Jump to content
Lonewolf

Lonewolf 2017 (per un pugno di semi)

Recommended Posts

Elmonte

Anch'io! Speriamo sia quello "giusto"; di sicuro almeno e' un C.chinense :rolleyes: (nel precedente tentativo era uscito un c.annuum)

Ne abbiamo uno anche in serra a prova di insetto.

 

La coltivazione di quest'anno, com'e' evidente, e' quasi esclusivamente di varieta' "mangerecce", da sottaceti o insalata.

Ho solo quattro C.chinense: lo Shabu shabu, un Pimenta preta orange. (ancora indoor, nato tardissimo a causa si semi vecchissimi) e un altro paio nati "male", ma in ripresa (ancora in vasetto da 0.5 litri)

 

Incrocio le dita per lo Shabu Shabu allora... È una varietà che mi ha sempre colpito ( i miei chinense preferiti sono appunto Naga e Bhut jolokia) ma difficilissima da reperire!

Share this post


Link to post
Share on other sites
carbonella

Complimenti per la coltivazione mangereccia 2017...attendiamo report gustosi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Mentre maturano i primi frutti (C.annuum), stamattina ho fatto una visita alle nostre piante "da seme" in serra a prova di insetto.

E' ancora presto, non ci sono frutti maturi, ma e' gia' possibile valutare la conformita' e i probabili raccolti.

 

Ottime notizie sulla conformita'; al momento tutte le piante sembrano quel che devono essere :)

A causa del gran caldo, faticano un po' solo i C.pubescens :(

 

Foto d'insieme

(sono ancora piccine, ma ... cresceranno! :yes:)

serra_1.jpg
serra_2.jpg
serra_3.jpg
Immagini di alcune varieta', in ordine alfabetico (il nome delle foto indica le varieta')
AjiMochero.jpg
AnchoPoblano.jpg
Arlecchino.jpg
BhutJolokia.jpg
BhutJolokiamulatto.jpg
Black Namaqualand, bello!
BlackNamaqualand.jpg
Bode.jpg
BolivianBumpy.jpg
CGN23296.jpg
CGN23769.jpg
Cabai burungu ungu; bello, strano!
CabaiBurunguUngu.jpg
CabaiBurunguUngu_2.jpg
CapezzoliScimmia.jpg
Capriglio.jpg
CarolinaReaper_1.jpg
ChilhuacleNegro.jpg
ChiltepinAmarillo.jpg
Explosive ember, spettacolare! Gia' da ora si puo' dire che il numero di semi puri sara' consistente :yes:
ExplosiveEmber.jpg
HabaneroHotLemon.jpg
LittleElf.jpg
MauiPurple.jpg
Murupi.jpg
NagaJolokiaPurple.jpg
NumexBigJim.jpg
NumexSandia.jpg
PeppaDew.jpg
PimentaBarradoRibeiro.jpg
Purple UFO, magnifico!
PurpleUfo_1.jpg
RocotoGaiaYellow.jpg
Sara pears, raro e particolare!
SaraPears.jpg
ShortYellowTabasco.jpg
ZimbabweBlack.jpg
ZimbabweBlack_2.jpg
Goronong.jpg
  • Like 13

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elmonte

Che spettacolo le immagini dalla serra a prova di insetto! Non le avevo ancora viste! Quante varietà, che lavoro eccellente!

Share this post


Link to post
Share on other sites
coccopepp

Che meraviglia mamma mia...!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vincer

Ciao Claudio e ciao Stefania....immagini spettacolari...un lavoro eccezionale e un grazie ancora a Gianni che ci permette di utilizzare lo spazio nella sua serra a vantaggio dell'Associazione!!!

 

Tra l'altro ho visto alcune varietà molto interessanti che penso di seminare l'anno prossimo...

 

Ancora complimenti!!!

 

Ciao

Vincenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
luca1973

Tutto immensamente bello!!!

Speriamo che più avanti anche i vari rocots alleghino qualcosa.

Non saremo mai abbastanza riconoscenti a Stefania, Claudio e al Dott. Gatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Lavoro fantastico e strepitoso!

Le piante poi...

 

Il Nicaragua??? Sono curiosissimo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rapace

Bellissima Foresta

 

Mi ripeterò... ma qui ci vuole :)

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Il Nicaragua??? Sono curiosissimo!

