Jump to content

Recommended Posts

gianni48

Innesto di un 7 pod sr strain su corno giallo.

 

Questo innesto è stato fatto in aprile; i rametti che avevo lasciato sul portainnesto si sono seccati e non ho avuto la produzione di entrambe le varietà sulla stessa pianta. In cambio il 7 pod ha ricevuto molta forza ed è cresciuto benissimo.

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=KrtxUp2hXlI

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

Secondo anno di produzione degli "alberi delle melanzane".

 

In questo video ho descritto come ho fatto i diversi innesti a corona:

https://www.youtube.com/watch?v=_mtaWQVcW40

Con queste tecniche ho innestato un Solanum chrysotrichum (spinoso) e un Solanum torvum (che non ha spine) e già l'anno scorso ho ottenuto una discreta produzione.

La settimana scorsa abbiamo cucinato la prima melanzana (una "Black Beauty" maturata sul torvum durante lo svernamento) ed era buona.

Mentre il torvum era stato coltivato in vaso, il chrysotrichum lo avevo piantato in piena terra e prima dei freddi ho dovuto trasferirlo in vaso dove lo lascerò finchè vivrà perchè è stato troppo faticoso trapiantarlo :)

 

.post-4169-0-10870100-1492683064.jpg

Quello a destra è il torvum sul quale nella primavera del 2016 ho innestato a corona due melanzane Black beauty e una violetta di Firenze.

Quello a sinistra è il chrysotrichum, sul quale nell'agosto del 2015 ho innestato a corona una melanzana Seta lunga e una Violetta di Firenze in basso, a spacco su un ramo del chrysotrichum.

Ecco la situazione degli innesti fotografati stamattina (20-04-2017)

post-4169-0-12691700-1492683065.jpg

post-4169-0-99647000-1492683065.jpg

post-4169-0-72653200-1492683066.jpg Innesto a L di Seta lunga su chrysotrichum

post-4169-0-88867200-1492683067.jpg Innesto "mio :)" di Black Beauty su torvum

post-4169-0-66755300-1492683068.jpg Innesto a L di Violetta di Firenze su torvum

post-4169-0-42711900-1492683069.jpg Innesto a spacco di Violetta di Firenze su chrysotrichum

post-4169-0-88316500-1492683070.jpg Innesto a penna di Black Beauty su torvum

 

Tutti gli innesti hanno prodotto in modo soddisfacente ma da chi è più esperto di me ho ricevuto i seguenti consigli:

- è preferibile utilizzare come portainnesto il chysotrichum (ne sto allevando 12 piante da innestare nel 2018)

- meglio evitare l'innesto "a spacco"

- provare a fare qualche innesto "a gemma" ... proverò :)

Dalle foto si può notare che, fra gli innesti del tipo a corona (cioè "a L", "il mio" e "a penna") in quest'ultimo, che è il più facile, la cicatrice è quasi completamente scomparsa, quindi sarà quello che adotterò in futuro.

 

Prossimo raccolto in maggio :)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

post-4169-0-85025800-1495300061.jpg


Da due mesi questi due alberi ci mantengono a melanzane smile.png


Dato che non intendo rimetterlo in terra, poco fa ho aggiunto nuovo terriccio all'albero ottenuto dal chrysotrichum, che ho spostato dal muro per potergli lavorare attorno. Ho aggiunto uno strato di 10 cm sul fondo e ho riempito la fessura di circa 1 cm, che si è formata sul bordo per il sollevamento della zolla.


Nella zolla le radici non erano troppo fitte e non presentavano spiralizzazione; questo mi fa ben sperare per il futuro smile.png



Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

Innesto a spacco di melanzana su solanum chrysotrichum fatto nello scorso settembre e svernato in ambiente protetto dal gelo.

spacco1.jpg.2ec93c2ae28761cbb1e88d238530802f.jpgspacco2.JPG.98732bcf94c2acb1bdc76b1f0e389f3f.JPGspacco3.JPG.0a95eaeb9b3642de50b07893a5b23b89.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

Forse il Capsicum flexuosum è adatto come portainnesto: tranne che in pochi casi ho notato che le piante sviluppano in piena terra un grosso apparato radicale, che resiste bene alle malattie. 

Un mese fa ho innestato un quadrato d'Asti su un flexuosum e ora la situazione è questa:

5b1a66b773985_innestoflexuosum.JPG.6d15fe8bde1b08db33df35e0bf120fdf.JPG

Se poi il flexuosum conferisse la sua resistenza al freddo all'innesto.... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Piccadillo

Spettacolo, complimenti per tutto, è un post di grande ispirazione..

Per non svernare troppe piante pensavo di fare due/tre innesti su un Pimenta, un Acrata e un Habanero, è opportuno iniziare adesso o è tardi? 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
L0rdn40
On 6/8/2018 at 1:23 PM, gianni48 said:

Forse il Capsicum flexuosum è adatto come portainnesto: tranne che in pochi casi ho notato che le piante sviluppano in piena terra un grosso apparato radicale, che resiste bene alle malattie. 

Un mese fa ho innestato un quadrato d'Asti su un flexuosum e ora la situazione è questa:

5b1a66b773985_innestoflexuosum.JPG.6d15fe8bde1b08db33df35e0bf120fdf.JPG

Se poi il flexuosum conferisse la sua resistenza al freddo all'innesto.... ;)

 

Ciao, a distanza di un anno sarei curioso di sapere se hai ottenuto il peperoncino perenne di facile conservazione, come va con il multi pepper e se hai fatto qualche altro esperimento interessante. Se ti va di aggiornare la situazione sono molto interessato perché a fine stagione mi piacerebbe creare, forse su acrata, degli innesti per renderla multipepper e conservare solo quella! 😁 Sono assolutamente inesperto ma molto curioso quindi, non so se mi tratterrò!

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

Di 8 innesti si flexuosum che ho lasciato fuori, solo questi 2 glabriusculum sono sopravvissuti all'inverno:

1577119332_sopravvissutifuori.jpg.bf4d067b382f6c59dd7a2105b143e7b8.jpg

Questo glabriusculum invece è rimasto dentro.

913437828_sopravvissutidentro.jpg.b15af91aec4fa109a395d9c7011e87f5.jpg

L'innesto è ben cicatrizzato...

191788034_innestosopravvissutodentro.jpg.c16e5a53a0ffd6e695a56c240c23ed97.jpg

... però tutti gli innesti che ho fatto su flexuosum sono poco vigorosi e poco produttivi.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianni48

Innesto per approssimazione di melanzana su patata.

1311510078_Innestoperapprossimazionedimelanzanasupatata.jpg.b655136ed89c33178a9ce474fcb56960.jpg

Il callo sembra essersi formato in modo corretto.
Fra qualche settimana separerò le piante. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×