Jump to content
Lonewolf

Essiccatori elettrici

Recommended Posts

Rapace
11 hours ago, Epsilon said:

 

Ti dirò che ho appena scoperto che sul sito del venditore il prezzo è ancora più basso: 29.99 €

https://www.sottosconto.com/catalogsearch/result/?q=essiccatore&cat=

sempre con consegna gratuita

 

13 hours ago, Epsilon said:

Probabilmente comprerò un essiccatore.

Da una breve ricerca su Amazon, avrei selezionato 2 modelli papabili:

https://www.amazon.it/gp/product/B07121959X/ref=ask_ql_qh_dp_hza (che, a vederlo, dovrebbe essere il "solito" Melchioni)

https://www.amazon.it/H-Koenig-DSY700-Essicatore-alimentare-Verdura/dp/B075JPDT5C/ref=sr_1_41?s=kitchen&ie=UTF8&qid=1534515475&sr=1-41&keywords=essiccatore

Il secondo, rispetto al primo, comprende anche un timer, per quel che può servire.

Che ne pensate? Qualcuno utilizza uno dei due?

Consigli in alternativa?

 

11 hours ago, joefish said:

Come hai detto tu il primo è il solito essiccatore marchiato diversamente. Il prezzo mi sembra buono.

Il timer penso sia poco utile sulle durate di essicazione, ma è un valore aggiunto magari per altre cose può tornare utile.

 

Io ho il primo (il solito) con marchio diverso.

Mi trovo molto bene, con 4 o 5 scomparti in 12 ore a 55 gradi si essicca qualsiasi tipo di peperoncino (anche i Rocoto che sono molto "polposi").

Per alcune varietà basta di meno.

Lo consiglio di sicuro.

Magari funziona bene anche il secondo ..... in realtà io credo che le componenti principali siano esattamente le stesse, magari prodotte dallo stesso produttore, o comunque le differenze mi aspetto siano minime.

Se fossi io sarei tentato a comprare il secondo giusto per avere qualcosa "un po' diverso"......Il timer ha second me un minimo di utilità, ma non rilevante (per me) per la scelta.

Il timer puo' essere utile se si vuole essere certi che l' essiccatore si spenga ad una certa ora (e non ci si dimentichi), oppure se vogliamo tenere acceso l' essiccatore quando si dorme o quando si è assenti (magari si deve uscire e torniamo tardi) oppure ancora se si vuole far partire l' essiccazione quando la fascia oraria di consumo elettrico è piu' conveniente.

Tutto quanto sopra si ottiene con un semplice temporizzatore da attaccare alla spina elettrica (riusando ad esempio quello che utilizziamo per la Light-Box).

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Epsilon

Col temporizzatore digitale penso ci sia anche un problema: se va via la corrente, probabilmente si resetta tutto e non riparte.

Almeno credo.

A questo punto, devo decidere tra:

https://www.sottosconto.com/spice-teseko-essiccatore-disidratatore-per-alimenti-5-scomparti-temperatura-regolabile-35-70-gradi.html

a 30,00 € -1 cent

e

https://www.sottosconto.com/spice-teseko-mucho-essiccatore-disidratatore-per-alimenti-6-scomparti-regolabili-display-lcd-timer-temperatura-regolabile-40-70-gradi-550-w.html

a 46,00 € - 1 cent

 

Purtroppo, posso fare solo ipotesi per la scelta tra i due:

- altezza dei vassoi: il primo ha vassoi alti 3 cm; il secondo non si sa ma proviamo a fare qualche considerazione: la base del secondo sembra alta più o meno come 4 vassoi; contando il coperchio, la struttura ha un'altezza pari a 4 + 6 + 1 = 11 vassoi; essendo l'altezza dichiarata pari a 22 cm, ne ricaviamo che ogni vassoio è alto 2 cm. Cerchiamo una verifica facendo un ragionamento simile sul primo: la base sembra avere un'altezza simile a 3,5 vassoi; la struttura quindi equivarrebbe in altezza a circa 3,5 + 5 + 1 = 9,5 vassoi che, su un'altezza dichiarata di 27 cm equivarrebbe a 2,84 cm. Il ragionamento quindi sembra avere più o meno un senso

- ingombro in pianta molto simile tra i due: 32 cm x 32 cm (tondo) e 30 cm 44 cm (rettangolare)

- il primo arriva ad una potenza di 250 W ed il secondo 550 W ma ovviamente ciò non significa che il secondo consumi più del primo; anzi: probabilmente il secondo gode di un'economia "di scala" (minore dissipazione di calore rispetto al volume)

