lol:

In particolare toolshed ha suggerito vari modi di fare salsette da congelare

a cui vanno ringraziamenti infiniti :yes::yes:

 

Ho fatto, giusto per iniziare tre salsette diverse che ora vi elenco.

Purtroppo preso dall'impeto sono andato molto a occhio per cui cerchero' di elencare al meglio i quantitativi.

 

 

 

Salsa #1

 

Pomodori secchi 150 g

Habolokia a piacere

Aglio 1 spicchio piccolo

Olio EVO

Acqua

Aceto bianco di vino

Origano

Pepe (mix di diversi tipi di pepe)

 

 

Ho fatto rinvenire i pomodori secchi in acqua e aceto (2:1, pH 3.2) bollente per 5 minuti, quindi li ho messi a sgocciolare per un po'.

Ho usato un tritatutto piccolino da cucina, un frullatore forse avrebbe reso piu' liscia la salsina, ma questo passa il governo.

 

Ho frullato i pomodori e l'aglio aggiungendo un pochino di acqua ogni tanto per rendere piu' fluido il

composto. Quando ha raggiunto la consistenza giusta ho aggiunto un filo di olio EVO e due Habolokia

(di taglia un po' al di sotto della norma).

Continuando a frullare e assaggiando la salsa per vedere cosa altro mettere ho aggiunto l'origano, una macinata abbondante di pepe.

 

Infine ho messo la salsa in questa vaschetta del ghiaccio.

 

post-4132-0-43057100-1505927346_thumb.jpeg

 

La salsa e' buonissima, naturalmente.

 

 

Salsa #2

 

Un peperone

Aglio 1 spicchio piccolo

Jay's peach ghost scorpion

Olio EVO

Sale

 

Cumino da tritare

Prezzemolo fresco

Coriandolo (grani, non foglie purtroppo)

Pepe (mix di diversi tipi di pepe)

 

 

Ho frullato il peperone e ho fatto scolare il trito con un passino fine per eliminare un po' d'acqua in

eccesso.

Ho sbagliato a non conservarla perche' dopo ho dovuto aggiungere un pochino di acqua.

Sarebbe stato meglio usare il succo del peperone. Quindi ho aggiunto l'aglio e il prezzemolo ed il

Jay's peach. Poi ho aggiustato di sale.

Una bella tritata di cumino e coriandolo e una spruzzata di pepe (meno di quanto messo nella salsa #1).

Ho continuato a frullare per un bel po' per omogeneizzare il tutto e sminuzzare al meglio la pelle del

peperone (penso che valga anche qui il discorso del frullatore).

 

Questa salsa e' riuscita molto piu' piccante di quella precedente. Non so se e' perche' i miei Habolokia

sono meno piccanti dei Jay's peach, se, invece, e' normale o che altro, ma e' piu' piccante.

Pero' e' molto saporita, l'ho usata su una pizza ieri sera, sulla margherita non male, ma su una ortolana bianca era fantastica.

La salsa #2 e' finita in barattolini piccoli (35 ml)

 

post-4132-0-72211100-1505927335.jpg

 

 

 

 

 

Salsa #3

 

Yalova Charleston 10-15 peperoncini

C.Annuum a piacere io ho usato tre Jalapeno, Tre-Quattro Scozzese

Aglio

Olio EVO

Sale

Pepe (mix di diversi tipi di pepe)

Prezzemolo

Cardamomo

Cumino

 

 

 

Preso il ritmo ho deciso di usare i Yalova Charleston come base. Questi peperoncini per niente

piccanti sono molto piu' saporiti di un semplice peperone (almeno a crudo) e meno acquosi.

Dopo averli aperti e ho tolto i semi e li posti nel tritatutto e ho iniziato a sminuzzare.

Anche qui ho dovuto aggiungere un poco di acqua per rendere piu' fluido il composto.

Una volta della giusta consistenza ho continuato ad aggiungere i vari ingredienti, assaggiando di

tanto in tanto per controllare il risultato. Qui sono andato proprio a occhio su tutto.

 

Alla fine ho aggiunto tre bacche di cardamomo che ho aperto e unito ad una punta di cucchiaino

di cumino. Ho macinato le due spezie e aggiunte al composto mescolando per bene.

 

Anche questa salsetta e' finita nei barattolini di vetro.

 

Questa e' venuta volutamente meno piccante, sperando di farla assaggiare anche al resto della

famiglia. Pero' e' buona sta molto bene con la carne o semplicemente su dei crostini, come le altre

del resto :).

