Jump to content
Oban

IKEA SAMLA - Contenitore 130 L - LED Lightbox

Recommended Posts

Oban

In attesa di assemblare una LightBox decente, il più possibile efficiente e fissa, ho intenzione di utilizzare le ampie scatole in plastica per fare un LightBox "portable" facile da spostare da una stanza all'altra ed allo stesso tempo sufficientemente accogliente per le plantule nei primi 30-40 giorni di vita.

 

Le scatole Ikea sono le più alte che sono riuscito a trovare, l'altro problema principale, ovvero quello delle temperature alte all'interno della scatola a causa dell'illuminazione dovrei risolverlo con l'illuminazione LED, genera meno calore ed in questo modo la luce è indirizzata verso il basso senza ulteriori sprechi come avverrebbe con le normali CFL che illuminerebbero anche il coperchio.

 

Il coperchio invece sarebbe la vera fonte luminosa ed è indipendente dalla scatola e contine da un lato i LED e dall'altro l'alimentatore ed il filo della corrente.

 

Ringrazio i PepperFriends che hanno recentemente condotto una sperimentazione sui LED, in particolar modo Peppe joefish che mi ha chiarito parecchi dubbi, dai più banali ai più complessi, e mi ha spinto ad approfondire un minimo i vantaggi di questo tipologia di illuminazione.

 

Per l'esecuzione materiale mi avvarrò dei vostri consigli ed è lo spazio giusto per chiarire qualsiasi dubbio ci venga in mente.

 

Per il momento quindi ho a disposizione:

post-3543-0-68013300-1481130338.jpg

post-3543-0-84119600-1481130360.jpg

post-3543-0-70976900-1481130376.jpg

post-3543-0-15104200-1481130308.jpg

 

 

L'idea quindi è quella di ancorare 3 strips da 70cm, collegate in serie ed incollarle con la colla a caldo alle paratie del PC, quest'ultime sovrapposte per pochi cm e rivolte con il lato grigio verso il coperchio ed il lato più chiaro verso il basso.

Vediamo di trovare un modo per eseguire il collegamento nella maniera più corretta possibile.

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
serfavil

Ottima idea Daniele!!!

Esattamente come ho fatto io nel 2016, più in piccolo ma la sostanza è identica!!!

Occhio alle temperature perchè anche con i led scalda abbastanza...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Grazie Sergio, in effetti mi aspetto che il coperchio scaldi un minimo e sarebbe anche il caso, più per la longevità dei LED che delle plantule, di disperdere questo calore ed un minimo di umidità all'esterno, le opzioni sarebbero due:

  • Sovrapporre le paratie facendo qualche foro di areazione in più sul coperchio, dovrei comunque sacrificare il coperchio che con è ermetico senza le chiusure supplementari, forandolo in più parti per fissare le paratie internamente al coperchio. Peppe mi consigliò di farlo con alcuni listelli murali in legno: un paio paralleli tra coperchio e paratie ed un paio in corrispondenza di quelli interni sul lato esterno del coperchio, basterebbe forse delle lunghe viti da legno per renderli solidali, altrimenti viti e bulloni?
  • Non sovrapporre le paratie da 40cm, anzi distanziarle di qualche cm per non far poggiare il coperchio (lungo 79cm) in maniera emetica, ma direttamente le paratie ai bordi del contenitore.

Altre idee?

 

Inoltre, riguardo il rivestimento interno per favorire la diffusione della luce, che suggerite di utilizzare per non occupare troppo spazio?

Cartoncino bianco oppure, vista l'umidità all'interno della scatola, è preferibile il polistirolo sottile?

