Jump to content
Umberm

Guida alla scelta dell'illuminazione per la light box

Recommended Posts

Umberm

Il discorso dei led "vegetativi" negli ultimi mesi ha fatto decisamente passi in avanti:

Riporto dal sito della Phytolite

 

 

Sono già disponibili moduli a 5 bande per l’intero ciclo, moduli a 3 bande per la vegetativa e moduli a 3 bande “real vision” includenti il bianco, per soluzioni più estetiche, indicati laddove è preferita la percezione reale dei colori. (orchidee, piante aromatiche ed officinali, installazioni in cucine, ristoranti ecc.) Oltre a ciò questa caratteristica costruttiva permette di installare altri moduli con nuovi spettri e tecnologie, visto che ogni anno si scoprono nuove caratteristiche e particolarità nella reazione delle piante alla luce artificiale.

 

Risulta evidente da questa frase che i produttori di lampade stanno sperimentando, e non poco. Il fine che giustifica investimenti consistenti non sono evidentemente gli hobbysti come noi ma la produzione in larga scala. Ma il fatto che investimenti si facciano non può che essere un enorme vantaggio anche per noi.

Sopratutto è interessante che si stanno evidentemente sperimentando le differenze tra le varie piante (orchidee e piante aromatiche a quanto pare gradiscono spettri diversi da altre piante...)

 

Ove i prezzi si riducessero sino alla portata delle tasche di un hobbysta non particolarmente ricco ricordo i vantaggi che, almeno i teoria, fornisce/fornirà la tecnologia led sono:

 

- viene "sprecata" molta meno luce (meno energia quindi) in quanto lo spettro fornito è tutto utile alla pianta, a differenza delle lampade fluorescenti che hanno una quantità non trascurabile di radiazioni sul verde, praticamente inutili per la fotosintesi

- viene "dispersa" molto meno luce in quanto questa tecnologia è orientabile secondo un angolo prefissato. Questa casa costruttrice fornisce con la lampada lenti da 90° e da 120° intercambiabili, in modo da illuminare una superficie più o meno ampia. In ogni caso neanche un lumen va verso l'alto o verso dove le piante non ci sono.

- la tecnologia led è più efficiente di quella a tubi fluorescenti. Allo stato attuale i led commerciali vantano 100 lumen per watt, cioè già meglio dei migliori tubi fluorescenti in commercio, ma l'efficienza dei led è destinata ad aumentare e nei prossimi anni è ragionevole pensare che raddoppi o quasi.

 

Tutto questo implica che l'energia necessaria a far crescere le nostre piante sarà decisamente minore, probabilmente il 20-25% di quella che usiamo adesso.

Il che, oltre al risparmio in bolletta, significa meno inquinamento e meno spreco di risorse.

 

Interessante infine anche questa precisazione, dallo stesso sito

  • 16 LED chips da 3W per modulo. Spettro PHT003 progetto Phytolite non depositato e liberamente replicabile;

E' consentito quindi riprodurre lo spettro indicato per le proprie realizzazioni...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

:thumbsup:

 

Sviluppi interessanti!

L'aspetto del risparmio energetico e' determinante.

Negli ultimi mesi, per necessita' di produrre in fretta molti semi di una specifica varieta', ho sperimentato che con i neon e' possibile completare il ciclo vitale di una pianta, dalla nascita fino al raccolto, ma non oso pensare al "costo" :hyper:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Leonardo Bruno

:thumbsup:

 

Sviluppi interessanti!

L'aspetto del risparmio energetico e' determinante.

Negli ultimi mesi, per necessita' di produrre in fretta molti semi di una specifica varieta', ho sperimentato che con i neon e' possibile completare il ciclo vitale di una pianta, dalla nascita fino al raccolto, ma non oso pensare al "costo" :hyper:

 

Jalapenoxcarmagnola f/2?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Mi riferisco principalmente al Napoli (varieta' per la quale mi servono molti semi), ma gia' che c'ero ho fatto crescere anche l'F2 di Carmagnola x Jalapeno :yes:

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Effec90

Sera a tutti! Mio padre ha recentemente effettuato un trasloco e gli sono avanzate 6 lampade fluorescenti Philips 49W/840 TL5 4000K. Pa rima cosa che mi è venuta in mente è stata di riciclarle per una light box, ma in fase di "progettazione" mi sono reso conto che le modeste lunghezze delle lampade (146,32 cm) costituiscono un bel problema perche inevitabilmente mi portano a dover creare una light box in lunghezza (come se fosse una teca) di 150x60x60 (risp. Lunghezza profondità altezza) e quindi a metterci dentro parecchie piantine. Ma una volta germogliate e pronte per essere messe all'aperto, non avro lo spazio per tenerle tutte. Quindi di qui il dubbio amletico, spendere soldi per lampade nuove (molto piu piccole) e crescere molte meno piantine, oppure riciclare queste lampade (che comunque mi garantirebbero quasi 17.500 lux) e cercare di regalare piu piantine possibile?

