Jump to content

Recommended Posts

Elmonte

Buongiorno a tutti!

Mi servirebbe una mano nell'identificazione di questo Eximium, seminato come CGN24332 dai nostri semi dell' associazione.

La pianta inizia adesso con i primi fiori, due per nodo.

Di seguito qualche foto:

 

post-4926-0-06282800-1497085396.jpgpost-4926-0-40888700-1497085419.jpgpost-4926-0-61674400-1497085480.jpgpost-4926-0-79848800-1497085527.jpgpost-4926-0-26637300-1497085579.jpgpost-4926-0-22075500-1497085606.jpgpost-4926-0-95390600-1497085643.jpgpost-4926-0-15296900-1497085730.jpgpost-4926-0-14970200-1497085799_thumb.png

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Bello!

Lo stavo proprio vedendoli​ qualche minuto fa, questa è un foto fatta dal mitico prodigal_son:

post-3543-0-22396000-1497086537_thumb.png

 

Da una sola foto del fiore, non so dirti se effettivamente si tratta della stessa varietà, mi risulta che l'esposizione alla luce solare cambi notevolmente la colorazione violacea dei petali dei fiori nei c.eximium, ma forse anche nel resto dei fiori dell'eximium complex.

Talvolta i fiori tendono a schiarirsi ed ad assumere colorazioni più tenui, fino quasi a sbiancarsi, talvolta assumono colorazioni violacee più pronunciate.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Grazie del contributo Oban!

La foglia nelle foto di prodigal è totalmente diversa da quelle sulla mia pianta, la sua è tipica eximium, le mia sembrano quasi tra cardenasii ed eximium, più rotondeggianti, anche al tatto, meno pelose,,come più sottili, più lucide.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Uhm, sono la persona meno indicata per parlare di c.eximium, non avendoli mai coltivati.

Tuttavia di elementi in comune con il c.cardenasii ne vedo ben pochi e magari e solo una tua suggestione.

 

Da quel che sto osservando in questa stagione le foglie del c.cardenasii sono notevolmente più piccole, di forma deltoide, quasi tondeggiante, molto spesse, la notevole pubescenza non dona certo un aspetto lucido al fogliame francamente opaco, il picciolo delle foglie è molto corto.

Guardando i fiore poi non mi sembra ci sia un minimo aspetto campanulato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

No..mi sono espresso male io..il cardenasii non ci incastra niente, il fiore è 100% Eximium, era solo per dare un'idea sulla diversità del fogliame, nulla a che vedere con il fiore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Comunque Oban, se non hai mai coltivato l' Eximium te lo consiglio davvero, io non posso farne a meno, d'inverno ho la casa piena a svarnarli e con la primavera serra e giardino. Sono piante di una bellezza indescrivibile. Io ho iniziato con il mitico CAP1491.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Ok, d'altro canto, l'aspetto del fogliame, oltre che dal genotipo, è molto influenzato dall'ambiente e dalle condizioni di crescita.

 

Una pianta che nasce e cresce indoor, in condizioni più o meno favorevoli di illuminazione, in assenza di vento, tenderà ad avere foglie molto grandi rispetto a quelle che nasceranno all'esterno, più numerose, piccole e robuste per fronteggiare meglio la ventilazione, la disidratazione, l'irraggiamento solare, con emissioni nemmeno lontanamente comparabili alle nostre luci artificiali.

Nei c.chinense ed in alcuni c.baccatum è ancor più evidente questo adattamento all'ambiente esterno!

 

Può essere questo il tuo caso specifico, se hai tenuto le piante in una greenhouse per molto tempo, considerando le latitudini alle quali coltivi.

 

Del resto, e questo lo ipotizzo, se per identificare in maniera univoca le specie di Capsicum si utilizza il fiore, è anche per questo motivo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Hai ragione Oban,le condizioni di coltivazione artificiali indoor condizionano il fogliame in modo certamente diverso da quelle naturali.

Se questo è indubbio, la forma delle foglie rimane per me molto diversa da tutte le varietà di Eximium che ho coltivato fino ad oggi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Certo che si, non volevo certo dire che le foglie sono del tutto simili ad altri eximium che hai coltivato, magari proprio nelle stesse condizioni di crescita.

