Jump to content
Rapace

Foglie dei Peperoncini - Tutti i problemi (svelati e non, gravi e non)

Recommended Posts

Rapace

Apro questo topic perché sebbene ve ne siano diversi altri non ho trovato un topic che riepiloga i problemi ai quali ci troviamo di fronte (se è il caso gli amministratori possono ovviamente spostarlo sotto altro topic già presente se lo ritengono opportuno)

 

Inizio io con un problema "svelato" (che per me è uno di quelli che danneggia di piu' le mie foglie)

 

FOGLIE ROVINATE DAL VENTO

 

Coltivando in balcone a piano alto le piante sono esposte agli eventi atmosferici, in particolare il vento.

Questo "nemico" oltre a spezzare diversi rami anche quest' anno mi ha creato danni anche "estetici" alle piante, in particolare alle foglie che vengono fatte sfregare dal vento a sostegni, muri ed altro, causandone la "quasi distruzione"

 

Questo un esempio:

 

post-2453-0-74994700-1471163887.jpg

 

Il danno è piu' che altro estetico, ma il vento può rovinare quasi tutte le foglie di una pianta, facendola quindi anche soffrire e con effetti (da capire) anche sulla produzione e sulla salute della pianta

 

Continuno invece con un problema "da svelare" per il quale ringrazio in anticipo per il contributo che vorrete dare a farmi capire

 

FOGLIE GIALLE CON MACCHIE TIPO PUNTI VERDASTRI (CARENZA ? MA DI COSA ?)

 

Quest' anno (sebbene io abbia concimato piu' del solito, seppur con tutti prodotti naturali ed a lenta cessione) mi si presentano su alcune piante foglie come questa

 

post-2453-0-71713000-1471163885.jpg

 

Sono poche, una o due per pianta, quindi non sono molto preoccupato (la salute delle piante è eccellente).
Mi piacerebbe però capire da cosa può dipendere.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Laelia

Dici che non può essere senescenza della foglia?

Mi piace l'idea del topic! :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rapace

Dici che non può essere senescenza della foglia?

Mi piace l'idea del topic! :)

 

Si, penso che possa essere anche senescenza della foglia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vincer

Ciao...concordo...

 

Ciao

Vincenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

La seconda foglia non mi sembra un problema, semplicemente una foglia che invecchia e che la pianta abbandona al suo destino dopo aver recuperato eventuali materiali utili ...

 

In generale, ho un campionario di patologie fogliari di tutto rispetto, ma purtroppo quasi mai so dare indicazioni precise sulle cause ... :pardon:

Comunque, vedo di pescare qualche esempio significativo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Ottima idea questo topic. Bravo Carlo!

 

Sulla seconda foglia, dal mio piccolo, mi sento di essere d'accordo con Matilde e Vincenzo. Spesso queste foglie si staccano facilmente o cadono da sole.

 

Per il vento... sono esperto!

Oltre a rovinare le foglie per urti o sfregamento c'e' anche una forte disidratazione che rovina la pianta non solo esteticamente

ma puo' anche farla morire del tutto perche' tutte le foglie sono danneggiate simultaneamente e la pianta non ha il tempo di metterne nuove. Almeno cosi' credo.

Recupero qualche foto e la posto qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ZAPPALAND

Interessante topic, ottima iniziativa! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Ecco un esempio di foglie rovinate dal vanto quando soffia in maniera continuata per diversi giorni.

 

 

Foglie di Fatalii

 

 

post-4132-0-72689600-1473103706.jpg

 

post-4132-0-77009700-1473103718.jpg

 

Oltre ai danni meccanici dovuti allo strofinio tra le foglie stesse e con i rami alcune sono completamente disidratate.

La pianta sta bene e le foglie nuove sono sane.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Capsicina

Questo "una volta era" un Black Hungarian ( così mi è stato detto ) ovvero penso un Czech Black.

 

la pianta ha tre mesi di vita ed è stata bene fino a un mesetto fà poi tutte le foglie si sono pesantemente accartocciate riducendosi come da foto...

 

dieci giorni fà è stato spruzzato un acaricida...

 

ma non solo le foglie sono ancora come le vedete ... ma persino le nuove foglioline nate sono malmesse...

 

mi verebbe da scartare l'ipotesi acari....

 

...Virus ??? :(

 

 

post-5127-0-03357000-1474412989.jpg

post-5127-0-29238700-1474413020.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Da quel che ho capito, finora, potrebbe essere un fungo, ma aspetta il parere di chi ha più esperienza.

Nel frattempo tienila a stecchetta di acqua.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Quel tipo di danno, in particolare le foglie "a barchetta", e' causato al 99.9% da un tipo di acaro particolarmente infido, l'acaro bianco o "degli agrumi" (tarsonemidi)

Infido perche' non produce ragnatele ben visibili come il ragnetto rosso e gli individui sono molto piccoli.