Non prendo in considerazione l'idea di "sprecare" 6 lampade cosi grosse per poche piantine ovviamente.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Il vero problema e' che i 4000K non sono proprio adatti. Tutti usiamo le 6500K perche' coprono meglio le bande di assorbimento della clorofilla. Umberto ha messo un sacco di spettri in questo topic.

 

Pero' ti capisco per il pensiero dello spreco...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Effec90

Si mi sono letto tutti i post e ho notato che qualcuno ha usato le 4000, quindi da li l'idea di riciclarle! Comunque credo che mi tocchera comprare lampade nuove, uff :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Umberm

Francesco (Nipotastro) ha coltivato con successo con le 4.000° K. Vero che non sono le più adatte ma le piantine comunque crescono senza problemi.

 

Ma una volta germogliate e pronte per essere messe all'aperto, non avro lo spazio per tenerle tutte. Quindi di qui il dubbio amletico, spendere soldi per lampade nuove (molto piu piccole) e crescere molte meno piantine, oppure riciclare queste lampade (che comunque mi garantirebbero quasi 17.500 lux) e cercare di regalare piu piantine possibile?

Ci sono 2 considerazioni da fare, la prima "tecnica". Quanto hanno "lavorato" quelle lampade? La vita "efficiente" dei tubi fluorescenti difficilmente supera le 3/4 stagioni per il nostro uso, dopo il degrado comincia a diventare troppo grave...ammesso che la lampada non si spenga definitivamente... quindi riciclare non è necessariamente una ottima idea.

(la vita media di un tubo fluorescente varia, per la maggior parte dei modelli, dalle 10.000 alle 20.000 ore, una nostra stagione è di circa 1.500/2.000 ore, ma c'è un degrado che può arrivare anche al 10/15% per stagione in termini di minor resa)

 

La seconda considerazione riguarda i regali: hai persone a sufficienza che apprezzano le tue piantine e che sarebbero davvero felici di averle? Regalare piante solo perché se ne hanno in eccesso può risultare addirittura penalizzante... per chi riceve il regalo! Scusa se mi sono permesso questa considerazione ma può capitare di sottovalutare il problema... avendo avuto piante in quantità da regalare e non riuscendo a regalarle tutte credo che sia un problema da porsi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Effec90

Infatti sto cercando nuove lampade per tutte le considerazioni che avete fatto :) Solo che anche qui sorgono problemi su problemi. Le CFL costano un boato, i tubi sono di dimensioni piu che fastidiose.. Consigli?

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Messa cosi' sembra una strada senza uscita.... :)

 

Io trovai delle CFL beghelli da 23W/1400 lumen a 2 euro l'una. Forse e' stato un colpo di fortuna perche' ora non ne vedo piu' esposte allo stesso negozio. Pero' i tubi fluorescenti li trovi di varie misure puoi mettere della da 54 cm sfalsati o in varie altre maniere se hai problemi di spazio. Cmq un minimo di spesa la devi considerare. Avendo i tubi vecchi hai anche i reattori?

se si allora io prenderei dei tubi altrimenti a seconda delle dimensioni sceglierei.

 

Che superficie ha la tua box?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Umberm

Non credere che ci sia tutta questa differenza con i tubi fluorescenti che solo apparentemente costano molto meno. Infatti sui tubi devi aggiungere il prezzo del reattore e dei portalampade.

Se compri due CFL da 50W spendi circa 30 euro di lampade e 5 tra portalampade e cavi.

Una CFL da 125W costa sui 45 euro completa di riflettore (sia con i tubi che con le CFL da 50W qualcosa dovresti inventarti a riguardo...)

 

Però ciò che dice Peppe (joefish) è giustissimo: sa hai già i reattori e i portalampade (quelli si riciclabili!) comprare solo i tubi è una spesa decisamente più bassa. Qui hai la tabella delle dimensioni delle più comuni lampade in commercio.