 

Alcune accessioni sono ben distinte per l'areale di ritrovamento, in alcuni casi sono luoghi anche parecchio distanti l'uno dall'altro, con condizioni ambientali anche molto diverse e quindi un certo grado di adattamento alle condizioni climatiche è naturale e col passare delle generazioni vengono via via trasmesse al livello genetico.

Aggiungi a questo eventuali incroci Interspecifici con piante della stessa clade che sono in prossimità che rendono questo discorso ancor più imprevedibile...e f.....amente interessante.

 

Hai fatto una ricerca su questa accessione in particolare?

La provenienza è Bolivia, ad esempio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Grazie!

Ho fatto delle ricerche ma in particolare per questa acessione non ho trovato molto..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Da una rapida ricerca, mi sembra che la provenienza sia Argentina, c'è scritto che dovrebbe assomigliare anche al CGN19198, se non per le bacche più piccole di dimensioni, ti risulta finora?

Dalla descrizione che ho trovato (ti ho inviato qualche link in privato) i frutti dovrebbero virare dal verde, al marrone o nero e maturare sul rosso, piccantezza molto alta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Ho un CGN19198 in coltivazione ma è ancora piccolino e non ha fiorito.

Il CGN24332 è alla prima fioritura e sta settando adesso il primo frutto.

Vediamo più avanti come vira la colorazione dei frutti.

Per ora ho visto solo il CAP470 virare in modo evidente dal verde al marrone e finire al rosso.

Molto interessante la provenienza argentina, vado a leggere il tuo link.

Grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Ho trovato anche delle foto in Lonewolf 2013, grazie a te ho un motivo in più per assillare Stefania fino a quando non le pubblica sul Database :rofl:

Avevo letto che i fiori tendono a schiarirsi, nella foto di Claudio è ancor più evidente il confronto:

post-2-0-29829700-1370379344.jpg

post-2-0-61783000-1370379393.jpg

 

 

Ti soddisfa la corrispondenza che c'è con i tuoi fiori adesso?

 

 

Edit, trovata anche questa, bellissime foto!

post-2-0-59863300-1370894554.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Direi proprio di si..wow..il fiore sembra proprio lui, tonalità a parte come abbiamo appurato.

Avevo chiesto a Lonewolf in un altro topic se aveva foto, nella rubrica sopra delle specie know/unknow, grazie OBAN.

Ultima domanda, non odiarmi, se ho capito bene possiamo quindi dire che questo fogliame, hai miei occhi "diverso", può essere il frutto dei miei parametri di coltivazione?

Potrebbe persino essere che il prossimo anno all' esterno può mostrare un fogliame come nelle foto da Pepperlover?

 

Grazie per il tuo tempo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Direi proprio di si..wow..il fiore sembra proprio lui, tonalità a parte come abbiamo appurato.

Avevo chiesto a Lonewolf in un altro topic se aveva foto, nella rubrica sopra delle specie know/unknow, grazie OBAN.

Ho trovato anche questa foto, con tonalità più chiara simile alla tua:

post-2-0-65291500-1372094615.jpg

 

 

Ultima domanda, non odiarmi, se ho capito bene possiamo quindi dire che questo fogliame, hai miei occhi "diverso", può essere il frutto dei miei parametri di coltivazione?

Potrebbe persino essere che il prossimo anno all' esterno può mostrare un fogliame come nelle foto da Pepperlover?

 

Grazie per il tuo tempo!

Chi può dirlo, coltivandolo puoi scoprirlo, ma anche no!

Può benissimo essere un adattamento ad un clima o un'altitudine diversa da altre zone di ritrovamento come la Bolivia (e forse il Perù).

Riguardo altre piante visionate in rete è impossibile sapere se si tratta realmente di semi della stessa accessione e sopratutto se sono piante nate da semi puri.

 

Potrebbe persino essere che il prossimo anno all' esterno può mostrare un fogliame come nelle foto da Pepperlover?

Piccola precisazione, doverosa, l'adattamento delle foglie all'ambiente esterno puoi osservarlo, eventualmente, già in questa stagione sulla stessa pianta, con le nuove foglie che si formeranno.