- Rapporto di "superficie lavorabile" praticamente doppio in favore del secondo: (30x44x6) cm2 / (32*PI*5/4) cm2 = 7920 cm2 / 4019 cm2 = 1,97 che, ma guarda un po', è anche grossolanamente simile al rapporto tra le potenze massime (ovviamente i calcoli sono al lordo dello spazio interno da cui passa l'aria per cui il rapporto delle superfici è sicuramente più alto e si avvicina ulteriormente, ma riguarda un po', al rapporto tra le potenze massime)

- probabile problema sul secondo riguardante quanto detto all'inizio poiché ha gestione digitale

 

In ogni caso, chi ha inventato il nome TeSeko Mucho meriterebbe una medaglia (sempre che non sia un caso) 😂

Non ho tempo di fare altre considerazioni od eventuali correzioni perché è pronto in tavola: buon appetito a tutti 😊

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Io acquistai il DGC FD1077 che dovrebbe essere equivalente al secondo che hai linkato nell'ultimo post.

http://www.pepperfriends.com/forum/topic/107-essiccatori-elettrici/?do=findComment&comment=355874

 

L'ho consigliato ad almeno due persone che l'hanno acquistato e si sono trovati bene, tanto quanto me.

L'unico difetto è la larghezza delle maglie delle griglie, per il resto non avrei desiderato di meglio, compreso il fatto di avere più del doppio della potenza (550 W).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Epsilon
1 hour ago, Oban said:

Io acquistai il DGC FD1077 che dovrebbe essere equivalente al secondo che hai linkato nell'ultimo post.

 

Il "setup" dei due modelli sembra molto simile in effetti.

Confermi l'altezza dei ripiani in circa 2 cm? E' sufficiente a parer tuo?

Confermi che se va via la corrente essendo i comandi digitali l'apparecchio non si rimette in funzione quando questa ritorna?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Ho misurato, 2 cm.

Sono più che sufficienti per me, del resto quando l'ho caricato oltre la normale capienza, che va da 1,5 Kg ad un massimo di 2 Kg (se non ricordo male sono arrivato a caricarlo fino a 3,5 Kg di peperoncini, sfruttando anche il piano sotto le 6 griglie), le griglie sono tornate a toccarsi ed impilarsi correttamente, nel giro di qualche ora, appena iniziano a perdere i liquidi.

 

Riguardo l'ultima domanda, sono troppo pigro per andare a staccare la corrente e verificarlo di persona.😅

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban
On 8/18/2018 at 4:24 PM, Epsilon said:

Confermi che se va via la corrente essendo i comandi digitali l'apparecchio non si rimette in funzione quando questa ritorna?

L'ho collegato ad una multipresa con interruttore e togliendo l'alimentazione mentre è in funzione, per poi rialimentarlo, l'essiccatore non si riaccende affatto, rimane spento.

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Epsilon

Come temevo.

Comunque non penso sia un gran problema.

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Qual'è la probabilità che ci sia un blackout durante le poche ore in cui e' in funzione l'essiccatore e non si e' in casa? :)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Epsilon

La stessa che l'auto ti si rompa proprio quando sei al centro della Valle della morte e la risposta è; sì, mi è successo davvero 😄

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino

Buongiorno a tutti, dovendo acquistare un essiccatore elettrico riapro questo topic a distanza di 3 anni (magari è cambiato qualcosa nel frattempo 😁)

Ho dato un'occhiata a quelli consigliati negli scorsi anni e quindi mi ritrovo a dover scegliere tra i seguenti: 

 

  1. Severin = 40€ (se non sbaglio è quello che Lonewolf consigliava nel lontano 2008)
  2. Melchioni (31€), DCG (30€), Beper (42,50€) e analoghi di altre marche
  3. Melchioni Babele Plus (attualmente scontato a 51,80€)
  4. AllCOOK (prezzo originario 90, viene attualmente 41€)
  5. OSTBA (55€)
  6. AIGOSTAR (45,50€) 

 

I primi 2 sono quelli ampiamente collaudati, d'altro canto gli ultimi 4 sembrano più recenti e il prezzo, tutto sommato non è così diverso. 

Quale mi consigliereste? Vanno benissimo anche altri modelli non menzionati

 

Grazie in anticipo a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
joefish

Io ho il meschini babele (senza plus) c'e' scritto family. Credo che quelli del numero 2 siano sempre lo stesso oggetto ma marchiato da case differenti.