 

Quoto Peppe anche sull'ultima domanda: se ci dici qualcosa in più sulla tua lightbox è più facile darti il consiglio giusto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Effec90

La box la volevo fare in funzione delle lampade giocando su lunghezza e profondità a seconda del tipo di lampada. In ogni caso oggi mi sono fatto un giro da Brico e ho trovato in offerta 3 lampade lexman da 24 W e 1400 lumen a 6 . Per stare tranquillo ho preso anche una lexman da 32 W e 2250 lumen a 12. Sono molto soddisfatto perche sono davvero piccole e posso permettermi di fare un lightbox a questo punto da 50x50 ottenendo cosi una valanga di lux teorici. Ho comprato anche 4 portalampade ovviamente.. Solo che avendo 0 nozioni nel campo elettrico non ho idea di come mettere i fili e tutto il resto, ma credo bastera farsi un giro qui sul forum per capire. Il prossimo step riguarda le ventole (se sono necessarie) per il controllo della temp, il controllo del l'umidità e il materiale per costruire la light box. Credo sia fondamentale perché in base a quest ultimo elemento decidero se comprare materiale per rivestire la lightbox e quindi poi i "calcoli" per temperatura e umidità. Infine dovrò progettare un modo per alzare e abbassare le lampade (o alzare e abbassare le piantine?) e dulcis in fundo scegliere e comprare (dove?) i semi.

Che ne pensate?

Se sto andando off topic me ne scuso, mi potete dare un paio di link per evitare di rompervi le scatole nei topic sbagliati?

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Per i semi la risposta e' una sola: comprarli dall'associazione. Vedi qui

 

Le lampade devi collegarle tutte in parallelo, magari domani ti metto uno schemino.

 

Il materiale dipende da vari fattori, resistenza, leggerezza, box smontabile, ....

 

Come sempre nei progetti trovi le soluzioni piu' disparate. Io ho usato del compensato da 1 cm e ora un vecchio armadio da ufficio riadattato.

 

Anche la questione luci mobili o piante mobili e' dibattuta (e io ne sto discutendo attualmente nel topic della mia LB).

 

Le ventole sono abbastanza necessarie, potresti lasciare aperta parte della box se non ti da fastidio la luce che ne esce.

 

Vedi i vari progetti scegli quello che piu' ti aggrada e fai domande nel topic relativo che e' la sede piu' adatta.

 

ciao

 

Peppe

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Effec90

Grazie mille per tutte le info :D Sto facendo una "lista della spesa" per comprare/recuperare tutto ciò che mi serve per l'illuminazione, credo che oggi farò un bel giretto da leroy merlin!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Umberm

Il discorso dei led "vegetativi" negli ultimi mesi ha fatto decisamente passi in avanti:

Riporto dal sito della Phytolite

 

 

Sono già disponibili moduli a 5 bande per l’intero ciclo, moduli a 3 bande per la vegetativa e moduli a 3 bande “real vision” includenti il bianco, per soluzioni più estetiche, indicati laddove è preferita la percezione reale dei colori. (orchidee, piante aromatiche ed officinali, installazioni in cucine, ristoranti ecc.) Oltre a ciò questa caratteristica costruttiva permette di installare altri moduli con nuovi spettri e tecnologie, visto che ogni anno si scoprono nuove caratteristiche e particolarità nella reazione delle piante alla luce artificiale.

 

Risulta evidente da questa frase che i produttori di lampade stanno sperimentando, e non poco. Il fine che giustifica investimenti consistenti non sono evidentemente gli hobbysti come noi ma la produzione in larga scala. Ma il fatto che investimenti si facciano non può che essere un enorme vantaggio anche per noi.

Sopratutto è interessante che si stanno evidentemente sperimentando le differenze tra le varie piante (orchidee e piante aromatiche a quanto pare gradiscono spettri diversi da altre piante...)

 

Ove i prezzi si riducessero sino alla portata delle tasche di un hobbysta non particolarmente ricco ricordo i vantaggi che, almeno i teoria, fornisce/fornirà la tecnologia led sono:

 

- viene "sprecata" molta meno luce (meno energia quindi) in quanto lo spettro fornito è tutto utile alla pianta, a differenza delle lampade fluorescenti che hanno una quantità non trascurabile di radiazioni sul verde, praticamente inutili per la fotosintesi

- viene "dispersa" molto meno luce in quanto questa tecnologia è orientabile secondo un angolo prefissato. Questa casa costruttrice fornisce con la lampada lenti da 90° e da 120° intercambiabili, in modo da illuminare una superficie più o meno ampia. In ogni caso neanche un lumen va verso l'alto o verso dove le piante non ci sono.