 

Non ho avuto il tempo di esaminare in dettaglio tutte le piante.

Il Nicaragua l'ho visto, non e' molto grande, ma ci sono parecchi frutti.

Non ho controllato il colore dei fiori

Di certo i frutti sono eretti, ma ancora non ce ne sono di maturi per stabilire se rossi o arancio.

Alla prossima visita, verifico con attenzione

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Giornata densa di attivita' legate al peperoncino ... meno male che domani si torna al normale "lavoro" :lol:

 

Tra le tante cose, mi ero ripromesso di interrare individualmente in vasetti una serie di piantine di C.flexuosum nate nel vaso di una pianta morta durante l'inverno (outdoor, ma gia' a fine stagione non era in buona salute)

A dire il vero ero un po' sorpreso nel vedere tante piantine spuntare nel vaso, almeno 7-8, ma puo' capitare che cadano alcuni frutti maturi :yes:

 

Ho preparato 7-8 vasetti da 2 litri e 20 litri di terriccio, solita ricetta.

Ho estratto il pane di terra dal vaso (da 8 litri) e ho cercato di romperlo per separare le varie piantine, ma ...

 

0.jpg

 

Sorpresa! :hyper:

Tutte le piantine sono chiaramente nate dalle radici della vecchia pianta! :blink:

 

1.jpg

 

2.jpg

 

3.jpg

 

Non ho mai visto niente del genere!

Ci sono piantine nate a 10-15 cm di profondita' che hanno trovato la via verso la superficie ...

Altre stanno ancora salendo, in mezzo al terriccio (prevalentemente ai bordi del vaso)

Fantastico! Il C.flexuosum non smette di stupire.

 

D'altronde, solo poche settimane fa due C.flexuosum senza cotiledoni sono risuscitati (dopo 100 giorni dalla germinazione!) emettendo un getto laterale dalle radici; esattamente lo stesso fenomeno osservato qui

 

Così, ho messo da parte i vasetti da 2 litri e ne ho preso uno da 20 :rolleyes:

Ho eliminato buona parte della terra vecchia (c'era, tra l'altro, anche un nido di formiche :blink:) e ho dato spazio e nuovi nutrienti a queste eroiche piantine :)

 

4.jpg

  • Like 10

Share this post


Link to post
Share on other sites
WILDS

Giornata densa di attivita' legate al peperoncino ... meno male che domani si torna al normale "lavoro" :lol:

 

Tra le tante cose, mi ero ripromesso di interrare individualmente in vasetti una serie di piantine di C.flexuosum nate nel vaso di una pianta morta durante l'inverno (outdoor, ma gia' a fine stagione non era in buona salute)

A dire il vero ero un po' sorpreso nel vedere tante piantine spuntare nel vaso, almeno 7-8, ma puo' capitare che cadano alcuni frutti maturi :yes:

 

Ho preparato 7-8 vasetti da 2 litri e 20 litri di terriccio, solita ricetta.

Ho estratto il pane di terra dal vaso (da 8 litri) e ho cercato di romperlo per separare le varie piantine, ma ...

 

attachicon.gif0.jpg

 

Sorpresa! :hyper:

Tutte le piantine sono chiaramente nate dalle radici della vecchia pianta! :blink:

 

attachicon.gif1.jpg

 

attachicon.gif2.jpg

 

attachicon.gif3.jpg

 

Non ho mai visto niente del genere!

Ci sono piantine nate a 10-15 cm di profondita' che hanno trovato la via verso la superficie ...

Altre stanno ancora salendo, in mezzo al terriccio (prevalentemente ai bordi del vaso)

Fantastico! Il C.flexuosum non smette di stupire.

 

D'altronde, solo poche settimane fa due C.flexuosum senza cotiledoni sono risuscitati (dopo 100 giorni dalla germinazione!) emettendo un getto laterale dalle radici; esattamente lo stesso fenomeno osservato qui

 

Così, ho messo da parte i vasetti da 2 litri e ne ho preso uno da 20 :rolleyes:

Ho eliminato buona parte della terra vecchia (c'era, tra l'altro, anche un nido di formiche :blink:) e ho dato spazio e nuovi nutrienti a queste eroiche piantine :)

 

attachicon.gif4.jpg

 

 

Hi, I want to know if you put it outdoors and overwinter in winter? What was the minimum temperature? How long will the cold last?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

If you refer to C.flexuosum, I overwinter them outdoor because they are frost tolerant.