 

 

 

Con i quantitativi usati ho fatto 6 barattolini per salsa, piu' un po' di avanzo che non e' durato

molto :lol2::lol2:

 

E nel prossimo week end si continua.... anche se lo spazio nel congelatore sta iniziando

a scarseggiare ...sigh

 

  • Like 6

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vincer

Ciao....tre ottime idee...da provare!!!

Ciao

Vincenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Ottimo impiego dei frutti, occupano anche meno in congelatore, rispetto ai frutti interi.

 

In un pranzo a Roma, assaggiai la salsina frullata di Jay's Peach Ghost Scorpion, credo portata da Umberto, buona e bella piccante, si sentiva parecchio l'aglio, troppo per i miei gusti.

 

L'anno scorso ne ho provata una, semplicemente frullando alcuni SuperHot dai quali avevo estratto i semi con un po'di olio.

Buona e molto pratica da impiegare in cucina, sulla pizza ad esempio, mi è sembrata un po' amara di sapore, forse ho messo troppo olio per emulsionare.

 

Mi ispira molto la prima, con i pomodori secchi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Mi fa piacere che vi siano piaciute.

 

 

Mi ispira molto la prima, con i pomodori secchi.

 

Secondo te si puo' acidificare con acido citrico e conservare non in congelatore?

 

Ma la misura del pH in queste salse e' corretto farla inserendo cartina o pHmetro nella salsa e basta?

 

Per il terriccio, ho letto che se ne prende una certa quantita' e lo si mescola con un pari quantitativo acqua

distillata a pH 7.0 e poi si vede il risultato e si tiene conto del contributo dell'acqua.

 

Forse si puo' fare lo stesso, ma prima di aggiungere olio.

Mah, sono un po' perplesso. Congelare ti mette al sicuro, ma un bel barattolino che ti dura in frigo

sarebbe molto comodo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Toolshed

Alla grande!

 

le salsine fatte in questo modo io le utilizzo anche per "pimpare" gli spaghetti aglio&olio.....slurp!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Siamo sempre dinanzi allo stesso dilemma, quanto conviene acidificare e salare le nostre salse, fatte in casa, per renderle sicure contro il botulino ed altre muffe, senza alterare troppo il sapore?

 

Secondo me, ha senso farlo con determinate salse, quelle fermentate, come lo è la celebre salsa fatta con la cultivar Tabasco, già di per se molto acre e saporita.

Per altre cultivar non vedo come si possano mantenere inalterati i sapori senza cuocerli o congelarli.

 


Ma la misura del pH in queste salse e' corretto farla inserendo cartina o pHmetro nella salsa e basta?

Le misurazioni del ph sono molto influenzate da quello che si va a misurare, il composto deve essere abbasta liquido, ma spesso, negli emulsionati, la parte acquosa si separa da quella solida.

Per questo motivo sarei ancora più prudente con le semplici misurazioni che possiamo fare con le cartine tornasole.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
kapto

domanda scema: perché misurare il PH se devono essere congelate? credevo fosse necessario solo per le conserve sottolio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

domanda scema: perché misurare il PH se devono essere congelate? credevo fosse necessario solo per le conserve sottolio.

 

si parlava della possibilità alternativa di conservarle in frigo senza congelarle.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

In Ungheria ho conosciuto il commerciale di Univer, azienda leader nella produzione di salse.

Abbiamo anche visitato la fabbrica.

Le loro salse sono "a crudo", acidificate con acido citrico; il gusto non e' per nulla aspro o acetoso.

Chiedo come fanno, quanto acido citrico usano e come misurano il PH (se non e' un loro segreto industriale :))

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf
In our forum we are debating about home-made sauces made with chile peppers.

Usually we freeze them, but someone would like to acidify them to avoid freezing.

Please, can you tell me how much citric acid (in percentage) do you use and how do you measure the PH of the final result (to be sure it's below 4.6)?

Is it enough to put inside the sauce a common PHmeter or things are more complex?

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Risposta:

 

Üzenetét a címzett elolvasta.
Az eredeti üzenet részletei
...

 

:lol2:

 

(E' la notifica di avvenuta lettura ;))

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vincer
:D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf
Concerning your question: we use for our Eros Pista or Haragos Pista type pepper cream products 0,26 % citric acid monohydrate.

With this dosage we reach pH less than 4,1. But just from preservation point of view it's not necessary to go down (acidify) so much.

Guidelines in USA prescribe pH<4,6 meanwhile in Europe pH<4,5 in order to block the germination of pathogens. Our industrial practice takes into consideration +/- 0,1 as measurement uncertainty as well (although modern equipments have less), so our internal standard for any non-sterilized product is pH<4,4. I propose to follow this pH-limit value.

Important thing: our mentioned products contain 87 % pepper and 11 % salt (and potassium-sorbate). The latter two (salt and K-sorbate) is necessary because these products are not heat-treated (not cooked).