- la tecnologia led è più efficiente di quella a tubi fluorescenti. Allo stato attuale i led commerciali vantano 100 lumen per watt, cioè già meglio dei migliori tubi fluorescenti in commercio, ma l'efficienza dei led è destinata ad aumentare

 

Tutto questo implica che l'energia necessaria a far crescere le nostre piante sarà decisamente minore, probabilmente il 20-25% di quella che usiamo adesso.

Il che, oltre al risparmio in bolletta, significa meno inquinamento e meno spreco di risorse.

 

Riprendiamo il discorso led.

Abbiamo contattato la Phytolite e abbiamo trovato una azienda estremamente disponibile, dove la competenza e la professionalità sono evidenti.

Il prezzo attuale che praticano i rivenditori è, ad oggi, decisamente elevato (290 euro per una gx-100 professional). Siamo ben lieti di comunicare che il prezzo si è notevolmente abbassato acquistando direttamente dal sito della Phytolite.

Oltre a questo, grazie alla sensibilità dimostrata dall'azienda, un ulteriore sconto è stato riservato agli iscritti al Forum.

Chi si dovesse trovare a progettare la propria light box e volesse inserire questi prodotti può inviarmi un MP per conoscere le modalità per accedere allo sconto.

Abbiamo inserito nella sezione riservata agli iscritti un topic a riguardo.

Certamente la spesa resta consistente ma decisamente più abbordabile e c’è da considerare che già nel primo anno si recupera qualcosa di significativo grazie al risparmio energetico.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lucapsico

Buonasera,

sto approcciando alla costruzione di una lightbox in contenitore ikea samla 78x56x44. se illumino con 3 strisce led da 80cm da 840 lumen/metro dite che ho abbastanza luce rivestendo l'interno di polistirolo bianco da 1 cm? calcolando che le piante starebbero a 5/7 cm dalle strisce.

 

Grazie

 

Luca

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish
1 hour ago, Lucapsico said:

Buonasera,

sto approcciando alla costruzione di una lightbox in contenitore ikea samla 78x56x44. se illumino con 3 strisce led da 80cm da 840 lumen/metro dite che ho abbastanza luce rivestendo l'interno di polistirolo bianco da 1 cm? calcolando che le piante starebbero a 5/7 cm dalle strisce.

 

Grazie

 

Luca

 

Come numero di led andrebbe pure bene un po' al limite per l'esperienza che ci siamo fatti.

Il problema e' che le strisce hanno posizioni fissate per i led e non puoi modificarle.

Quello che succede (se voi puoi leggere QUI) e' che si creano zone d'ombra quando sei molto vicino al pannello

che ospita i led. Il coperchio nel tuo caso. E piu' le strisce sono separate piu' la zona d'ombra e' profonda.

 

A meno che tu non abbia poche piante da sistemare, quando sono piccine, esattamente sotto la striscia finche'

non sono almeno una decina di cm di altezza, ti consiglio di usare quattro strisce da 80 cm. Le metti separate

da 10 cm e ti restano 12+12 cm ai lati, cioe' 12+10+10+10+12=54=56-2cm per il polistirolo).

 

Questa soluzione e' se non vuoi modificare il pannello man mano che le piante crescono.

Se , invece, vuoi farlo e ti risulta facile, la cosa migliore sarebbe iniziare a creare una distribuzione concentrata al centro,

tipo strisce separate da 3-4 cm con le plantule immediatamente sotto le strisce. 

Poi man mano che crescono le allontani e separi le strisce fino a metterle come ti ho scritto sopra.

Cosi' dovresti poter mettere tranquillamente 26 bicchierini da caffe' con le plantule.

Che poi quando cresceranno non ci entreranno cosi' tante  nella scatola.

 

Spero di essere stato chiaro. In caso contrario, qua siamo :lol:

 

P.S. Guarda pure i post di Oban sulle scatole Ikea QUI e QUI

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lucapsico
33 minutes ago, joefish said:

 

Come numero di led andrebbe pure bene un po' al limite per l'esperienza che ci siamo fatti.

Il problema e' che le strisce hanno posizioni fissate per i led e non puoi modificarle.

Quello che succede (se voi puoi leggere QUI) e' che si creano zone d'ombra quando sei molto vicino al pannello

che ospita i led. Il coperchio nel tuo caso. E piu' le strisce sono separate piu' la zona d'ombra e' profonda.

