Jump to content
  • entries
    28
  • comments
    43
  • views
    26,991

Ieri, oggi, domani (All good things)

Sign in to follow this  
nipotastro

376 views

In un'estate dei primi anni '80, nella mia comitiva (come si diceva all'epoca) balneare approdarono degli oriundi dalla Francia. All'epoca li detestai, e onestamente la mia avversione verso cio' che e' made in France non si e' molto diluita nel tempo. Costoro avevano l'abilita' di affascinare la componente femminile del gruppo, col risultato di rimorchiare in maniera per noi insperata.

 

Pero' portarono anche una folla di dischi e nastri (peraltro per nulla graditi dalle ragazze) con qualcosa che noi ignoravamo: l'hard Rock.

 

In realta' molta era gia' roba vecchia, ma per me fu una vera rivelazione: Kiss, AC/DC, Motorhead, ed il primo LP degli Iron Maiden (omonimo).

 

Bene o male, quello e' stato il mio limite musicale: pur avendo ascoltato negli anni a venire moltissima musica, non sono piu' riuscito ad affezionarmi ad un genere musicale.

 

 

Il limite musicale (mentale)

 

Sono convinto che ci sia un limite oltre il quale non si riesce piu' ad ascoltare la musica, ma questa si sente soltanto.

 

Tutti quelli che conosco sono o sono stati divoratori di musica, e tutti hanno ascoltato generi diversi, fino a quando hanno iniziato una fase di … stasi. Si continua a fruire della musica, ma in un modo diverso: da prodotto di lunga durata diventa un usa e getta.

 

In realta' c'e' sempre qualcosa che ci piace, o che ci andrebbe di comperare (o scaricare in epoca recentissima) ma se la analizziamo, scopriamo che e' la versione "puntodue" di qualcosa che ascoltavamo prima di raggiungere il limite.

 

 

Nel mio caso continuo ad ascoltare punk, ska, rock ed heavy metal, anche se nel tempo questi nomi hanno perso di significato, o indicano cose diverse.

 

 

Un giorno di non tanti anni fa, feci ascoltare con entusiasmo a quella che poi sarebbe diventata mia moglie un cd degli Smash Mouth, il suo giudizio fu una coltellata:

 

<<…ci sono canzoni di due tipi: le brutte e le sceme…!>>

 

Le brutte erano eredi del punk-rock, le sceme dello ska.

 

Poi ho comperato le Sennheiser.

Sign in to follow this  


2 Comments


Recommended Comments

Sono della idea che fino a quando la musica è in grado di trasmetterci emozioni, brividi, momenti ecc non abbiamo raggiunto il limite e che forse il bello della musica è proprio questo, non c'è limite. Il tuo discorso l'ho capito e lo approvo in pieno, io ho ascoltato veramente di tutto senza mai discriminare nulla e nessuno, sono passato da generi totalmente antagonisti e ho portato avanti delle filosofie mie personali che solo la musica mi ha permesso di creare.Penso che il limite che tu descrivi sia in realtà una sorta di "indigestione", un momento causato da molteplici fattori. Ma lo vedo passeggerò.....perchè l'uomo sostanzialmente HA bisogno di questa arte.Certi generi per come sono strutturati si sono già saturati alla nascita, i primi gruppi hanno già saturato il genere.Questo non per incapacità ma perchè il limite era il genere stesso...succede e non ci vedo nulla di male (ogni tanto esce qualche perla ma è cosa rara).la musica di oggi? Va bene forse per quelli di oggi, quando sarà domani forse penseranno come noi. Io personalmente di attuale ascolto poco o nulla, non seguo le classifiche, non seguo le mode e il commerciale onestamente poco mi interessa.Sostanzialmente sembra una battuta ma è la musica che mi cerca, se in testa mi gira bene e un brivido corre lungo la schiena allora è fatta e si ricomincia..senza limite!Alla fine pure loro la pensano come noi no? It's a long way to the top if you wanna rock and roll ;)

Share this comment


Link to comment

Grande nipo.....ricordo quella sera quando ascoltammo gli AC/DC mentre si parlava di peperoncini e il discorso si è spostato in ambito musicale!Io non avevo mai ascoltato questo gruppo, infatti pensavo si trattasse di una qualche band di metallari.E invece adesso non riesco a staccarmi dagli album degli AC/DC.....non ancora trovo un pezzo che non gradisco!Ora il pezzo che ascolto più spesso è Thunderstruck!

Share this comment


Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×