Se guardi le foglie con una lente (almeno 10X) dovresti riuscire a notare piccoli "cosi" biancastri che si muovono velocemente; una caratteristica distintiva e' la presenza di individui (maschi) che ne portano altri (femmine o larve) con i due corpi disposti perpendicolrmente l'uno all'altro.

 

Alcuni acaricidi sono efficaci solo contro il ragnetto rosso o giallo, ma non sono specifici per l'acaro bianco.

Il Cliner e' efficace.

C'e' tuttavia un prodotto ancora migliore, di semplice utilizzo, non dannoso per le api ... lo zolfo.

Si trova in commercio in formulazione "bagnabile" o "ventilabile"; la seconda sarebbe migliore per questo scopo, ma piu' difficile da somministrare (serve un soffietto)

Sufficiente comunque anche la formulazione bagnabile, purche' ben distribuita.

 

 

Lo zolfo agisce sublimando (cioe' passando dallo stato solido (goccia asciutta) a quello di vapore; le esalazioni uccidono gli acari, per mia esperienza anche piu' rapidamente del Cliner.

Unica accortezza, evitare l'uso con temperature molto alte (>30°C) perche' puo' risultare fitotossico.

 

Queste foto, scattate un paio di settimane fa su due diverse piante spontanee, mostrano bene l'effetto degli acari e ... dello zolfo ;)

Le nuove foglie infatti sono sanissime :)

 

acari1.jpg

 

acari2.jpg

 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Capsicina

Alcuni acaricidi sono efficaci solo contro il ragnetto rosso o giallo, ma non sono specifici per l'acaro bianco.

Il Cliner e' efficace.

C'e' tuttavia un prodotto ancora migliore, di semplice utilizzo, non dannoso per le api ... lo zolfo.

 

grazie per essere intervenuto ... i tuoi suggerimenti sono sempre precisi e davvero interessanti :)

 

come acaricida è stato dato il Borneo della Bayer 5ml/10litri : Principio attivo: Etoxazole 110 g/L

 

a questo punto mi chiedo se il Borneo è efficace contro l'acaro bianco...? :unknw:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Stefania

Il Borneo è utile per uova e stadi giovanili, se ci sono già adulti, non è molto efficace.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Capsicina

Il Borneo è utile per uova e stadi giovanili, se ci sono già adulti, non è molto efficace.

Tombola ! ...ti pareva! :wacko:

 

Grazie :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Capsicina

 

 

 

Lo zolfo agisce sublimando (cioe' passando dallo stato solido (goccia asciutta) a quello di vapore; le esalazioni uccidono gli acari, per mia esperienza anche piu' rapidamente del Cliner.

Unica accortezza, evitare l'uso con temperature molto alte (>30°C) perche' puo' risultare fitotossico.

 

 

 

 

direi che questo Zolfo è molto interessante !

 

e dato che al negozio il Cliner non lo hanno mi sono fatto dare lo Zolfo che da quello che ho capito dovrebbe persino andare meglio ... oh , non me lo voleva dare continuava a dire che per gli acari è inutile !!! insomma era di coccio :fool:

 

ovviamente l'ho preso ugualmente :yes:

 

come dose è indicato 3gr/L ovviamente riferita ai funghi... uso questa dose anche per gli acari ?

 

è bene portare la soluzione da spruzzare a qualche ph ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Non e' necessario un controllo del PH dell'acqua.

 

Ovviamente lo zolfo e' usato principalmente come fungicida, in particolare contro l'oidio.

Tuttavia l'attivita' contro gli acari, in particolare eriofidi e tarsonemidi, e' ben documentata

Per esempio:

http://www.agraria.unirc.it/documentazione/materiale_didattico/598_2011_284_13648.pdf

(pagina 6)

Se ne parla diffusamente anche nell'allegato all'ultimo numero di Vita in Campagna, sulla difesa biologica nell'orto.

Inoltre, posso assicurare per esperienza diretta che elimina l'acaro bianco nel giro di pochi minuti, mentre altri acaricidi specifici per "ragnetto" non sembrano avere alcun effetto (p.es. Klartan 20 WE)

 

 

Purtroppo il mondo "acari" e' in generale poco conosciuto, anche tra gli addetti ai lavori; la tendenza e' a considerarli tutti uguali, ma in realta' ci sono acari e acari, con notevoli differenze sia nel tipo di danni che nei mezzi di lotta.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cistifornaio

Ciao a tutti. Dopo aver fatto crescere i miei fuochi della prateria in lightbox ho notato la formazione di pallini bianchi simili a cristalli sopra la foglia. Poi ho guardato la parte inferiore delle foglie e ne ho visti molti di piu. Ho cercato in diversi forum di botanica, di peperoncini e di agraria quale potesse essere la causa ma senza successo. Qualcuno sa dirmi di cosa si tratta?