At my home the minimum temperatures is usually about -5°C, but we had also -13°C few years ago.

Temperature can remain below zero for many consecutive days.

However, the main risk for plants is the "galaverna"; I don't know how to name it in English, so here a picture:

 

e.JPG

 

It's formed by fog freezing on the surfaces (leaves etc)

However, C.flexuosum can survive this too.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
WILDS

Yes, I just asked C.flexuosum.

I can understand the meaning of this picture, this imagination occured in my hometown.

 

However, I think this is more dangerous for the higher temperature in the winter,

Those evergreen plants which can tolerate a little low temperature will be frozen in such circumstances.

 

 

I am more and more like this relatively cold-resistant pepper tree.

Share this post


Link to post
Share on other sites
WILDS

My hometown is Monsoon climate of medium latitudes,your hometown is the Mediterranean climate, my hometown is colder than you there in the winter.

Share this post


Link to post
Share on other sites
kapto

Veramente bellissime... mi gira la testa a guardare le tue piante :rofl:

 

Domanda da nubbio:

 

Nelle foto in serra, non so se è la prospettiva ma, le piante sembrano una siepe! :D

 

A che distanza sono piantate?

 

serra_3.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

40 cm, mi sembra, forse anche meno

Ma hanno spazio ai lati

Share this post


Link to post
Share on other sites
kapto

Grazie. Quindi per le radici lo spazio c'è (la mia esperienza in terra è quasi zero).

 

Altra domanda: Con tutte qui rami che si toccano/incrociano, non c'è il rischio che un'infestazione o un fungo, si propaghi velocemente?

Ieri mattina ho trovato afidi che banchettavano su due rami che si incrociano tra il mio Pimenta e il Fatalii:
Dopo averli sterminati a mano, ho notato quanto sia facile per queste bestiole passare da un pepper all'altro, nel mio piccolissimo giardino "affollato" da solo una trentina di piante di peperoncino :D .

 

La serra è a prova di insetto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

La serra e' a prova di insetto (ovviamente!!), ma mentre e' facile tenere fuori gli impollinatori, e' un po' piu' complicato con piccoli insetti.

In vari anni di collaborazione, mi e' capitato solo una volta di vedere alcuni afidi su una pianta (proprio pochi), mentre non ho mai visto nulla di "volante"

I tripidi pero' vanno e vengono come gli pare, non c'e' protezione che possa fermarli.

Lo stesso vale per gli acari, sia ragnetto rosso che acaro bianco degli agrumi.

 

In ogni caso, per attacchi di insetti/acari e patologie fungine/batteriche/virali direi che le piante non potrebbero godere di cure migliori.

Gianni e il suo staff sono professionisti ai massimi livelli, sanno bene come intervenire e soprattutto come "prevenire" i problemi.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Sorprende sempre più il c.flexuosum, la pianta dunque la consideravi secca in tutte le sue parti aeree?

Hai provato a tagliare il fusto lignificato o lo hai lasciato così.

Quanti anni aveva la pianta?

 

MauiPurple.jpg

NagaJolokiaPurple.jpg

Interessante osservare che queste due varietà, a foglia parzialmente scura, non abbiano alcuna pigmentazione evidente sulla pagina superiore delle foglie.

Nonostante le temperature elevate, significa che di luce diretta ne prendono ben poca e che il soffitto scherma abbastanza bene.

Del resto, da quel che si vede, nel complesso le due piante e qualche frutto che si intravede, mi sembrano conformi alle aspettative.

 

Ricordate, tu o Stefania, di aver notato lo stesso fenomeno su atre piante a foglia totalmente scura come Pimenta Da Neyde, Black Pearl o Mata Frade?

Ho un vago ricordo del Cheiro Roxa coltivato in serra l'anno scorso, ma forse erano solo dubbi legati alla colorazione definitiva dei frutti maturi per raccoglierli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Sorprende sempre più il c.flexuosum, la pianta dunque la consideravi secca in tutte le sue parti aeree?

