Jump to content
  • entries
    28
  • comments
    43
  • views
    26,616

Un tuffo nel passato (All Our Yesterdays)

Sign in to follow this  
nipotastro

999 views

…l’occasione mi e’ gradita per riprendere questo blog…!

 

L’occasione in fabula mi e’ data dalla tappa chietina del tour di Marky Ramone, batterista dei Ramones piu’ o meno dal 79 all’84 e dall’88 al 96, anno dello scioglimento della band.

 

Se non sapete chi erano i Ramones… potete partire da qui http://it.wikipedia.org/wiki/Ramones

 

O se avete voglia il web e’ pieno di siti a loro dedicati http://www.google.it...iw=1264&bih=853

 

Marky e’ l’unico superstite della formazione considerata storica del gruppo (in realta’ ci sarebbe anche Tommy, il primo batterista, ma si ritiro’ dopo il terzo lp nel 1979 per dedicarsi alla attivita’ di produttore discografico) , e la notizia di un suo passaggio nella mia zona e’ capitata proprio nel momento giusto: da un po’ ho ripreso ad ascoltare i Ramones, e come mia abitudine sono un po’ in fissa: ascolto, leggo le biografie, riscopro i dischi, e tramite youtube vedo i filmati dei concerti… e poi di nuovo...e poi di nuovo…

come e’ immaginabile quindi, non dico fossi entusiasta ma quanto meno interessatissimo all’evento.

 

Infatti mi sono premurato di avvisare con congruo anticipo i miei amici intimi, poi i parenti, ed infine anche tutti i conoscenti… e nessuno si e’ minimamente dimostrato interessato al fatto.

 

Anzi… con estremo disappunto ho per lo piu’ perso tempo a spiegare chi fossero i Ramones …

 

Le uniche due eccezioni alla massa sono state mio figlio (11 anni: per ora in auto si ascolta ancora solo la “mia “ musica) ed il figlio di un amico (32 anni, per anni chitarra solista in un gruppo heavy; non e’ che poi gli interessasse molto Marky Ramone, ma almeno sapeva chi fosse);

ho perorato piu’ volte la causa di mio figlio con la mamma, ma lei si e’ dimostrata irremovibile:

 

NO!! Come ti viene in mente di portare un bimbo in un locale pieno di fumo?!?!

Quando le ho spiegato che sono almeno 10 anni che e’ in vigore il divieto di fumo in tutti i locali la risposta e’ cambiata:

“NO perche’ fa tardi e il giorno dopo c’e’ la scuola”;

 

vabbe’.. e’ il giorno prima delle vacanze, stefano e’ il primo della classe… chissene…

 

vi risparmio gli altri “NO!”.. ne sono stati parecchi e tutti dettati da insano buonsenso

 

Alla fine, dopo il mio laconico post sul forum, decido di andare lo stesso, un po’ avvilito, ma in fondo molto motivato.

 

Dato l’interesse dimostrato da tutti gli altri, gia’ mi immaginavo conversare amabilmente con Marky davanti ad una birra (la location era una taverna-birreria tedesca) nel locale semivuoto, ed infatti ho trovato parcheggio ad un km circa: a colpo di occhio le auto erano veramente parecchie e non tutte parcheggiate da bipedi cogitanti.

 

 

Piu’ che vivere una botta di gioventu’ pero’ ho provato sulla mia pelle e nel mio ego un preponderante senso di vecchiaia:

gia’ all’ingresso del locale l’addetto alla porta (che distribuisce a chi entra il talloncino da dare alla cassa ed al quale consegnare in uscita il talloncino attestante il pagamento della consumazione obbligatoria) mi accoltella con un “…prego signore!”