Ho subito iniziato a trattare le piante con solfato di rame e poi ho potato le foglie messe peggio e le ho fotografate. Ho messo a destra una fogliolina sana cosi da rendere possibile il confronto.

post-5206-0-48446700-1480889745.jpg

post-5206-0-86126800-1480889847.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Abbiamo sempre chiamato questo problema "enazioni", ma nell'ultima newsletter del CPI c'e' una definizione piu' calzante e anche una spiegazione esaustiva.

 

edema.jpg

 

Non e' un problema serio, non rallenta lo sviluppo e non crea particolari problemi.

Cerca comunque di ridurre l'umidita' o migliorare la circolazione dell'aria

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cistifornaio

Non e' un problema serio, non rallenta lo sviluppo e non crea particolari problemi.

Cerca comunque di ridurre l'umidita' o migliorare la circolazione dell'aria

Bene, mi stavo preoccupando perché pensavo che la caduta dei fiori fosse dovuta a questo "malanno". Infatti nessun fiore ha allegato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
luca1973

È la prima volta che mi capita una cosa del genere:

- uniche 2 in tutta la light box

- stessa varietà Douglas e stesso "lotto";

- semi conservati in frigo per un anno;

- origine: associazione ma stagione scorsa;

- lo scorso anno sono stati seminari gli stessi semi senza riscontrare alcun problema;

- unici 2 semi di Douglah seminati quest'anno;

- seminati sul medesimo cubetto di rock wool.

 

Cosa sarà? Vale la pensa proseguire

Nel coltivarli o sarebbe meglio eliminarli dalla light box per

evitare potenziali contagi?

post-4014-0-78098500-1487811859.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Le deformazioni fogliari sono tipiche di questa varieta' (T.douglah), ne vedo tutti gli anni (anche se e' la prima volta che le vedo a questo livello).

 

Inizialmente pensavo anch'io ad un virus, ma poi ho rilevato che in realta' crescono senza particolari problemi.

Per sicurezza, tienile un po' isolate dalle altre (o quantomeno limita i contatti).

Verifica se le nuove foglie nascono sane.

Al momento non prenderei decisioni drastiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
luca1973

Le deformazioni fogliari sono tipiche di questa varieta' (T.douglah), ne vedo tutti gli anni (anche se e' la prima volta che le vedo a questo livello).

 

Inizialmente pensavo anch'io ad un virus, ma poi ho rilevato che in realta' crescono senza particolari problemi.

Per sicurezza, tienile un po' isolate dalle altre (o quantomeno limita i contatti).

Verifica se le nuove foglie nascono sane.

Al momento non prenderei decisioni drastiche.

Ciao.

Ok... la sensazione è che sia qualcosa di genetico... considerato che solo ai Daglah è successo... oppure (ipotesi residuale) che ci potesse essere qualcosa di "contagioso" nel cubetto di rockwool (visto che i semi sono quelli dello scorso anno ma la stagione scorsa non ho rivelato certe problematiche).

Mi pare che anche sulle foglioline nuove il problema si ripresenti... vederemo...

Farò come dici, anche perchè adoro il Daglah e mi spiacerebbe non coltivarne almeno una piantina.

Grazie Claudio!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rapace

Ho postato le stesse foto sul mio topic della coltivazione, poi mi sono ricordato che c'era questo topic dedicato ai problemi alle foglie che avevo aperto proprio io qualche tempo fa.

 

Ho tutte e tre le piantine di Tabasco Greenleaf che hanno le foglie (già grandi) che sono deformate e (soprattutto) bucherellate.

 

Ho anche una ipotesi.... può darsi che qualcosa le abbia "rovinate" in stadio piu' "giovanile" e che poi crescendo siano cresciute cosi' ?

 

Voi che pensate possa essere stato ? Consigli su eventuali rimedi ?

 

Ecco le foto

 

post-2453-0-04897300-1488644309.jpg

post-2453-0-64462000-1488644309.jpg

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Non so indicare la causa precisa, ma ho visto ancora problematiche simili, sempre senza conseguenze per lo sviluppo successivo delle piante.

 

Comunque, indago ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vincer

Ciao Carlo,

effettivamente sono accadimenti più tipici della fase di hardening off e non della fase indoor dove l'ambiente è, generalmente, più protetto.

 

Anch'io negli anni scorsi ho avuto foglie più o meno di questo stato ma solo dopo averle messe outdoor.

Io avevo pensato :

- tripidi

- forbicine ovvero Forficula auricularia (nel mio caso c'erano)

- genetica (ovvero alcune non sembravano "morse" ma solo deformate)

 

Hai in casa piante svenate ?

Eventualmente potrebbero essere loro il veicolo di qualche "problema"....

 

Anch'io come Claudio non ho avuto problemi successivamente (se non con le piante più devastate soprattutto nelle foglie apicali).

 

Ciao

Vincenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×