In ultimo, come incollarli evitando di rovinare la scatola per un futuro utilizzo alternativo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
serfavil

Grazie Sergio, in effetti mi aspetto che il coperchio scaldi un minimo e sarebbe anche il caso, più per la longevità dei LED che delle plantule, di disperdere questo calore ed un minimo di umidità all'esterno, le opzioni sarebbero due:

  • Sovrapporre le paratie facendo qualche foro di areazione in più sul coperchio, dovrei comunque sacrificare il coperchio che con è ermetico senza le chiusure supplementari, forandolo in più parti per fissare le paratie internamente al coperchio. Peppe mi consigliò di farlo con alcuni listelli murali in legno: un paio paralleli tra coperchio e paratie ed un paio in corrispondenza di quelli interni sul lato esterno del coperchio, basterebbe forse delle lunghe viti da legno per renderli solidali, altrimenti viti e bulloni?
  • Non sovrapporre le paratie da 40cm, anzi distanziarle di qualche cm per non far poggiare il coperchio (lungo 79cm) in maniera emetica, ma direttamente le paratie ai bordi del contenitore.

Altre idee?

 

Inoltre, riguardo il rivestimento interno per favorire la diffusione della luce, che suggerite di utilizzare per non occupare troppo spazio?

Cartoncino bianco oppure, vista l'umidità all'interno della scatola, è preferibile il polistirolo sottile?

In ultimo, come incollarli evitando di rovinare la scatola per un futuro utilizzo alternativo?

 

Ciao Daniele!

Ti spiego come mi sono comportato io così, se vuoi, ci prendi spunto, e soprattutto fai i dovuti miglioramenti!!!

Intanto ti allego una foto della light box ripresa dall'alto e poi ti spiego:

post-3760-0-38442900-1481149148.jpg

Come vedi io ho rivestito le pareti interni di polistirolo, lo stesso utilizzato per l'esperimento con le minilightbox. Se ne trovi uno meno spesso secondo me è meglio perchè questo è spesso 2 cm se non ricordo male e ruba spazio alle piante... e nella mia ho patito tanto questa cosa tanto che ho dovuto fare 2 piani con ovvi problemi di luce! La cosa positiva è che il polistirolo tagliato a misura (anche un pelo meno non fà male, anzi...) non l'ho dovuto incollare alle pareti della scatola perchè ci entrava a incastro e non s'è mosso di un mm.

Le strisce le avevo fatte attaccare da un cliente dell'ufficio dove lavoro (che vende led principalmente per tuning...) su una lastra di alluminio fornita da me e in questo modo dissipava bene il calore.

Quando poi ho dovuto adottare la soluzione dei 2 piani ho trovato una soluzione semplice quanto geniale che si vede nella parte alta del polistirolo: ho scavato 4 fossette quadrate dove andavo a incastrare 2 listelli di legno per il senso lungo della scatola e sopra questi ci appoggiavo la lastra di alluminio con le strisce. Avevo poi fatto in modo che i listelli di legno si andassero a poggiare sulla lastra di alluminio fra una striscia e l'altra e quindi non toglievo luce alle piante.

Il tappo di plastica della scatola di solito il giorno lo appoggiavo appena o addirittura non lo mettevo proprio mentre lo mettevo la notte. C'è però da dire che tenevo la scatola in un angolo della cucina e quindi le temperature non erano mai estreme neanche di notte e anzi, avevo il problema opposto di avere troppo caldo e di dover dare acqua spesso per evitare di far seccare le piantine!!!

Spero tu abbia capito cosa intendo, non sono affatto bravo a spiegare le cose in italiano!!!

In caso contrario chiedi senza problemi.

A bientot!

 

SerGio

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Perfetto, i fogli di polistirolo sottile li ho già adocchiati nei vari brico, sarà spesso 0,5 cm e sarà ancora più facile tagliarlo su misura per incastrarlo senza incollarlo.

I due piani li escludo perchè eventualmente ho altre scatole da sfruttare e spero un LightBox a scaffale prima dei rinvasi intermedi, ad ogni modo 40 cm in altezza, non sono pochi nemmeno per primi rinvasi.

 

Per distanziare le piantine dai LED utilizzerò degli spessori, le scatole delle scarpe o altre di cartone potrebbero bastare per mantenere una distanza di 5-10cm dagli apici vegetativi delle piantine, a seconda della temperatura rilevata.

Temperatura ed umidità sono difficili da valutare adesso, per questo motivo ho preferito le strips IP65 alle IP20, quest'ultime non sono impermeabili perchè non hanno un piccolo film trasparente protettivo lungo tutta la strip.