:(

 

Alla cassa do del tu al tipo, e lui mi da del lei :( :(

 

Il locale e’ pieno, non c’e’ posto per sedersi, resto in piedi con la giacca al braccio sinistro e la birra (piccola) nella mano destra… dopo pochissimo la birra e’ finita ma la bolgia e’ tale che non mi viene proprio voglia di sforzarmi per riarrivare alla cassa, rifare la fila, riandare al banco, rifare la fila per prendere qualcosa di altro…

 

Nel Frattempo inizia della musica, un gruppetto suona qualcosa che al momento non riconosco, ma mi sembra familiare… e’ vecchiaia anche questa: ci metto tre canzoni per identificare i “Metallica”, praticamente Master of Puppets fa scattare la scintilla. La band non e’ poi male, li annoto mentalmente come i “chietallica”: sono di chieti e sono una cover band dei metallica

Mentre ghigno su questa str..upidata noto che l’eta’ media apparente e’ molto, molto piu’ bassa della mia; le ragazzine visibilmente non vanno oltre i 24 ed i bimbi forse arrivano ai 30..

 

Contrariamente a cio’ che pensavo ci sono pochissimi bimbi col “chiodo” ed ancor meno con i capelli lunghi… di creste colorate o rasature alla mohicana non se ne parla proprio

Strano, le ragazzine sono con abiti quasi eleganti: top di lame’, body con pizzo.. peccato che poi da questi sporgano strani colorati tatuaggi (come ha detto il gemello Roberto “ a meta’ tra madonna ed Ozzy Osbourne”); al contrario i bimbi sono tra lo street fighter e l’happy hour… bizzarrie della moda, credo. Un po’ mi infastidisce il “contatto umano”..la folla e’ tale che e’impossibile muoversi liberamente

 

Mentre suonano i Chietallica noto forse l’unica persona della mia fascia di eta’.. ed e’ come me l’aspettavo: e’ una donna con i capelli tinti di rosso, sembra molto soddisfatta mentre si dimena tenendo il tempo della musica… mi consolo pensando di non essere solo

 

Ma come i Chietallica chiudono la loro performance va via anche lei..altra coltellata al mio ego: era la mamma del batterista Ormai inizio a pensare a me stesso come Giulio Cesare trafitto dalle lame dei congiurati

 

E’ la volta dell’esibizione di Rocco e rollo, comico locale supportato dal tecnico audio come spalla.. nel frattempo la folla aumenta al limite dell’inverosimile… inizio ad odiare questa gioventu’ moderna… ma non potrebbero andare in discoteca?? Che c’entrano loro con la “mia” musica?!? Ma andassero a sfondarsi i timpani con quell’”unf-unf-unf-unf” che tanto detesto e che chiamano musica House!

 

Quando entra in scena Marky Ramone riesce a fatica ad arrivare sul palco… finalmente.. c’e’ qualcuno piu’ vecchio di me in sala… e’ lui !

 

Esibizione troppo corta, secondo me… giusto una decina di canzoni dei Ramones, accompagnato da una band di ragazzini capitanati da Andrea Rock (dj di Virgin radio)

 

Comunque nel locale c’e’ l’apoteosi: si poga, e che tu lo voglia o no lo fai anche tu!

 

Nella bolgia mi ritrovo con una ragazzina letteralmente spalmata sulla mia schiena ed a contatto intimo con altra gente.. questa volta la coltellata me la do da solo: qualche (molti) anni fa l’avrei trovata una situazione divertente a dir poco, ora anche il contatto della tipa sulla schiena mi da fastidio!

 

…E comunque canto a squarciagola, e con mia somma sorpresa lo fanno anche tutti i bimbi che mi circondano!

 

Finisce il concerto con “blitzkieg bop”, il primo successo dei ramones e Marky e codazzo si fanno spazio per andare nel camerino ignorando totalmente le mani tese e le richieste di autografi..

 

Chi dice che l’abitudine al fumo nei giovani e’ in diminuzione non ha fatto i conti bene, o non ha calcolato i presenti… c’e’ la fila per uscire a fumare, complice anche il tipo alla porta che ritira i ticket dell’avvenuta consumazione e che timbra la mano a chi vorra’ rientrare..