Il Severin e' sempre stato citato come un prodotto di qualità in quello che hai linkato non vedo la regolazione della temperatura che invece e' fondamentale.

 

Con il Melchioni mi sono sempre trovato bene, la temperatura impostata e' abbastanza precisa (misurata con sonda a termocoppia). E guardando meglio le foto vedo che e' proprio il mio. Lo pagai un po' di piu'.

 

Molto dipende da quante tonnellate di pepper vuoi essiccare :D

Ma se sei nella norma credo che non convenga spendere piu' di 30-40 euro.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oban

Mi sembrano tutti di potenza simile, 250 W, i 2. sono ultracollaudati e il prezzo allettante.

 

Il 4. è più carino esteticamente ma è un elettrodomestico che impieghi poche volte l'anno.

 

Scarterei quel severin senza termostato, sebbene sia un'ottima marca.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
nipotastro

Quelli " vecchi" non avevano la regolazione della temperatura...

 

Essenzialmente erano il Severin con motore e ventola in basso  E il bomann (lo stesso prodotto era rimarchiato in millamila modi) con motore e ventola nella parte alta

 

Ho usato il bomann per anni, senza regolatore di potenza; lonewolf modifico' il Severin per mettercelo...

 

Proprio ieri ho sballato un beper, per essiccare robe non piccanti :)

 

Rispetto al bomann è più largo e più silenzioso, ma la potenza dichiarata è la stessa

 

Lo comprai qualche anno fa.. credo venne sui 30 euro

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chinensino

Grazie a tutti, alla fine ho acquistato il Melchioni Babele (senza plus). A tal proposito pongo anche qui (luogo forse più pertinente) i quesiti che mi sono sorti circa l'essiccazione dei pepper. 

Riporto quanto scritto nel thread della mia coltivazione: 

 

Buonasera a tutti, ho una domanda sulla metodica di essiccazione. 
Da qualche parte sul forum (non ricordo dove) tempo fa ho letto che i frutti per poter essere considerati veramente essiccati devono diventare tipo corn flakes (completamente rigidi, spezzandosi sotto pressione). 

Durante l'ultimo ciclo di essiccazione ho tenuto per oltre 30h i peppers tagliati più o meno come vedete in foto a 60°C e al tatto sembravano della giusta consistenza. Poi però ho notato che in molti frutti erano rimaste delle goccioline gialle (quella specie di olio che si vede anche tagliando i frutti freschi) e mi sono chiesto se debbano o meno evaporare anche quelle per considerare i frutti del tutto essiccati. 
Inoltre, ho notato che alcuni dei frutti precedentemente essiccati e riposti nei sacchetti Cuki non erano più del tutto rigidi, ma erano tornati lievemente morbidi (ma proprio lievemente). 
Avendoli tenuti in quelle condizioni per oltre 1 settimana c'è il rischio che quella pochissima acqua residua (ammesso che fosse acqua) abbia compromesso i frutti? 
I sacchetti Cuki (chiusi con un nodo) sono una valida tecnica di conservazione dei frutti appena essiccati? Oppure è meglio prendere qualcosa di ermetico?
Io per sicurezza sto facendo fare un altro giro nell'essiccatore un po' a tutti i frutti

 

Grazie in anticipo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

30 ore a 60°C dovrebbero essere più che sufficienti!

 

9 hours ago, Chinensino said:

I sacchetti Cuki (chiusi con un nodo) sono una valida tecnica di conservazione dei frutti appena essiccati? Oppure è meglio prendere qualcosa di ermetico?

 

Meglio un vaso di vetro con tappo a vite.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grim214

Ciao! Domanda.. per essiccarli ho iniziato ad appenderli alla vecchia maniera ago e filo!(circa 1 mese fa) ora vedo che iniziano a seccare ma la vedo ancora lunga xD

Potrei metterli nell’essicatore elettrico oppure devo lasciarli finire così?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lonewolf

Puoi senz'altro essiccarli con l'essiccatore elettrico, ma prima tagliali e verifica che non si siano formate muffe all'interno.

L'essiccazione al sole funziona solo per alcune varietà a polpa sottile, p.es. Acrata/Goat's weed.

In generale, il metodo non da buoni risultati.

Tutte le volte in cui ho acquistato frutti secchi interi (nei mercati di varie località visitate) ho sempre trovato muffa all'interno e spesso semi in pessimo stato :( 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×