 

 

 

Se le paratie vale la pena assicurarle al coperchio di plastica con i listelli in legno, potrei fare i due interni (tra paratia e coperchio) più lunghi del bordo del contenitore: in questo modo il coperchio poggerebbe sui due listelli, lunghi poco più di 80cm e lascerebbe un minimo di spessore, 1-2 cm tra contenitore e coperchio per areare e disperdere temperatura all'interno.

Un minimo di dispersione luminosa tra coperchio e contenitore posso tollerla proprio perchè posso spostare la scatola in qualsiasi parte della casa per tenerla accesa di notte.

 

Se poi vedo che le temperature non sono preoccupanti, basterebbe tagliare le estremità in legno sul coperchio per farlo chiudere normalmente.

 

 

Altre soluzioni per fissare le due paratie al coperchio?

Altrimenti potrei eliminare il coperchio in plastica e fissare solamente le paratie a due listelli da 82-85cm...in questo modo le paratie disperderebbero direttamente il calore all'ambiente.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
luca1973

"(...) Altrimenti potrei eliminare il coperchio in plastica e fissare solamente le paratie a due listelli da 82-85cm...in questo modo le paratie disperderebbero direttamente il calore all'ambiente."

 

Io farei proprio così!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Ciao Luca, in realtà mi sono orientato sull'altra soluzione, più stabile e robusta, in quanto il discorso delle temperature elevate è tutto da verificare, in 130 L di contenitore un po di calore magari non gusta.

Solo se le temperature dovessero essere troppo alte per le strips farò qualche foro sul coperchio o metterò uno spessore.

 

Ho trovato altre due paratie quindi posso sperimentare una soluzione la volta.

Intanto con il frullino piccolo ho azzerato il dislivello che si formava sovrapponendo gli ultimi cm della paratia, sarebbe bastata anche qualche martellata ma così il lovoro è più pulito;)

post-3543-0-27281600-1481982454.jpg

post-3543-0-66870100-1481982479.jpg

 

 

Adesso ho un fondo uniforme e che disperde bene il calore per incollarci le strips.

post-3543-0-04859800-1481982504.jpg

post-3543-0-76676100-1481983494.jpg

 

 

Tra il coperchio e la plastica interpongo due listelli recuperati, 6-8 viti con dado e rondella dovrebbero bastare per fissare il pannello luminoso alla plastica.

post-3543-0-10898200-1481983499.jpg

 

 

Ancora non ho deciso se utilizzare l'alimentatore di fabbrica da 6A, da qui DC, oppure uno alimentatore da PC da 17A opportunamente modificato.

Entrambi vanno benissimo per alimentare 3 strips da 70cm.

Ad ogni modo voglio integrare l'alimentazione nel pannello, fissando il trasformatore sul lato esterno del coperchio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Il pannello sembra ben riuscito, è bruttino ma almeno è adeguato a disperdere il calore delle strips LED, in questi giorni le incollo e le collego in parallelo.

Le 6 viti le lascio lunghe qualche cm, al massimo metto dei gommini almeno posso poggiare il coperchio anche sul lato LED.

post-3543-0-09047500-1482562533.jpg

 

 

Sul lato esterno vorrei incollare l'alimentatore.

post-3543-0-63344500-1482562556.jpg

 

 

Il coperchio fa un po di resistenza ai lati ma col peso sigilla bene la scatola, da qui la decisione di mettere LED IP65 impermeabili.

Se l'umidità o le temperature fossero troppo elevate sono ancora in tempo a mettere uno spessore tra scatola e coperchio oppure a bucherellare quest'ultimo.

post-3543-0-14115500-1482562581.jpg

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanet

Per quanto deve durare la coltivazione dentro questa scatola?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Non lo so, in attesa dello scaffale metallico che avrà due soli ripiani, con altezza massima di 90cm, metterò le piante nel bicchiere di plastica da 200cc per 30-40 giorni dalla radichetta.