 

A meno che tu non abbia poche piante da sistemare, quando sono piccine, esattamente sotto la striscia finche'

non sono almeno una decina di cm di altezza, ti consiglio di usare quattro strisce da 80 cm. Le metti separate

da 10 cm e ti restano 12+12 cm ai lati, cioe' 12+10+10+10+12=54=56-2cm per il polistirolo).

 

Questa soluzione e' se non vuoi modificare il pannello man mano che le piante crescono.

Se , invece, vuoi farlo e ti risulta facile, la cosa migliore sarebbe iniziare a creare una distribuzione concentrata al centro,

tipo strisce separate da 3-4 cm con le plantule immediatamente sotto le strisce. 

Poi man mano che crescono le allontani e separi le strisce fino a metterle come ti ho scritto sopra.

Cosi' dovresti poter mettere tranquillamente 26 bicchierini da caffe' con le plantule.

Che poi quando cresceranno non ci entreranno cosi' tante  nella scatola.

 

Spero di essere stato chiaro. In caso contrario, qua siamo :lol:

 

P.S. Guarda pure i post di Oban sulle scatole Ikea QUI e QUI

Infatti ho omesso il fatto che la coltivazione sarà ridotta vista la prima esperienza 😬 a circa 15/20piante. tralasciando la fase bicchierini e valutando l'ingombro dei vasi da semina intermedia 10x10 dovrei riuscire a stare con i vasi perpendicolari alla striscia. in parole povere potrei fare 3 file da 7 vasi 10x10😅 Sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bertellio

Ciao a tutti pepperfriends!

Dopo alcuni anni di pausa e laurea annessa mi sono rimesso a preparare la coltivazione.

 

In attesa di fare il mio topic vi chiedo un consiglio sulle lampade per il lightbox:

Superficie 110x60 cm...una "cassa" di polistirolo estruso tutta riflettente.

Ho dovuto rifare tutto quindi ho preso tre lampade led 6500K da circa 2100 lumen.

 

Dai conti risulta che abbia meno della metà dei lux necessari, inoltre ho il problema della temperatura visto che i led non scaldano (il progetto scorso aveva cfl e ventola pc che mantenevano 25 gradi costanti).

L'idea è di smaltire piano piano le piccole piantine e utilizzare la grande superficie per far crescere quelle che tengo fino a maggio.

 

Cosa mi consigliate di aggiungere per avere buona luminosità e temperatura?

Può valer la pena raddoppiare le lampade utilizzate e aggiungere una lampada ad infrarossi? Se si che vattaggio? Pericoli con il polistirene?

(No tubi neon che faccio fatica a trovarli)

20180108_201423.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Ciao,

come termine di paragone ti posso dire che per una superficie come la tua io metto 4 metri di strisce led coolwhite.

E' difficile fare un termine di paragone utilizzando i lumen, perche' quelli dichiarati per le strisce sono molto poco affidabili.

Se proprio si vuole forzare la mano, quelle di marca auralum con led 5630 le dichiarano 12000 lm per 5 metri, quindi 2400 lm al metro.

Questo significa che con quattro lampade saresti a 8400 lm, che a mio avviso sono piu' che sufficienti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bertellio
59 minutes ago, joefish said:

Ciao,

come termine di paragone ti posso dire che per una superficie come la tua io metto 4 metri di strisce led coolwhite.

E' difficile fare un termine di paragone utilizzando i lumen, perche' quelli dichiarati per le strisce sono molto poco affidabili.

Se proprio si vuole forzare la mano, quelle di marca auralum con led 5630 le dichiarano 12000 lm per 5 metri, quindi 2400 lm al metro.

Questo significa che con quattro lampade saresti a 8400 lm, che a mio avviso sono piu' che sufficienti.

 

Grazie per la risposta, aggiungerò una lampada.

Ma per il discorso calore? Il lightbox è in una stanza non riscaldata nell'interrato...temperatura media 10-12 gradi. Il polistirene è un ottimo isolante ma qualcosa deve pur scaldare

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

le lampade led un poco scaldano,  se tocchi la parte posteriore del bulbo avverti la temperatura piu' alta.

Il tuo problema e' l'ambiente esterno. Se non ti fai scrupoli di consumo, anziche' aggiungere una quarta lampada led,

metti una cfl e vedi come va, dovrebbe andare bene e dovresti poter fare a meno di ventole. Se troppo calda ne metti una meno potente

e viceversa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×