 

 

I miei interventi erano più volti a non farti fossilizzare, per non dire "non farti pippe mentali :rofl: ", su un aspetto del fenotipo di un pianta, che per quanto molto singolare, è così variabile e così poco utile a distinguere una varietà rispetto ad un'altra.

Detto ciò la tua sete di conoscenza non può che farmi piacere e stimola me, come spero altri ad approfondire alcune tematiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Grazie mille! Mi hai aiutato moltissimo ed è stato davvero un piacere scambiare opinioni con te!

Spero di vedere presto gli Eximium nelle tue coltivazioni!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Grazie a te, oltre a Claudio e l'Associazione, i miei riferimenti riguardo questa specie siete tu e luca1973, se riuscirete ad isolare qualche frutto sarò il primo a volerli aggiungere alla prossima coltivazione.

Già mi hai dato parecchie dritte sulle diverse varietà in circolazione, certo che il CGN24332...merita :give_rose:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Si! Grazie all'associazione infatti e Claudio, il mio idolo dei wilds e della coltivazione in generale, per questo ho deciso di iscrivermi all"associazione e diventare socio.

Un piccolo contributo per un grande lavoro, anche per la preservazione dei semi puri.

Comunque, ritornando all' eximium, fine stagione conservo dei semi per te del CGN24332, puri naturalmente!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Ops, mi sono perso un tot di messaggi ... per fortuna Oban e' un pozzo di scienza e ormai conosce il forum e i suoi messaggi e immagini meglio di me :praising:

 

Che sia un C.eximium, non c'e' dubbio, come pure che sia della tipologia "fiore viola intenso" (contrapposto a fiore viola chiaro o fiore bianco, sempre con macchie verdi)

 

In effetti c'e' una grande variabilita' nell'aspetto del fiore e delle piante dei tanti C.eximium e ben poche certezze che i semi originali (tutti da banche semi) fossero puri e stabili.

Il CGN 19198, per esempio, presenta praticamente tutte le gradazioni di colore della corolla (in piante diverse dagli stessi semi iniziali)

 

Giusto per capire, sapete come sono state collezionate la maggior parte delle accessioni di C.eximium presenti nella banche semi (prima tra tutte la USDA)?

Facendosi spedire (quando ancora si poteva) frutti di ulupica acquistati da studiosi locali o semplici appassionati nei mercati boliviani!

 

Quando i semi da una di queste spedizioni produssero fiori campanulati fu una vera sorpresa per i botanici statunitensi; nei mercati di La Paz si vendevano frutti di una specie sconosciuta alla scienza, per giunta con una corolla campanulata che (all'epoca) non si pensava fosse possibile nel genere Capsicum :hyper:

Lo speditore si chiamava Cardenas, nome che si prestava bene per nominare la nuova specie: C.cardenasii

 

Quindi, non mi preoccuperei piu' di tanto; documentiamo quel che viene, assaporiamo la bellezza un po' selvaggia di queste piante e ... aspettiamo la possibilita' di documentare popolazioni a corolla viola live in Bolivia o Argentina ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Wow..

Ed io che pensavo che le banche del seme avessero solo semi raccolti in natura e puri..

Ok.. non in tutti i cas i quindi..

Interessante, Claudio adesso capisco meglio..

Studiarli in natura sarebbe un sogno per me..

In realta la mia preoccupazione era motivata dal fatto di non voler portare avanti ibridi nei wild, sono alle prime armi ed imparo da queste discussioni.

 

GRAZIE A TUTTI E DUE!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Ed io che pensavo che le banche del seme avessero solo semi raccolti in natura e puri..

 

E' comune che accessioni da banche semi non corrispondano a quanto dichiarato e che presentino grande variabilita'

Questo vale sia per specie coltivate che wild.

A titolo di esempio, nella banca semi IPK il CAP1530 e' classificato C.cardenasii, ma e' chiaramente un C.eximium.

Il CAP 1546 e' classificato Capsicum sp. (per questo ho acquisito i semi!), ma e' un "comune" C.annuum ornamentale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Mi stai aprendo gli occhi!

Del CAP1530 sapevo infatti della classifucazione errata.

È un Eximium a fiore viola intenso quindi..

 

L' anno scorso avevo pure provato a contattare CGN e USDA per chierede i cardenasii ma entrambe mi hanno risposto che non mandano semi ai privati...