Tuttavia l'altezza massima misurata dal fondo della scatola alle strips è di 38cm, quindi potrebbe bastare anche per i rinvasi intermedi.

Ho sempre utilizzato vasi stretti ed alti:

  • Vaso quadrato alto 10x10x17 cm---> 1,4 L
  • Vaso quadrato alto 13x13x18 cm---> 2,4 L

 

Ecco lo schema per il collegamento in parallelo delle strips che mi ha passato joefish, 3x70cm dovrebbero bastare.

Devo imparare a saldare però, non l'ho mai fatto e farlo con questi fili molto sottili non mi da tutta questa sicurezza.

post-3543-0-61616200-1482585469.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Ieri ho tagliato ed incollato le strips, adesso manca saldare i fili ai connettori, riunirli in un mammut ed alimentare i LED.

Un dettaglio di un taglio sulla pista, l'ho fatto male ma con la saldatura non dovrebbero esserci problemi.

Notare il rivestimento impermeabile sulla strip, non è presente nella striscia IP20, più indicata se non c'è troppa umidità nel LightBox.
post-3543-0-11535700-1482748789.jpg


Un LED era nascosto sotto il nastro del collegamento di fabbrica sull'estremità della stip IP65, è uscita fuori la mia coscienza ecologica e l'ho liberato.
post-3543-0-29271400-1482748744.jpg
post-3543-0-12048500-1482748775.jpg


I fili utilizzati, a di sinistra, sono fin troppo sottili rispetto a quelli che ho recuperato da un vecchio alimentatore per PC.
post-3543-0-55640900-1482748799.jpg


Con la colla a caldo ho incollato per bene le strips alla lamiera, l'adesivo, benchè marchiato 3M, faceva pena e non avrebbe retto a lungo.
post-3543-0-35838200-1482748875.jpg
post-3543-0-33098800-1482748828.jpg


Un totale di 2m, 42+38+42 LED, la striscia centrale l'ho tagliata un po più corta per lasciare un po di spazio per il mammut e dista 14 cm dalle strips esterne, quest'ultime invece distano 12 cm dal bordo del coperchio.
post-3543-0-24467700-1482748851.jpg


Alla fine credo che utilizzerò il DC di fabbrica da 6A, la strip da 122 LED corrisponde a circa 2A quindi non dovrebbe aver problemi ad alimentarla per bene.
post-3543-0-33700300-1482748901.jpg

post-3543-0-45009900-1482750877.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanet

Alla grande Daniele, fra poco anche tu sarai pronto :good:

Share this post


Link to post
Share on other sites
steve
Alla fine credo che utilizzerò il DC di fabbrica da 6A, la strip da 122 LED corrisponde a circa 2A quindi non dovrebbe aver problemi ad alimentarla per bene.

 

Ti suggerisco di controllare bene l'efficienza dell'alimentatore di serie.

 

122 LED dovrebbero assorbire circa 2.5A, il problema di quegli alimentatori e' che sono spesso sottodimensionati e il valore di corrente che riportano e' il valore di PICCO che sono in grado di fornire per brevi periodi.

 

Fai una prova lasciando accesi i LED per almeno 30 minuti e poi controlla la temperatura dell'alimentatore, se dovesse essere troppo caldo (o addirittura scottare) sostituiscilo con uno migliore.

 

Fra l'altro se l'alimentatore e' caldo (o scotta) vuol dire che sta dissipando gran parte dell'energia elettrica sotto forma di calore, quindi consumi maggiori e bassa efficienza.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

 

Ti suggerisco di controllare bene l'efficienza dell'alimentatore di serie.

 

122 LED dovrebbero assorbire circa 2.5A, il problema di quegli alimentatori e' che sono spesso sottodimensionati e il valore di corrente che riportano e' il valore di PICCO che sono in grado di fornire per brevi periodi.

 

Fai una prova lasciando accesi i LED per almeno 30 minuti e poi controlla la temperatura dell'alimentatore, se dovesse essere troppo caldo (o addirittura scottare) sostituiscilo con uno migliore.