If you produce cooked, hot-filled sauces with right (acidified) pH, you don't need any other action to get safe, long shelflife product.

The quantity (percentage) of required citric acid can be different in case of different sauce recipies.

Measurement of pH is simple, after the pH-meter is already calibrated on the way as it's operation manual prescribes. Just put the electrode into the sauce, wait a few seconds and read the pH-value as you wrote.

 

Esauriente ...

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vincer

... e chiaro

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

perfetto!!!

 

e ce lo tenevamo nascosto a questo tipo... :lol::D

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
kapto

La mia signora, di origini abruzzesi, mi ha portato dei peperoni dolci tipici del suo paese (Altino): Il Peperone Dolce di Altino.
Una grande quantità freschi, alcuni secchi e persino in polvere.

Mi ha veramente sorpreso la "dolcezza" e la delicatezza di questi bellissimi peperoni, profumati e di un color rosso porpora veramente affascinante, perfetti per polveri miste o per diluire salse piccanti.

 

Dopo aver mangiato per 5 giorni di seguito, questi squisiti peperoni, ho deciso dii usare gli ultimi peperoni per testare una salsetta leggermente piccante per le bruschette invernali:

 

- 15 peperoni dolci di Altino

- 2 Aji Amarillo

- 1 Acrata

- Basilico fresco

- Sale

- 1 spicchio d'aglio

- olio extra vergine

.- frullatore :)

 

l'avrei fatta più piccante, ma la mia signora ha detto che i peperoni erano "suoi" e la voleva mangiare anche lei (tradotto: non fare la solita salsa ultrapiccante che puoi mangiare solo tu)

 

Risultato ottimo. Mangiata per tutta la sera sul pane, con il formaggio e persino sulle uova...

Un pochino in frigorifero da consumare nei prossimi giorni, il resto il freezer in tre piccoli vasetti.

 

ps: ho messo da parte un bel po di semi di questi peperoni per coltivarli il prossimo anno, se qualcuno è interessato...

Dovrei andare su al pese a giorni, farò una bella scorta da usare in polveri e salse :)

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

yum

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Mi sono attivato anche io per fare queste salsine, visto che non so ancora con cosa le andrò ad abbinare, non ho aggiunto ulteriori spezie o aromi.

Gli ingredienti sono:

  • 1 Peperone giallo
  • 20-25 Bhut Jolokia Yellow
  • Olio EVO
  • Sale

post-3543-0-94560800-1507100356.jpg

 

 

Ho frullato il peperone e l'ho scolato, conservandone il succo.

post-3543-0-24992000-1507100358.jpg

post-3543-0-09473900-1507100359.jpg

 

 

Ho aggiunto i peperoncini, il sale e poco olio d'oliva, ho la sensazione che renda un po' amaro il composto e preferisco non congelarlo, ma aggiungerlo a crudo: l'estratto che joefish ha consigliato di metter da parte, basta ed avanza per emulsionare il tutto.

post-3543-0-99299800-1507100359.jpg

 

 

Ho frullato aggiungendo un po' di succo fino al raggiungimento della consistenza desiderata.

post-3543-0-14205900-1507100361.jpg

 

 

Ho porzionato la salsina e l'ho congelata per quando non avrò più frutti freschi.

post-3543-0-35662700-1507100362.jpg

 

 

Ovviamente con quella dose di peperoncini è molto piccante, quasi estrema, ma è di una dolcezza unica e conferisce un'ottimo profumo ai cibi, senza alterarne troppo il sapore.

post-3543-0-24540400-1507100355.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
eleonora

Non so se dovevo aprire un'altro topic, o posso agganciarmi a questo, non compro il pesto già pronto, ma lo faccio io, quindi secondo voi lo posso fare sostituendo l'olio normale con quello piccante, o mettendo della polvere di peperoncino nel composto?

e quale peperoncino mi consigliate di usare?

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Se riesci a farlo quando i pepper sono maturi, io non avrei dubbi, e io metterei peperoncini freschi mentre frulli il basilico. In alternativa polvere. Non userei l'olio piccante perché ne metteresti troppo. Io metto 150 ml per 400 g di solo foglie (lavate e asciugate) di basilico. Se mettessi il mio olio piccante sarebbe immangiabile :) .

 

Come varietà al momento ritengo il top l'abbinamento con Pimenta da Neyde o Aribibi Gusano. De gustibus

Share this post


Link to post
Share on other sites
eleonora

freschi non mi fido tanto, ma polvere si... gli abbinamenti mi trovano d'accordo... il pimenta da neyde il mio amore...

devo provare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×