 

Adesso con quest'associazione la mia ricerca è finita, tutto quello che mi serve lo trovo qui..

 

Tengo giusto qualche contatto in internet di coltivatori seri e amici.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

L' anno scorso avevo pure provato a contattare CGN e USDA per chierede i cardenasii ma entrambe mi hanno risposto che non mandano semi ai privati...

 

L'USDA non invia piu' semi nemmeno ad aziende europee, a causa di certificati sanitari richiesti per l'import in Europa che l'USDA non puo' fornire (burocrazia! :rolleyes:)

Il CGN inviava a privati, anni fa ... poi ha smesso, grazie ai soliti furbi che hanno messo in vendita quei semi (e a caro prezzo) ...

 

Le uniche banche semi che ancora inviano a privati sono l'IPK (sigle CAP, ma ho gia' esaminato tutte le loro varieta' wild e/o potenzialmente interessanti come i Capsicum sp., tra cui, appunto, il CAP1546) e l'AVRDC che spedisce a chiunque senza tante domande, ma ... a pagamento! (30$ ad accessione, l'ultima volta che ho verificato)

 

Comunque, nessuna banca semi ha in questo momento varieta' "sconosciute", non vale nemmeno la pena cercare di ottenere semi come Associazione o come studiosi.

C'e' anche da considerare che le banche semi non possono acquisire materiale di dubbia provenienza, quindi ci sono poche speranze di veder apparire nuove specie nelle loro collezioni.

Anche se (sottolineo SE) avessimo raccolto qualcosa in Brasile o Bolivia, non lo accetterebbero.

 

In passato, intorno al 2010, abbiamo scambiato vari messaggi con il curatore del CGN per inviare semi di specie wild (quelle "solite") che non avevano, per esempio C.lanceolatum o C.flexuosum, ma non siamo riusciti a concludere nulla perche' di ogni specie volevano sapere la provenienza ... e "scambi tra appassionati" non era una opzione valida :lol:

Avevano accettato solo C.lanceolatum perche' era possibile documentare che la specie era stata raccolta e distribuita (da P.Bosland) a inizio anni 90, prima delle convenzioni internazionali sulla conservazione della biodiversita' (Rio 1992); poi pero' non l'avevano messo a catalogo (non c'era l'ultima volta che ho verificato)

Il nostro intento era ovviamente ottenere altro in cambio, ma alla fine abbiamo solo sprecato qualche centinaio di semi di C.lanceolatum :rolleyes:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Ho capito, un mondo anche quello delle banche del seme quindi..

 

No, a parte la voglia dei due Cardenasii in circolazione, non ho motivo di ricontattare una banca del seme, come privato poi..

 

Gli Eximium che non ho ancora coltivato sono sicuramente tra i nostri semi dell' associazione, per i cardenasii le speranze sono riposte nel tuo lavoro e in quello di un paio di amici in UK, Chris e Rob.

Nessuna furia per me in tutti i casi.

Al momento mi sento strafortunato a crescere dei meravigliosi wild, a coccolarli, provare a produrre seme puro ecc.

 

Vi lascio con un paio di immagini dal mio CAP1491 svernato che apre i primi fiori 2017:

 

 

post-4926-0-85068800-1497263921.jpgpost-4926-0-97745600-1497263984.jpgpost-4926-0-17297000-1497264028.jpgpost-4926-0-93051000-1497264062.jpgpost-4926-0-35451900-1497264114.jpg

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pr0digal_son

Let me start first with the photos posted of mine. The first photo is in fact C.lanceolatum and not eximium. The second photo is a flower of CGN 24332. 

 

From my limited experience I have noticed a few things when identifying C.eximium. I exclude corolla color and foliage,those two things can vary greatly. We know that temperature,light,minerals,etc. are factors.

 

I believe there are two specific varieties of C.eximium.Countless accessions,but only a couple in reality. You have CGN 24332,CGN19198 and others that have larger fruit,and extremely long teeth on the calices. CAP1491,21502 and others have very stellate corollas,smaller berries and shorter teeth. This is my opinion alone,it's not proven science.

 

CAP 1530 is another story. I showed Michael Nee photos of it and he shared with Barboza. They both said they would classify it as C.eximium.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×