 

Fra l'altro se l'alimentatore e' caldo (o scotta) vuol dire che sta dissipando gran parte dell'energia elettrica sotto forma di calore, quindi consumi maggiori e bassa efficienza.

 

Concordo con la prova che suggerisci e sui dubbi su quei alimentatori,

ma la corrente si e' rivelata molto piu' bassa di quella dichiarata. Vedi QUI

Non e' tantissimo ma 0.5 A ogni 2 metri non e' proprio poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Grazie, lo proverò presto ed utilizzerò il DC da 6A finchè dura.

 

Vi risparmio le foto delle saldature, davvero pessime perchè fatte con un saldatore troppo grande.

Ad ogni modo ho misurato con Multimetro e non c'è passaggio di corrente tra polo + e - delle piste, quindi non rischio il corto circuito.

Mi sono procurato un saldatore adatto ma non sono sicuro di voler togliere tutto lo stagno sulle piste e rifare la saldatura.

 

Devo fissare bene i fili ed il mammut sulla paratia con la colla a caldo, ma il test della prima accensione è superato.

post-3543-0-22362300-1482916964.jpg

post-3543-0-43104500-1482916991.jpg

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanet

Figo l'effetto a griglia :hyper::hyper::hyper:

 

Ottima realizzazione, anche se non ho capito quel filo rosso come l'hai messo :shok:

 

:good:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Ottima realizzazione, anche se non ho capito quel filo rosso come l'hai messo :shok:

Devo fissare bene i fili ed il mammut sulla paratia con la colla a caldo, ma il test della prima accensione è superato.

Non l'avevo ancora fatto, adesso ho effettuato i collegamenti ed ho fissato i cavi ed il mammout con la colla a caldo.

Posso quindi forare la paratia vicino al mammut per far uscire il connettore del DC e fissare quest'ultimo sul coperchio con un paio di fascette di plastica.

Se in futuro dovessi sostituire l'alimentatore basta togliere il connettore bianco ed effettuare il collegamento con un fili positivo ed uno negativo.

post-3543-0-14091100-1482929409.jpg

post-3543-0-18634200-1482929447.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

C'è troppa dispersione luminosa così, vedrò di rivestire le pareti interne con un sottile strato di polistirolo per favorire la diffusione della luce.

post-3543-0-24621000-1482951427.jpg

post-3543-0-71710300-1482951444.jpg

 

 

Sarà merito della luce fredda ma l'effetto sulla piantina spontanea nata quest'estate non è affatto male.

Chissà che temperature raggiungerà la scatola quando dentro ci saranno molti più vasetti.

post-3543-0-23588700-1482951465.jpg

post-3543-0-93531900-1482951487.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Ho aggiunto il polistirolo spesso 1cm, le pareti della scatola sono leggermente svasate verso l'alto quindi ho dovuto rifinire le parti sul fondo della scatola, scartando qualche cm.

Sul lato lungo della scatola ho perso più di qualche cm ma almeno non difondo la luce all'esterno e le pareti bianche riflettono una buona quantità di luce.

post-3543-0-39722100-1483124176.jpg

 

Le misure attuali adesso sono:

67x50x37h

 

Sono circa 0,335 m2 di superficie sfruttabile, così come almeno 35 cm di altezza, essendo i LED IP65 rivestiti, credo di potermi avvicinare tantissimo con gli apici vegetativi delle piante senza bruciarli.

post-3543-0-27420100-1483124200.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
luca1973

Ciao daniele.

Solo 2 domande:

Dove terrai la scatola in un ambiente casalingo (quindi al caldo) o più freddo?

Una volta messa nel luogo preposto, quale grado di temperatura si raggiunge all'interno della scatola chiusa? A temperatura di esercizio intendo.

Grazie

Luca

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Ciao Luca, la terrò dentro casa dove la temperatura ambiente varia tra i 17°C e 21°C.

Ancora non l'ho accesa per lunghi periodi ma ho appena seminato alcuni Rocoto e Wilds, a fine mese potrò essere più preciso.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Una volta messa nel luogo preposto, quale grado di temperatura si raggiunge all'interno della scatola chiusa? A temperatura di esercizio intendo.