Hai provato a tagliare il fusto lignificato o lo hai lasciato così.

Quanti anni aveva la pianta?

 

La pianta era di due fa, se ricordo bene, ma a fine 2016 non era in forma, si era gia' seccata buona parte della chioma.

L'inverno all'aperto ha dato il colpo di grazia.

Il fusto ora e' secco (ma proprio secco) fino a dove ho tagliato, circa 15 cm dalla base.

Tuttavia le piantine non sono spuntate alla base del fusto, come spesso avviene se e' ancora vivo, ma da radici anche molto lontane, ai bordi del vaso e fino a 15 cm di profondita'.

Interessante osservare che queste due varietà, a foglia parzialmente scura, non abbiano alcuna pigmentazione evidente sulla pagina superiore delle foglie.

Nonostante le temperature elevate, significa che di luce diretta ne prendono ben poca e che il soffitto scherma abbastanza bene.

Del resto, da quel che si vede, nel complesso le due piante e qualche frutto che si intravede, mi sembrano conformi alle aspettative.

 

Ricordate, tu o Stefania, di aver notato lo stesso fenomeno su atre piante a foglia totalmente scura come Pimenta Da Neyde, Black Pearl o Mata Frade?

Ho un vago ricordo del Cheiro Roxa coltivato in serra l'anno scorso, ma forse erano solo dubbi legati alla colorazione definitiva dei frutti maturi per raccoglierli.

 

La copertura della serra diffonde la luce; c'e' luce in abbondanza, ma mai "diretta"

In generale, certe piante a foglie scure diventano scure ugualmente (p.es. Pimenta da Neyde e Black Namaqualand), mentre altre restano quasi verdi (Black Pearl e anche quelle che hai indicato)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Tuttavia le piantine non sono spuntate alla base del fusto, come spesso avviene se e' ancora vivo, ma da radici anche molto lontane, ai bordi del vaso e fino a 15 cm di profondita'.

Credo di aver visto lo stesso fenomeno sul Mama flex di Prod_John, dalle foto non si capisce bene da dove partono i nuovi getti, ma quel ciuffetto alla base del fusto, ancora vitale nel suo caso, mi aveva incuriosito.

Devo chiergli se vuole far pubblicare anche quelle foto nel Database, intanto ti invio il link in privato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

 

 

La copertura della serra diffonde la luce; c'e' luce in abbondanza, ma mai "diretta"

In generale, certe piante a foglie scure diventano scure ugualmente (p.es. Pimenta da Neyde e Black Namaqualand), mentre altre restano quasi verdi (Black Pearl e anche quelle che hai indicato)

 

 

Sarebbe interessante capire quali lunghezze d'onda vengono filtrate dalla copertura,

immagino le corte.

 

post-4132-0-71749000-1497462324.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

 

Sarebbe interessante capire quali lunghezze d'onda vengono filtrate dalla copertura,

immagino le corte.

 

attachicon.gifprism_small.jpg

 

Chiedero' a Gianni, alla prima occasione.

Quel che posso notare "a occhio" e' che nella serra la luce e' "soffusa"; niente ombre ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
kapto

...

Interessante osservare che queste due varietà, a foglia parzialmente scura, non abbiano alcuna pigmentazione evidente sulla pagina superiore delle foglie.

Nonostante le temperature elevate, significa che di luce diretta ne prendono ben poca e che il soffitto scherma abbastanza bene.

 

quindi è la quantità di luce a determinare/mantenere la parziale pigmentazione scura in alcune varietà?

lo chiedo perché ho notato che il mio Condor sta perdendo la variegatura scura nelle nuove foglie, man mano che cresce.

Contemporaneamente, ho notato che il sole sembra non bastargli mai: Quando tutte le mie piantine sono afflosciate sotto il sole delle 12:00-13:00, è l'unica che non abbassa mai una foglia ...sembra dirmi: più sole! più sole!

 

non so se ricordate la scena di futurama:

 

 

:D

 

Anche se sposto il vaso per fargli prendere anche il sole del primo pomeriggio, non cede.

 

Ho iniziato a pensare che la perdita del colore scuro, fosse un ulteriore segno che vuole più luce.

A questo punto, provo a spostare il vaso dove il sole è più diretto e vediamo come vengono le nuove foglie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×