Gli porgo la mano, mi dice “prego” e mi fa passare senza timbro… intuisco che tra tutti per lui sono l’unico riconoscibilissimo, e non ho il naso finto da pagliaccio ! :(

 

Rientro nella speranza di potermi fare autografare una foto, piu’ che per me per Stefano, come parziale indennizzo per la serata mancata…

Davanti alla porta del camerino si staglia la figura dell’addetto di sicurezza (guardia del corpo-buttafuori)… piu’ che altro si vede lui e non la porta..!

Ma il problema e’ che tra me e lui ci sono una decina di metri di folla accalcata.. vabbe’… mi prendo una coca nel frattempo.. stessa scena tra me e la cassa…

 

Tiro le somme… e faccio harakiri: ne ho avuto abbastanza di folla, odori, file… mi spiace ma porto la mia vetusta’ a casa , come tutti i miei coetanei, ma almeno io posso dirlo, che c’ero. Anche se non so se con orgoglio o con avvilimento

Sign in to follow this  


6 Comments


Recommended Comments

Stefania

Posted

Grande Franz ...

 

Leggendo il racconto mi sembrava di vedere e sentire la folla!

 

Mai pensato di scrivere un libro?

Share this comment


Link to comment
Lonewolf

Posted

Grazie nipo, ottimo racconto!

 

Mi vergogno un po' a dire che non conosco i Ramones :rolleyes:

... ma adesso mi hai fatto venir voglia di documentarmi

Share this comment


Link to comment

...grande franz.... se era un po' più vicino venivo io...anche se odio le calche alcuni concerti "seri " vanno vissuti sulla pelle...

Share this comment


Link to comment

Grande Franz, capisco perfettamente le sensazioni che ben descrivi.... quando ci danno del lei (e noi non vorremmo proprio), ragazzine mooolto (troppo) carine che ci attizzano (ma non si puoteeee!!!) e tutto il resto!

 

Però mi spiace leggerti "rattristato". Certo, andar da solo a un evento del genere comporta un certo "silenzio" frustrante e conosco bene quel harakiri finale: l'ultimo sforzo del genere l'ho compiuto all'ennesimo concerto di Vasco qualche anno fa. Mi sono reso conto di non farcela più a reggere tutto ciò che ruota attorno all'evento, dal partire presto da casa, raggiungere il luogo (solitamente Milano, affollatissimo già alla ricerca del parcheggio), vivere tutta la giornata in attesa di quelle due ore meravigliose, ritornare a casa dopo la ricerca dell'auto, ecc. ecc. ecc.

 

E' dura!

 

Ti giunga quindi il mio elogio per aver affrontato tutta questa bolgia, con grande voglia di incontrare (forse per l'ultima volta) un personaggio del genere (fosse stato da queste parti l'avrei fatto anch'io, imperdibile!). E un saluto ai Chietallica (troppo forte il nome della band!!!).

 

Ora ti chiedo due cose:

 

1) Metti da parte il tuo essere malinconico e trasforma tutto in espressioni positive!

 

2) Fai pressione su Iole per abbandonare un po' di quell'eccessivo insano buonsenso ;)

Share this comment


Link to comment
nipotastro

Posted

:D grazie a tutti per la pazienza avuta nel leggere e commentare :D

 

In realta' prendo atto di essere un pelino piu' datato di quello che mi sento dentro, e la prendo anche un po' a ridere: ho raccontato questa storia, o parte di essa a diverse persone sulla trentina... grande e' stato il loro stupore nel sapere che ero stato al concerto... ancora di piu' nel sapere che ho un basso ed una chitarra... stupore totale nel sentire la musica che ascolto...

 

Magari non saro' piu' di primo pelo e avro' una limitata soglia di sopportazione ma la voglia di uscire, sentire musica, stare con amici, giocare c'e' ancora...

e la domanda che mi sono posto e' questa:

ma i miei coetanei che fine hanno fatto?? sono tutti narcotizzati dalla tv o loro sono proprio vecchi ??

Share this comment


Link to comment
hot cat

Posted

Vai NIPO!!! ti manca solo un Tattoo che dica Gabba Gabba Hei!!

 

(Adesso si inc@##@)..

Share this comment


Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×