La sto ancora testando, ma l'impressione è che la temperatura salga di un paio di gradi centigradi in più rispetto a quella ambientale, del resto i LED scaldano pochissimo rispetto ai classici neon.

Le temperature potranno salire un poco quando la scatola sarà colma di piantine ma credo nulla di preoccupante.

Ho fatto un paio di rilevazioni con una sonda, anche tra l'intercapedine creata fra paratie e coperchio, le temperature non sono affatto preoccupanti, sul fondo della scatola invece ho rilevato 23°C in esercizio.

post-3543-0-00264800-1484311964.jpg

 

 

Ad altezza dei cotiledoni la temperatura non desta preoccupazioni.

post-3543-0-38469900-1484311970.jpg

 

 

La scelta dei LED IP65, con rivestimento in silicone, è stata giusta e sono contento di non aver forato preventivamente il coperchio della scatola per le temperature, tuttavia un po di condensa, in questa fase nella quale sfrutto parte del volume del contenitore per il Germbox, la sto osservando.

post-3543-0-45056100-1484311977.jpg

 

 

Insomma, c'è sicuramente qualcosa da migliorare in questo progetto, il polistirolo sottile ad esempio, coibenta un minimo ma fa filtrare ancora un po di luce attraverso ed ahimè, quella è tutta luce dispersa.

post-3543-0-90300900-1484311957.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
luca1973

Visto che i led scaldano molto meno dei neon direi molto bene, problemi di temperature eccessive non dovresti averne.

Mentre non so se la condensa potrebbe crearti dei broblemi più avanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Ho misurato i consumi dell'alimentatore da 6A che alimenta i 2 metri di LED Auralum SMD 5630 IP65, 123 LED (42+39+42) frazionati in 3 strips lunghe 70+65+70 cm

Il consumo istantaneo è di 25,5-26 W con un picco massimo di 27 W, niente male per tutta questa superficie.

post-3543-0-27848000-1484819365.jpg

 

Con il rivestimento interno in polistirolo, la scatola è in grado di ospitare all'interno 70 bicchieri di plastica da 200cc, 10 sul lato lungo e 7 su quello corto.

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Epsilon

Ciao,

se ti può interessare, l'anno scorso avevo costruito qualcosa di simile ma con la scatola da 65 litri.

Se vuoi, qua trovi un po' di notizie in merito.

Quanto segue, è tutto ovviamente IMH&IO laddove "&I" significa "and ignorant":

- non sono un po' pochi i LED che hai messo? Io mi sono trovato bene con una striscia (alimentata ad entrambi i capi) da 300 (sempre di 5630 inguainati) sulla metà della superficie

- non ho sinceramente sentito la necessità di mettere alcuna base di alluminio vista la buona dissipazione "naturale" e quindi i LED li ho applicati direttamente al coperchio della scatola

- ho lasciato uno strato aperto tra scatola e coperchio per il ricambio di aria mediante 4 distanziatori di cartone autocostruiti

- all'interno della scatola ho posizionato una scatola di cartone che sorreggeva un pianale sempre di cartone; in questo modo le piantine erano sempre a pochi cm dai LED; a mano a mano che crescevano, tagliavo un pezzo della scatola di cartone per mantenere le piantine sempre alla stessa distanza ottimale dai LED

- non ho avuto il minimo problema di condensa (sicuramente grazie ai distanziatori) tant'è vero che quest'anno ho eliminato la guaina dai LED; al massimo coprirò i contatti presenti ogni 3 LED con del nastro isolante ma proprio se mi gira

- al posto del polistirolo ho utilizzato delle semplicissime cartellette di recupero (di quelle "a tasca" da ufficio") dallo spessore praticamente nullo

- l'alimentatore l'ho posto sopra al coperchio, sopra ad una scatola di plastica e coperto da un'altra scatola di plastica (quella da 1 € sempre della serie SAMLA) in modo che passi comunque un po' di aria ma sia nel frattempo abbastanza isolato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×